Vivere una relazione senza il consenso della propria famiglia, si può?

Inviata da Milena · 17 set 2015 Terapia familiare

Vivo una storia d'amore bellissima con una persona speciale ma per la mia famiglia è il peggio che possa esistere. Messa di fronte ad una scelta tra lui e loro alla fine ho scelto lui e i miei rapporti con loro si sono definitivamente interrotti. Un pò mi fa male perchè è la mia famiglia ma a 41 anni e con una separazione alle spalle sento di aver fatto una scelta giusta, di cuore almeno....Posso sperare che con il tempo anche loro lo capiscano? E tra la felicità propria e quella altrui è sempre giusto propendere per la propria senza essere accusati di egoismo? Grazie mille.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 19 SET 2015

Gentile Milena,
innanzitutto sarebbe opportuno conoscere i motivi di tanta ostilità della sua famiglia nei confronti di questa persona di cui lei è innamorata. I suoi potrebbero avere dei buoni motivi che lei non vede oppure no ma è indubbio che lei debba dare la priorità alla sua felicità.
Il punto è se lei ha fatto delle buone valutazioni e previsioni senza essere abbagliata, in quanto donna innamorata, da una eccessiva idealizzazione tanto più che esce da una delusione precedente.
Troncare i rapporti con dei familiari stretti è una cosa che si dovrebbe evitare e lei potrebbe chiedere un aiuto psicologico sia per acquisire competenze comunicative atte ad ammorbidire l'atteggiamento della sua famiglia sia per mantenere viva e protetta la sua attuale storia d'amore.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7180 Risposte

20399 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 SET 2015

Gentile Milena
Pur non avendo elementi inerenti la sua età ecc mi limito a dirle solo che scegliere seguendo il proprio sentire non è cosa semplice, ma se questo é in linea col suo cuore allora è sulla buona strada
Cordiali saluti
Dott ssaAntonietta di Renzo
Psicoterapeuta psicodinamica

Dott.ssa Antonietta di Renzo Psicologo a Verona

38 Risposte

14 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 SET 2015

Gentile Milena,
Io non ho dubbi che che tra la felicità propria e quella altrui è giusto propendere per la propria. Questo purchè non si innestino sensi di colpa che potrebbero minare anche la propria felicità. Una rottura con la propria famiglia di origine non è sempre facile da sopportare tranquillamente. In genere con il tempo queste cose si si aggiustano e i rapporti si riavvicinano. Lei comunque, se può, cerchi di far capire alla sua famiglia che la sua scelta non è contro di loro, ma è stata fatta solo per amore e che l'amore per loro non è affatto diminuito. Faccia capire che lei è sempre lì pronta a riavvicinarsi a loro in qualche momento. Tenga presente che col tempo, se non ci sarà un riavvicinamento, lei potrebbe soffrire di questa situazione. Un saluto affettuoso.

Dott. Sergio Rossi Psicologo a Spoleto

190 Risposte

103 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 SET 2015

Gentile Milena
seppure si diventa grandi e in qualche modo esperti della vita, per la propria famiglia si è sempre piccoli e il primo istinto è quello protettivo. Penso che i suoi genitori abbiamo reagito in base a questo istinto atavico.
Tuttavia lei, a mio parere, ha fatto bene a sottrarsi e a reclamare quella libertà di scegliere in bene o in male, con chi condividere la sua vita. La sua scelta può essere giusta e portarle felicità oppure un errore, ma comunque a volte è anche bene poter sbagliare da soli.
Ovviamente io le auguro tutta la felicità possibile e di poter dimostrare ai suoi che il cuore l'ha guidata correttamente.
Le auguro anche in futuro di poter ricucire questo strappo con la sua famiglia, col tempo può essere possibile se lei lo desidera.
Un caro saluto Dott. Silvana ceccucci Psicologa-Psicoterapeuta

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

7081 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 SET 2015

Buongiorno,
molto spesso accade che le famiglie interferiscano sulle scelte dei figli e questa non è cosa buona nemmeno quando lo fanno con i bambini. Probabilmente i tuoi sono di questo stampo e, che tu te ne renda conto o no, avranno condizionato abbastanza la tua esistenza. Si dice che la vita rincomincia a 40 anni e tu ti trovi nel tempo giusto per farlo. Certamente l'amore non deve essere cieco, nel senso che il cuore e la mente, qualora libera da condizionamenti, devono essere due ottimi 'ballerini di tango'.
Questo è quello che penso e sento. Auguri di cuore!
Dott.ssa Carla Panno
psicologa-psicoterapeuta

Dott.ssa Carla Panno Psicologo a Milano

1057 Risposte

654 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 SET 2015

Salve Milena.
Sono dispiaciuta per la situazione nella quale si trova.

Non è chiaro per quale motivo la sua famiglia non accetta la sua relazione, né come si è arrivati a questa rottura dei rapporti.
Se soffre per il distacco dalla sua famiglia, le farebbe bene un percorso per capire come recuperare eventualmente i contatti.

Tuttavia, mi sembra indiscutibile il fatto che Lei, a 41 anni, abbia tutto il diritto di viversi la o le storie che vuole.

Le sue scelte le appartengono e, se le ha fatte valutando e prendendosi la responsabilità delle eventuali conseguenze, sarà in grado di spiegarlo senza dover litigare anche alla sua famiglia.

L'unica cosa che dovrebbe indagare è se la reazione di troncare i rapporti solo perché Lei ama una persona a loro non gradita non sia in realtà una questione superficiale. Probabilmente c'è dell'altro e le converrebbe capirlo prima di riaffrontare i suoi familiari.

Se vuole può farsi aiutare a fare chiarezza da uno psicologo, così da valutare anche aspetti che magari non aveva considerato.

Cordialmente,
Dott.ssa Anna Patrizia Guarino. Psicologa, Roma.

Dott.ssa Anna Patrizia Guarino Psicologo a Ardea

197 Risposte

266 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 SET 2015

Cara Milena,chissà forse è possibile pensare che ognuno di voi (lei da una parte e la sua famiglia dall'altra) abbia delle motivazioni per credere o non credere nella sua relazione di coppia. Ho poche informazioni ma suppongo che la sua famiglia stia cercando di proteggerla da una delusione.. in ogni caso anche la scelta autonoma,i sentimenti e la presa di responsabilità sono importanti in una situazione del genere.
Chissà,forse con il tempo, assistendo alla sua serenità con il suo partner, non potranno apprezzare cio che lei apprezza..
La saluto
Dott.ssa Moglie L.

Dott.ssa Lucia Moglie Psicologo a Ancona

110 Risposte

60 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 SET 2015

Gentile Milena,
non sempre le scelte che facciamo sono condivise dalle persone che amiamo, ma penso che alla base ci debba essere sempre il rispetto anche per ciò che non si riesce ad accettare. Non fai cenni ai motivi per cui questa persona che ti rende così felice non è accettata dalla tua famiglia, ma credo che l'unica domanda che ti devi fare riguarda la tua crescita di donna e il tuo equilibrio all'interno delle dinamiche familiari. Così da essere pronta a qualunque tipo di evoluzione dei tuoi rapporti familiari. Un caro saluto,
dott.ssa Roberta Monda

Dott.ssa Roberta Monda Psicologo a San Severo

92 Risposte

149 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia familiare

Vedere più psicologi specializzati in Terapia familiare

Altre domande su Terapia familiare

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 25700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17450

psicologi

domande 25700

domande

Risposte 90450

Risposte