Vorrei capire se la relazione in cui sono non ha speranze.

Inviata da Rosy45 · 14 apr 2021

Salve, sono una ragazza di 20 anni. Vado dritta al dunque: la relazione in cui sono non mi soddisfa a pieno. Posso dire di non sentirmi amata ma allo stesso tempo sono molto provata dai continui litigi con il mio partner in cui afferma ripetutamente che prova tanto amore per me e che farebbe di tutto per non perdermi. Da un lato mi terrorizza il fatto che io non riesca a lasciarlo mentre dall’altra parte mi fa piacere che faccia di tutto pur di farmi rimanere (mostrando così che ci tiene a me). Il problema è un altro però: io rimango...ma sono infelice. Nutro tanto rispetto nei suoi confronti e tanto ma tanto bene. Mi sento in difficoltà. Ci sono momenti in cui penso di essere giovane, di potermi godere la vita e magari amare qualcuno per davvero...d’altro canto ho paura di rimanere sola, di non condividere più certi momenti con una persona, di non ricevere più le coccole che tanto desidero. A volte per rimanere con lui mi dico che è solo un periodo, che forse sono infelice perché appunto con la situazione dettata dal Covid non ci vediamo spesso e non rispettiamo le abitudini che avevamo prima. Questo sconvolgimento di momenti mi sta turbando molto, al punto che mi sento persa e sola. Confido in una risposta di aiuto. Grazie mille per avermi letto.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 15 APR 2021

Gentile Rosy,
Dalle tue parole emerge tanta inquietudine ed un senso di confusione, del quale necessiti ed indubbiamente meriti di liberarti. Per star meglio, hai bisogno di rallentare questo vortice impetuoso di emozioni, dubbi e paure che si alternano senza sosta - e cominciare con calma e pazienza a razionalizzare ciò che sta accadendo dentro di te, senza giudicarti. L'amore di coppia, per reggere e resistere agli alti e bassi, richiede il funzionamento efficace di diverse dimensioni ed aree, fra loro diverse ma fortemente interconnesse ed influenti le une sulle altre. Il focus dell'attenzione, in questo caso, non risiede a mio parere nel fatto che il tuo partner voglia disperatamente tenerti con sé. I suoi sentimenti sono senz'altro nobili, così com'è indiscutibile che anche tu provi tanto affetto e rispetto per questa persona; tutto ciò, però, non ha potere né impatto su una condizione di malessere che appartiene alla tua interiorità, che sta radicandosi sempre più, e malgrado tu provi ad accantonarla, sopprimerla, tenerla momentaneamente a bada, è improbabile che questa svanisca senza essere stata davvero elaborata ed affrontata. Il mio consiglio è quello di considerare l'idea di avviare un percorso psicologico personale, per accettare e fronteggiare questo stato interiore in una modalità nuova e sana per il tuo benessere. Un percorso efficace potrebbe mirare a riconsiderare la sensazione di terrore che tu provi, scoprendo che la stessa non si configuri come un vero e proprio male, bensì' un 'input', un messaggio da accogliere ed ascoltare per star meglio. Non solo tu, ma anche lui.

Per qualsiasi dubbio o informazione resto a disposizione.
Mi trovate anche su Instagram: puntopsicologia
Un saluto
Dott.ssa Germana Scoppio - Psicologa ad indirizzo clinico

Dott.ssa Germana Scoppio Psicologo a Bari

30 Risposte

82 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 APR 2021

Cara Rosy45,
vivere una relazione tormentati dall'incertezza costante di amare o meno il proprio partner non è sicuramente semplice.
Da quanto tempo sono iniziati questi sentimenti? E ancora, da quanto tempo va avanti la relazione?
Quando una relazione inizia, quasi sempre siamo convinti che sia la persona giusta, un po' per la novità e un po' per una questione ormonale; tuttavia, quando la relazione si stabilizza e si comincia a conoscere davvero il partner, capita spesso che si capisca di averlo idealizzato e che non è in realtà la persona capace di renderci felici. Potrebbe essere questo il caso?
Ti consiglio di prenderti un momento per analizzare la situazione con te stessa, interrogarti sui tuoi sentimenti e capire se davvero il tuo ragazzo non ti rende più felice (nonostante i suoi tentativi) o se, come hai ipotizzato, la situazione sia relativa alla distanza e al Covid.
Se poi, entro breve termine, non dovessi riuscire ad arrivare a capo di questa situazione, ti consiglio di chiedere aiuto ad un professionista, che potrà aiutarti a vedere le cose da una giusta distanza e accompagnarti nel prendere la decisione più giusta per te.
Rimango a disposizione per eventuali consulenze, anche online.
Un caro saluto

Dott.ssa Fulvia Messina Psicologo a Cosenza

60 Risposte

30 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 29800 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18650

psicologi

domande 29800

domande

Risposte 101300

Risposte