vogliono che io sia ciò che io non voglio

Inviata da iacopo · 24 apr 2019 Crisi adolescenziali

Ciao sono Iacopo, e sarò un fallito. Frequento la seconda liceo scientifico ma probabilmente ho sbagliato scuola. Amo disegnare e lo so fare molto bene. Dovevo andare all' artistico, ma avendo il padre che lavora in banca e la madre preside la via è una... Fino alla terza media andavo molto bene. Poi ho guardato la vita dei miei e ho capito che non voglio diventare come loro. Non mi piace studiare e non mi vedo a fare un lavoro legato allo studio. Ho una testa strana. Sono pieno di amici, spesso capito nelle compagnie sbagliate. Una volta è successo che a una festa i miei mi hanno dovuto portare all ospedale perché ero ubriaco marcio. Volevo nascere povero. Sono la delusione della mia famiglia. Loro sono convini che io da quel giorno non bevo più ma non è vero. Ho 3 materie sotto e deludo sempre ogni aspettativa. Voglio andarmene di casa il prima possibile e farmi una vita mia ma sto al liceo. aiuto. Adoro il mondo dei tatuaggi e dei piercling. Una volta ho provato a farmi un tatuaggio. Ai miei dico che mi sto impegnando al massimo e invece,visto che loro sono sempre via per lavoro, io invece di studiare o esco o disegno o sto attaccato al telefono. Mia sorella va benissimo a scuola e ora è che siamo in vacanza è a fare un torneo di basket visto che gioca nella nazionale... io sono un disastro. Per fortuna ho molti amici veri. In classe mia sono un po' il rovinato. Quello che ha sprecato le sue possiblita. e hanno ragione. Sono tutti miei amici ma non sono stupido e so che sotto sotto la pensano così. Alcuni mi pensano un drogato sono perche mi piacciono i tattoo e perché ho una testa matta. In realtà sono timido e insicuro. Lo so. E lo so nascondere molto bene. I miei sono i classici bigotti, soprattutto mio padre. Quando ero piccolo mi menavano ma ora che sono 190cm non lo fanno più. Non sanno farmi i discorsi giusti per sgridarmi. Ogni volta anche se hanno ragione mettono giu il discorso in modo sbagliato e visto che io so argomentare e controbattere bene li spengo sempre. Sono un ragazzo pieno di valori che mi sono fatto da solo vivendo visto che i miei mi dicono solo studia e stanno via tutto il giorno. Vorrei diventare come tutti quei 16enni famosi. Vorrei far capire le mie idee al mondo ma sono un i sulso adolescente come altri centomila. Sarò il classico panzone alcolista sempre al nar che ha litigato con la famiglia e si ritrova per strada oppure il fallito che vive coi suoi. Io voglio uscire di casa ai diciotto e vivere senza dei genitori che mi vogliono dottore. Vorrei essere me stesso ma non posso. ho chiesto a mia madre un piercling e mi ha riso in faccia. Sarò un futuro fallito disoccupato come quelli che vedo ogni giorno al telegiornale. Scusate se vi ho asciugato. Scusate lo sfogo

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 25 APR 2019

Caro Jacopo,
hai perfettamente ragione quando in maniera più o meno esplicita denunci la scarsa presenza e forse vicinanza emotivo-affettiva dei tuoi genitori troppo presi dal lavoro e probabilmente non ben consapevoli di questa loro involontaria grave mancanza.
Tuttavia, non penso che ciò che i tuoi genitori hanno tolto a te l'abbiano invece dato a tua sorella che, al contrario, ha una considerazione positiva di sè.
Io penso che con un pò di coraggio dovresti fare appello alle parti buone che certamente hai senza più affogare nel vittimismo e nell'alcol per anestetizzarti.
D'altra parte, rifugiarti negli amici che in fondo non ti stimano nemmeno ti sarà di aiuto.
Credo poi che neanche ti serve alimentare troppa rabbia per i limiti dei tuoi genitori che non hanno saputo leggere bene i tuoi bisogni per poterli soddisfare.
Attualmente frequenti la scuola media superiore che ti dà comunque una cultura generale di base per cui non ti è preclusa una scelta successiva di studio o lavorativa più consona alle tue attitudini.
Ora però dovresti guadagnare il rispetto e la stima per te stesso che non hai e anche se sei solo un ragazzo dovresti almeno provare a prenderti cura di te .
Lo puoi fare in autonomia o, sicuramente meglio, mettendo da parte l'orgoglio (inutile e controproducente) e chiedendo ai tuoi genitori di sostenerti per intraprendere una psicoterapia come percorso di crescita personale che ti possa aiutare ad uscire dal malessere di questa difficile fase adolescenziale.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6918 Risposte

19228 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

25 APR 2019

Caro Iacopo, bhe finchè c'è tutta questa autenticità e questa capacità di leggersi (e parlo di capacità di leggere i tuoi sentimenti non di quella di appiccicarti giudizi) la tua salute mentale è salva! sono chiaramente ironica nell'espressione ma quello che voglio dire è che mi ha colpita molto la capacità di riconoscere come ti senti, quali sono le tue attitudini e la capacità di mettere in relazione gli eventi con i tuoi sentimenti. Non è affatto una capacità banale. Alterni momenti in cui ti ribelli allo "schema" che ti senti imposto a momenti in cui ti giudichi negativamente ("sono una delusione"; "sono un fallimento") per non rientrare in quello schema. Comprendo il dilemma perchè da un lato c'è in gioco la tua identità ma dall'altro lato c'è la tua famiglia che, per quanto ti faccia rabbia, ha comunque un valore per te. Cercare di ricoprire un ruolo che non sentiamo nostro non è semplice, per niente; sarebbe come voler insegnare a un gatto a volare. Io non posso dirti cosa fare, tantomeno da una lettera. Però quello che mi sento di dirti è di non rinunciare a chi sei tu. Capisco che alla tua età possano essere necessari talvolta scomodi compromessi ma che non ti convincano ad essere diverso da chi sei. Nella tua città dai un occhio se al Centro Impiego fanno ance servizio di Orientameno e Career Counseling. Non che tu debba prendere necessariamente una decisione adesso, però penso che avere davanti un professionista che ti aiuti a fare il punto su di te potrebbe esserti utile. Un caro saluto e faccio il tifo per te. Luisa

Dott.ssa Luisa Fossati Psicologo a Firenze

369 Risposte

426 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

25 APR 2019

Gentile Iacopo,
capisco che la vita puo' essere difficile quando si parte da modelli genitoriali con aspettative elevate, lei probabilmente ha attitudini e talenti diversi da esplorare e mettere in campo. Tuttavia la profezia che ripete nello scritto "saro' un fallito" rischia di avverarsi se continua a perseverare in questa direzione. Mi sembra che i compagni ed amici le riconoscano un valore, lei è una persona sicuramente con potenzialità e risorse da scoprire. L'alcool puo' rappresentare per lei un problema, rischia di immettersi in una situazione di dipendenza. Se preferisce mi scriva in privato.
Le consiglio attraverso un atto di coraggio di farsi aiutare attraverso un percorso psicologico mirato sulle proprie difficoltà, lei è giovane e le possibilità di uscita dalla situazione di stallo sono infinite!
I miei migliori auguri
dr.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2641 Risposte

2197 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Crisi adolescenziali

Vedere più psicologi specializzati in Crisi adolescenziali

Altre domande su Crisi adolescenziali

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 22900 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16550

psicologi

domande 22900

domande

Risposte 84200

Risposte