Vorrei capire... la mia testa mi dice nero... Il mio cuore mi dice amore

Inviata da Bruno · 18 giu 2018 Terapia di coppia

La mia storia è molto complicata e cercherò di essere il più breve possibile elencando per me i punti più significativi.
Ho 49 anni e dopo tre anni, sabato sono stato lasciato ( credo) senza una spiegazione.
La mia fidanzata o ex, ha 28 anni. È stata una mia alunna che a 18 anni ha lasciato il paese e se ne è andata a vivere a Roma. Tre anni fa mi ha contattato su Facebook, dicendo che ritornava a vivere in paese e gli sarebbe piaciuto salutare il suo professore. Sempre on line, mi ha raccontato le sue delusioni e le sue storie. Una sera siamo usciti e magicamente è esploso un amore infinito. Tre anni splendidi, lei gelosissima di me. Io innamoratissimo che per tranquillizzarla gli ho ceduto il controllo del mio cellulare. L'ho presentata ai miei e sono andato dal padre. Lei piangendo mi ha raccontato il suo orribile passato di adolescente con una potenziale violenza che anni di sedute non sono riuscite a far emergere. Mi ha raccontato come le sua famiglia si sia disgregata e lei sia rimasta anche senza un tetto. Mi ha raccontato della convivenza con un uomo più adulto, di relazioni con uomini più adulti. Io ho cercato di tranquillizzarla e l ho accolta nella mia famiglia. Tutto bellissimo, l ho aiutata a laurearsi in lettere. Non trovava lavoro e ha deciso a 27 anni di iscriversi ad ingegneria. Questo perché io sono ingegnere ed ho raggiunto un livello anche di tipo europeo, insomma non so come spendere il denaro. Tutto a carico mio, vestiti, supporto agli studi, viaggi in tutta Europa in alberghi di lusso. Lei invece sempre nella mie braccia alternando momenti di tranquillità a momenti di tragedie per fatti che accadevano solo a lei. Si sono sempre risolti sempre per il meglio. Ma il dramma si ripresentata ogni po' di tempo e lei si sentiva sempre il fallimento dentro di sé. Io sempre accanto a lei. Ho incominciato a dirgli del nostro futuro. Lei sempre convinta che la nostra storia sarebbe finita per colpa mia perché io per lei ero la sua vita ed aveva solo me. Mi parlava male dei suoi, padre padrone che la trattava male ma poi lei faceva tutto in funzione del padre, la sorella era per lei stupida e zoccola, la madre disturbata mentalmente, il nonno un misogino, la nuova compagna del padre una minorata mentale che si era fatta mettere incinta, quindi aveva un fratello che lei odiava. Potrei continuare a lungo, insomma tutto il mondo contro. Aveva perso il lavoro ed aveva paura di essere cacciata di casa. Morale diceva di avere solo me, di essere stata innamorata di me anche da ragazzina. Questo per tre anni. Io sempre accanto a lei. Invece poi è successo questo. Ad inizio aprile la porto a Matera e costiera Amalfitana per Pasqua. Settimana splendida. A maggio la porto nel Salento a Polignano a mare. Altra settimana da luna di miele. Rapporti molto intenso e lei aveva superato anche i suoi problemi sessuali. Si abbandonava a me ed entrava in una altra dimensione. Il 6 maggio al ritorno viene sapere che il nonno 88 anni misogino il quale la ospitava a casa, ha un tumore e sta morendo. Sembra che lei voglia salvarlo. Mi chiede di non andare a trovarlo. Non vuole che io veda la sua famiglia di pazzi in un momento così. È strapresa dagli impegni universitari e non vuole più che io la aiuti. Ha paura di essere buttata fuori ma pensa sia giusto di dover lavorare con il suo compagno di progetto Andrea. Per le due settimane successive stiamo insieme solo il sabato perché lei ha il nonno e deve stare con la famiglia. Ci sentiamo Cmq sempre al cellulare e continuamente su WhatsApp. Gli ultimi tre sabati, invece non torna più da Roma perché non si sente di abbandonare il nonno morente. La sento più lontana. Mi risponde che sta male e di capirla. Io rispondo che per lei ci sono sempre e di riguardati. Cmq ci sentiamo su WhatsApp per tutto il giorno in quanto il padre (che vive a 100 metri da casa) vuole il telefono sempre libero altrimenti si arrabbia. Tra giovedì e venerdì legge i miei messaggi ma non risponde più. Io gli chiedo il perché. Mi risponde che sta impazzendo e di scusarla. Io cerco di tranquillizzarla. Sabato la tragedia. Mi manda un messaggio dicendo che il nonno verrà portato a Viterbo e lei tornerà a casa martedì. Mi fa capire che mi ha isolato volontariamente ma che ci sono motivazioni profonde. Allora io chiamo il padre e scopro da lui che era convinto che questo sabato tornasse a casa. Lei non sapeva nulla del trasferimento del nonno e non capiva perché non mi ero fatto più vivo. Praticamente lui non sapeva nulla. La ricontatto sconvolto dal dolore e gli chiesto se mi ha lasciato o no. Risponde che non posso fargli una domanda così perché non sa cosa rispondere. E delusa dal mio comportamento, è sconvolta dal dolore, sa benissimo che si sta comportando male ma non gli importa di nulla. Io gli esterno tutto il mio amore, il dispiacere che lei nel momento del dolore mi abbia estromesso. Mi risponde che siamo degli adulti e che dobbiamo confrontarci, che ha rispetto per il mio dolore, che la colpa è sua e vuole assumersi le sue responsabilità. Io dico che non mi ha ancora risposto se mi ha lasciato o no, e non posso aspettare fino a martedì. Chiude dicendo che la colpa è sua e si scusa per il mio dolore. Martedì tornerà a casa e se io vorrò ci chiariremo così magari anche io capirò coda è successo. Poi io sono stato male. Lunedì gli mando un messaggio dicendo che voglio solo lei, che sono disponibile a parlare quando lei vuole. Legge il messaggio e non mi risponde. Passa martedì e non mi fa sapere nulla. Io so che è venuta a casa (abita a 100 metri da me). Mercoledì è tornata a Roma ed ancora non mi ha fatto sapere nulla. Praticamente tutto il contrario di quello che mi ha sempre rinfacciato. Io sono esterrefatto, nonostante tutto ( anche se mi ha tradito forse) vorrei abbracciarla e sentirla. Lei è scomparsa. Chiudo dicendo che lei era sempre sui social Facebook, Instagram e WhatsApp. Dal 7 maggio non pubblica più nulla, é on line non si sa con chi. Sul suo profilo ci sono ancora tutte le foto in mi bacia e con cui diceva di voler marcare il territorio. Dichiara di essere ufficialmente fidanzata con me. Non si fa vedere da quattro settimane e non risponde da una. Io mi sono messo in discussione ma non riesco a capire. Mi dice delle cose e fa esattamente il contrario. Io la amo. Senza di lei la mia vita è vuota.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 20 GIU 2018

