Voglio andare avanti?

Inviata da Chiara · 25 mar 2017 Crisi adolescenziali

Salve,sono Chiara.
Circa un anno fa conobbi un ragazzo su internet. Inizialmente erano solo delle chiacchierate piacevoli,poi un giorno decisi di cancellare il mio profilo su quel sito e lui mi chiese di scambiarci i numeri di telefono. Da quel giorno iniziammo a parlare sempre più frequentemente e dopo un pò di mesi iniziavo anche a provare una certa gelosia nei suoi confronti. A luglio precisamente, gli inviai uno screen di una conversazione con un mio amico per vedere se anche lui potesse essere interessato a me. Non mi parlò per un paio di giorni, poi parlando al telefono mi disse che gli piacevo e io feci lo stesso. Da quel momento iniziammo a trattarci come due ragazzi che si frequentano e lui iniziò a fare pressioni alla madre affinché lo lasciasse venire da me. Dopo svariati mesi i suoi genitori (che inizialmente erano contrari)decisero di accontentarlo. Facendola breve, conobbi i suoi genitori e lui mia madre e iniziammo una relazione a distanza. Era diventato per me qualcosa di assurdo, unico. Era l'unica persona con cui avevo voglia di parlare, l'unica che mi faceva sorridere, adoravo parlare con lui e le attenzioni che mi dava, insomma era come se la distanza non esistesse per me. Dopo tre mesi,quando io andai da lui, mi lasciò. Io stavo male già da un pò perchè avevo intuito che volesse farlo e da quel momento mi cadde il mondo addosso. Adesso sono tre mesi che piango e non riesco a smettere, lo penso costantemente, continuo a guardare le nostre foto e a pensare a cosa sarebbe potuto essere se fosse andata bene. In poche parole non riesco ad accettare questa cosa, sebbene ci abbia provato molte volte, senza ottenere mai risultato. Da circa un mese adesso questo mi ha portato a vedere tutto nero, penso di più ai problemi scolastici, non riesco più a stare con i miei amici, non mi accetto più fisicamente, non ho più voglia di nulla, non ho più voglia di vivere. La mia testa è costantemente confusa e io non ce la faccio più a star male così. Non so se provare a rivolgermi ad uno psicologo o meno, dato che ci sono momenti in cui voglio smettere di stare male e tornare a relazionami bene con gli altri, provare a tornare a posto con il mio corpo, e altri in cui vorrei solo starmene da sola a piangere per sempre.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 26 MAR 2017

Gentile Chiara,
personalmente penso che le relazioni a distanza nascano già con pesanti controindicazioni.
A parte ciò, per vedere se questo ragazzo era interessato a te, forse non era necessario inviargli lo screenshot della conversazione col tuo amico ma bastava semplicemente aspettare.
In ogni caso, se questo ragazzo ha deciso di chiudere la relazione non puoi fare altro che accettare la sua decisione e questa cosa ti riuscirà meglio se riuscirai a far crescere la tua autostima con l'aiuto di un percorso di psicoterapia.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7126 Risposte

20287 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 MAR 2017

Salve Chiara,
Penso che un aiuto di uno psicologo potrebbe esserti di aiuto sia per riuscire a sbloccare la tua vita che, al momento risulta bloccata, sia per comprendere come mai questo ragazzo abbia svolto una funzione così centrale nella tua vita. Da ciò che racconti penso che ci sarebbero una serie di elementi su cui potresti riflettere durante un percorso e penso potresti trovarne giovamento.
Resto a disposizione per qualsiasi chiarimento.
Daniele Regini

Dott. Daniele Regini Psicologo a Albano Laziale

134 Risposte

77 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

25 MAR 2017

Cara Chiara,
se ci sono momenti che sente lo stimolo di cambiare la situazione e tornare a relazionarsi io credo che possa essere solo che positivo, nonostante momenti di momenti più depressivi.
Momenti di delusioni come quelli che può aver vissuto lei possono causare la tendenza a spegnersi e a mollare, ma credo che una psicoterapia le potrà darà la possibilità di essere sostenuta nell'affrontare questo momento doloroso.

Cordiali Saluti
Dott.ssa Ceccato Silvia

Dott.ssa Ceccato Silvia Psicologo a Vicenza

40 Risposte

23 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Crisi adolescenziali

Vedere più psicologi specializzati in Crisi adolescenziali

Altre domande su Crisi adolescenziali

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17250

psicologi

domande 24700

domande

Risposte 88200

Risposte