Voglio cambiare me stesso ma non so come fare

Inviata da Anonimo93 · 30 ago 2016 Ansia

Non riesco e non sono mai stato capace di aprirmi con qualcuno. Sto soffrendo di ansia che temo possa tramutarsi in depressione. Sono sempre stato, fin da piccolo, una persona troppo sensibile e troppo riflessiva ed è sempre stato difficile per me anche solo fare amicizia. Vorrei solo cancellare da me stesso questa sensibilità ed eccesso di riflessione che mi hanno rovinato. Per di più questo rischio di depressione mi impedisce di concentrarmi sullo studio dato che non riesco a dare gli esami da oltre un anno. Vorrei poterne parlare con i miei genitori ma so già che mi diranno che sono un fallito che non ha voglia di studiare. Ho bisogno di aiuto subito e non so più cosa fare. Grazie in anticipo.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 30 AGO 2016

Gentile anonimo,
la sofferenza che descrive, i problemi di ansia e con lo studio sono superabili parlandone con uno/a psicologo/a della sua zona. Cambiare è possibile se nel percorso di cambiamento si è accompagnati da una persona qualificata che capisce cosa non va e le fornisce utili strategie e strumenti per comprendere e superare il suo disagio.
Consideri che uno psicologo oltre tutto è tenuto al segreto professionale, per cui non tema di aprirsi con lui.
Laddove cambiare da soli risulta difficile, credo che sia proprio uno psicologo l'interlocutore che meglio di tutti puó aiutarla a gestire le sue problematiche.
Le auguro tutto il meglio.

Cordiali saluti,

dott.ssa Elisa Canossa, psicologa psicoterapeuta, Sustinente (Mantova)

Dott.ssa Elisa Canossa - Studio di psicologia e psicoterapia Psicologo a Sustinente

726 Risposte

2184 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

31 AGO 2016

Gentile Anonimo,
la sofferenza che traspare dal tuo racconto è evidentemente grande e lo si percepisce molto bene. Il rischio di una depressione è reale ma vorrei concentrarmi su altro. Tutti i sintomi, non di meno ansia e depressione, hanno una ragion d'essere e per questo vanno rispettati e compresi: sono meccanismi di difesa che la nostra mente mette in campo per preservarci da dolore e angoscia eccessivi. Quindi, più che concentrarsi sul di essi bisogna lavorare su ciò che essi nascondono. La tua voglia di cambiamento sarà la forza che ti aiuterà ad affrontare questo percorso dentro di te, a patto però che tu ti rivolga ad un professionista che ti accompagni e ti guidi in questo cammino.
A volte gli altri non capiscono la sofferenza e il disagio che ci si porta addosso come, nel tuo caso, i tuoi genitori. Tuttavia, ti consiglio di aprirti (con il cuore) a loro e chiedere apertamente aiuto, in modo che loro possano accoglierlo e sostenerti. Imparare a chiedere è importante perchè innanzitutto non puoi dare per scontata una risposta che spetta a loro e, in secondo luogo, perchè la paura di esporti non sia un alibi per non affrontare il problema. D'altra parte, essendo maggiorenne, potrai comunque rivolgerti direttamente ad uno psicologo/psicoterapeuta il quale sarà tenuto al segreto professionale e col quale, quindi, potrai instaurare un rapporto profondo e di fiducia.
Cordiali saluti

Dott.ssa Cristina Giacomelli
Lanciano (CH) - Pescara

Dr.ssa Cristina Giacomelli Psicologo a Lanciano

294 Risposte

553 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

31 AGO 2016

Gent. anonimo93,

quando ci si sente soli ad affrontare queste difficoltà emotive e relazionali e sembra che non ci sia una via d'uscita può essere molto utile intraprendere un percorso mirato di psicoterapia che possa aiutare ad acquistare fiducia in se stessi e ad avviare un cambiamento che, anche se difficiile, è possibile. Lei esprime una buona consapevolezza della propria sistuazione e questo è già il primo passo per arrivare ad affrontare quelle difficoltà che per anni l'hanno condizionata.
Con i migliori saluti,

Dott.ssa Silvia Guglielmetti

Dott.ssa Silvia Guglielmetti Psicologo a Piacenza

19 Risposte

22 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

31 AGO 2016

Gentile Anonimo 93,
dal Suo scritto si percepisce la Sua capacità di riflessione e ragionamento che Lo hanno portato alla comprensione di parti di sé, di quanto queste possano essere invalidanti nella Sua quotidianità, nei Suoi progetti e nello stringere relazioni soddisfacenti con il prossimo e quindi concludere di aver desiderio di ricevere un aiuto.
Seppur la Sua volontà di voler estirpare come erba amara la sua "troppa sensibilità" o di voler cambiar se stesso non sono di per sé mete auspicabili e concretamente fattibili. Cosa significa cambiare? Diventare altro? Altro da chi? Da se stesso? È come un gatto che desideri diventare un cane, per fare una metafora semplicistica. Quello che invece si può fare è intraprendere un percorso di conoscenza di sé, prendere le briglie e guidare la meravigliosa automobile che ciascuno è, conoscendone punti di forza e debolezza, imparando a manovrare e scegliendo la strada più adatta da percorrere e magari scegliere alcuni compagni di viaggio.
Quindi Le consiglio d'intraprendere una psicoterapia.

Cordiali saluti
Studio dott. Giancarlo Gramaglia
Via Assisi 6, Torino

Gramaglia Dr. Giancarlo Psicologo a Torino

479 Risposte

205 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 AGO 2016

Gentile anonimo,

il consiglio e di iniziare un percorso con uno psicologo.
La sofferenza che descrive, l'isolamento e la difficoltà di concentrazione sono dei sintomi.
E' necessario però scoprire le cause ed affrontarle, lavorarci insieme al terapeuta.
Scelga un professionista abilitato nella sua zona e lo contatti.

Sappia che può fare moltissimo per ottenere il cambiamento che desidera.
Deve solo fare un primo passo: accettare un aiuto.

Cordialmente,
Dott.ssa Anna Patrizia Guarino

Dott.ssa Anna Patrizia Guarino Psicologo a Ardea

197 Risposte

252 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Ansia

Vedere più psicologi specializzati in Ansia

Altre domande su Ansia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 23050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16650

psicologi

domande 23050

domande

Risposte 84400

Risposte