Buongiorno Bruno,
comprendo il disagio che sta vivendo. Lei aveva investito moltissimo in questo rapporto e chiaramente non riesce a comprendere le motivazioni che hanno indotto la sua ragazza a questo repentino cambiamento di atteggiamento.
E’ necessario che si confronti con lei, in maniera accogliente ed assertiva, manifestando il suo bisogno di chiarire le eventuali problematiche responsabili della crisi del rapporto, che potrebbero essere legate a situazioni contingenti oppure avere radici più profonde.
I miei migliori auguri
Dott.ssa Vanda Braga

Dott.ssa Braga Vanda Psicologo a Rezzato

1356 Risposte

1218 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 GIU 2018

Caro Bruno, una storia travagliata e confusa....comprendo che tutto sia accaduto inaspettato come una doccia fredda, e capisco quanto sia grande la sofferenza di non poter parlare con la sua ragazza. La invito a fermarsi un attimo e prendersi del tempo: non credo che tempestare la ragazza di messaggi sia utile in questo momento. Provi a ripercorrere gli ultimi tempi per capire se qualcosa nel rapporto sia andato male. Da ciò che racconta, però, credo che la ragazza stia attraversando un momento di forte crisi personale, magari acuito dalla malattia del nonno, e che abbia bisogno di tempo per chiarirsi le idee. Le faccia sentire il suo amore e supporto, ma non la soffochi....facendo comunque rispettare anche i suoi bisogni e la legittima richiesta di capirci qualcosa.
Auguri di cuore, Dott.ssa Daniela Cannistrà.

Daniela Cannistrà - Psicologa e Psicoterapeuta Psicologo a Seregno

580 Risposte

252 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 23700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16850

psicologi

domande 23700

domande

Risposte 85700

Risposte