Vivo in una dimensione irreale e l'unica soluzione è isolarmi.

Inviata da Martina · 29 ott 2012 Disturbi della personalità

Buongiorno a tutti, sono Martina ho 28 anni.
Da alcuni anni sento che in me qualcosa è cambiato, peggiorato per l'esattezza.
Premetto che sono sempre stata una persona molto suscettibile, ma ultimamente il minimo scontro con le diverse opinioni degli altri mi fa andare fuori di testa.
Mi sento aggredita ed incolpata e per reazione urlo (spesso con toni davvero maleducati) le peggiori cattiverie fino a ritrovarmi sfinita.
Penso che questo derivi dalla mia totale mancanza di autostima e dalla mia insicurezza.
Non è affatto giustificabile né tanto meno concepibile che io prosegua a vivere così, soprattutto perché il problema mi è sfuggito di mano.
Da qualche anno ormai, pur di non scontrarmi con le opinioni degli altri, ho eliminato quasi ogni relazione: prima il fidanzato, poi man mano tutte le amiche....ci siamo solo io e il MALEDETTO CIBO che placa - seppur in modo effimero - ogni dilemma, per poi trasformarsi in disperazione alla vista della bilancia.
Gli unici che mi sopportano, ormai, sono solo i parenti..che in realtà hanno paura delle mie reazioni e pertanto non sono veramente loro stessi.
Ora più che mai ho preso atto del mio grave problema ed è per questo che Vi prego di dirmi se e come posso iniziare ad affrontare il problema (vivo a Verona).
Grazie.
Con i migliori saluti.
Martina

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 30 OTT 2012

Credo che per lei possa essere utile una psicoterapia focalizzata su obiettivi specifici quali la gestione della rabbia e l'aumento dell'autostima. A Verona ci sono ottimi colleghi, sia privatamente che presso il servizio sanitario, che possono aiutarla a predisporre un intervento specifico. Le possibilità di miglioramento sono notevoli anche per sintomi che perdurano da diversi anni come i suoi, l'importante è intervenire e mantenere la continuità del trattamento terapeutico intrapreso.

Studio Dr.ssa Campagnola Psicologo a Montebelluna

30 Risposte

23 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 NOV 2012

Gentile signora Martina,
un capace psicoterapeuta è in grado di valutare scientificamente quanto le succede e alla fine trovate le cause e le dinamiche comportamentali e cognitive fornirle una diagnosi certa. Da qui si potrà capire che cosa si può fare di concreto, in quanto tempo, come e con quali risultati pratici.
Dr Paolo Zucconi, psicoterapeuta e sessuologo comportamentale a Udine

Dr. Paolo G. Zucconi (sessuologia clinica & Psicoterapia) Psicologo a Udine

1087 Risposte

1570 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 OTT 2012

ti consiglio di affidarti ad un psicologo per analizzare la tua storia

Oltrescuola Psicologo a Piove di Sacco

5 Risposte

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 OTT 2012

Gentile Martina,
dalle sue parole emerge una certa autocolpevolizzazione rispetto ai suoi comportamenti; nonostante questa possa essere una lettura giustificata, non sia tanto severa con se stessa, sicuramente ci sono e ci sono stati dei motivi che hanno contribuito a "peggiorare" il suo carattere e il suo modo di gestire le relazioni con gli altri. E' proprio su quegli antecendenti che si può lavorare per capire meglio cosa sia accaduto dentro di lei. Fa inoltre riferimento al suo rapporto con il cibo, in analogia ma anche in contrapposizione al rapporto con le altre persone significative: concordo con la collega nell'affermare che la sua presa di coscienza rappresenta già un grande passo avanti per occuparsi di sé e della problematica che rileva e le suggerisco di rivolgersi ad un centro pubblico o privato dove trovare un professionista che possa supportarla in questo percorso. Un cordiale saluto, dott.ssa Lucia Mantovani, Milano

Studio di Psicologia Dott.ssa Lucia Mantovani Psicologo a Milano

995 Risposte

470 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

29 OTT 2012

Salve Martina, credo che lei sappia già qual è la risposta alla sua domanda (avvalersi dell'aiuto di uno psicoterapeuta). Vorrei solo farle presente che prendere atto del proprio problema è già un buon inizio. buon lavoro

Simona Rosati Psicologo a Roma

39 Risposte

23 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Disturbi della personalità

Vedere più psicologi specializzati in Disturbi della personalità

Altre domande su Disturbi della personalità

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 23700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16800

psicologi

domande 23700

domande

Risposte 85600

Risposte