Voglio uscire da questa situazione, ma non riesco

Inviata da fra_3001 · 2 mar 2020 Autorealizzazione e orientamento personale

Ho davvero bisogno di sfogarmi, sono un ragazzo di 24 anni appena compiuti (studente universitario) a cui non manca niente, anzi, per molte cose sono più fortunato degli altri miei coetanei.
Di aspetto fisico sono messo bene, vado in palestra regolarmente da quasi 10 anni e mi curo molto esteticamente.
Il mio grande problema sono le relazioni sentimentali, soprattutto in questo ultimo periodo e adesso spiego i motivi.
Il 17 settembre mio nonno se n'è andato dopo mesi di malattia, lui viveva sotto casa mia da prima che io nascessi e sono cresciuto con lui, sono stati quattro mesi di inferno sia per me che per mia mamma.
Durante quel periodo io ero spesso in biblioteca universitaria per studiare, e avevo notato che c'era questa ragazza (di tre anni più piccola) che era interessata a me, per circa un mese non faceva altro che cercare di attirare palesemente la mia attenzione, solo che io in quel periodo non me la sentivo di andare a conoscerla o farmela presentare perchè emotivamente stavo male.


[DESCRIZIONE SITUAZIONE CON LA RAGAZZA]
Ad ottobre me l'hanno presentata e ci siamo conosciuti, si era instaurato un bel rapporto e io la vedevo molto coinvolta, tant'è che una volta mentre ero in viaggio a Milano le dissi che l'avrei portata un giorno in futuro, e lei rispose di si. Solo che per ragioni sconosciute dopo poco ha iniziato ad essere sfuggente facendosi vedere sempre meno, e io come uno stupido ho iniziato a coinvolgermi sempre di più.
A inizio dicembre avevo provato ad arrivare al bacio, ma lei mi rifiutò tirando fuori scuse, tra cui che si stava sentendo con un altro che lavora a Londra, e che la distanza la aveva attratta.
Non l'ho più sentita finchè non l'ho rivista a gennaio in biblioteca (era parecchio agitata), invitandola al mio compleanno per il primo febbraio.
Da quel giorno abbiamo ricominciato a sentirci via whatsapp quasi ogni giorno e spesso era lei che mi chiedeva di risentirci anche il giorno dopo, e qualche volta mi parlava di cose sue personali(non su altri ragazzi), pregandomi di non raccontarle in giro.
Arrivata la sera del mio compleanno purtroppo ho commesso l'errore di aver bevuto, e quando l'ho riaccompagnata a casa (a piedi) c'ho provato con lei e si è irrigidita ritirando fuori la storia dell'altra volta, ha cercato di etichettarmi come amico e a quel punto mi sono arrabbiato dicendo che volevo qualcosa di più, poi le ho detto tutti i segnali che avevo visto da parte sua di interesse.
Lei ha iniziato a negarli tutti (tra cui il messaggio di Milano) e abbiamo litigato (senza offenderci), le ho anche detto che non mi aveva attratto fisicamente ma mentalmente, questo le ha dato fastidio.
Il giorno dopo appena alzato mi sono accorto che mi aveva bloccato ovunque, ed ha cancellato il mio numero, ho trovato un messaggio suo in cui mi scrive che mi credeva diverso e che non mi voleva più come invitato al suo compleanno augurandomi di trovarne una più bella di lei.
Adesso la incontro nella biblioteca universitaria tutti i giorni perchè lavora la, è tanto se ci salutiamo, ma comunque mi guarda come se fosse arrabbiata con me, ogni tanto noto che mi fissa e se mi accorgo distoglie
lo sguardo.
Le ho scritto su telegram di vederci per chiarire ma niente.


[DESCRIZIONE DEL MIO STATO]
In questo ultimo mese ho cercato di dimenticarmi di lei iniziando a concentrarmi su un'altra ragazza, ma molto spesso mi torna in mente lei e mi viene molta tristezza (qualche volta da piangere), in più la vedo in biblioteca, e ogni volta parte la tachicardia anche se logicamente so che devo dimenticarmela e lo voglio (dal punto sentimentale), ma emotivamente sento sempre una speranza dicendomi che ho corso troppo e che devo
ripartire più lentamente.
Ho ragionato molto su di me, e credo che il problema sia la mia mancanza di una relazione sentimentale, e il non poter avere lei (come se avessi perso una sfida molto importante) che per settimane ho idealizzato.
Lo vedo anche come un qualcosa che devo dimostrare a me stesso. Tutto questo mi sta deconcentrando moltissimo, so che dovrei conoscere e frequentare più ragazze possibili, il problema è che non saprei come.
Per ora aspetto di rivedere lei in biblioteca e provare a parlarci dal vivo, cercando di ricostruire il vecchio rapporto, e proponendole di farmi conoscere le amiche in modo da entrare in altre cerchie sociali.
Nel profondo spero che in futuro possa cambiare idea conoscendomi meglio, ma non vorrei tirarmi la zappa sui piedi.

Ringrazio per la disponibilità.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Psicologi specializzati in Autorealizzazione e orientamento personale

Vedere più psicologi specializzati in Autorealizzazione e orientamento personale

Altre domande su Autorealizzazione e orientamento personale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 28900 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18300

psicologi

domande 28900

domande

Risposte 98900

Risposte