Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Vita in disordine, scelte difficili e adolescenza bruciata

Inviata da michael il 20 nov 2015 Crisi adolescenziali

Buongiorno, sono un ragazzo di 17 anni che sta affrontando un periodo veramente pesante, non so che ne sarà della mia vita non so cosa farmene. Quando mi alzo dal letto la mattina non so per quale motivo,frequento un liceo scientifico pesantissimo e sono al quarto anno ma sto pensando di lasciarla momentaneamente fino ai 18 anni dopodiché la riprenderei per finire i due anni in un informatico magari al serale e poi deciderei se andare o meno all'università. Il fatto è che mi sono accorto solo ora di aver sbagliato scuola in quanto a 14 anni ho fatto una scelta per cui avevo altre idee dunque nel tempo sono cambiate. In più faccio una vita bruttissima, sono depresso da troppo tempo non ho la forza di uscire dato che il posto in cui mi trovo mi fa schifo, le persone pure. Non ho più stimoli e la scuola non me la sento più di portarla avanti in questa situazione, non mi piace e mi rifiuto di avere un diploma con cui mi ci potrò soffiare il naso dopo tanti, troppi sforzi. Non so veramente che fare, ho paura di sbagliare tutto ma allo stesso tempo ho paura di pentirmi poi di non averlo fatto. Non riesco a trovare una soluzione aiutatemi...

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Caro Michael,
una cosa giusta l'hai detta: sei depresso!
E' per questo che vedi tutto nero, non ti piace più niente e non ti va bene più niente.
Quanto alla scuola, sei al quarto anno di liceo scientifico e non ha senso fermarti. Devi assolutamente raccogliere le energie e completare il diploma perché indipendentemente se ti ci potrai o meno soffiare il naso, è meglio averlo che non averlo.
Dopo di ciò, magari, valuterai con calma se andare all'Università o fare altro.
Tirati su e, se proprio non ce la fai, chiedi ai tuoi genitori di sostenerti per un percorso di psicoterapia che certamente ti potrà aiutare a risollevarti.
Cordiali saluti e...sursum corda!
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6600 Risposte

18480 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

cCao michael,
Cerca di confrontarti con una persona di cui ti fidi ed esponi ai tuoi genitori le tue idee rispetto alla scuola. Se vedi che da solo non riesci ad uscire da questo periodo in cui non ti piace nulla e niente ti dà gioia, prova a fare qualche colloquio con uno psicologo, ti aiuterà a capire da dove ripartire. In bocca a lupo!!!

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Michael, hai fatto bene a chiederci aiuto.
Personalmente non rispondevo da molto tempo, ma la tua richiesta di aiuto mi ha mosso a far qualcosa. Nella vita capitano i momenti bui, in cui tutto sembra grigio, senza senso; periodi in cui ci si chiede da che parte stiamo andando. Porsi delle domande è una cosa buona, se questo ti porta a cambiare le cose che non vanno. Come hanno scritto i colleghi e colleghe che hanno risposto prima di me, lasciare la scuola al quarto anno non mi pare una buona idea. Dovresti comunque riprenderla in futuro, magari con meno voglia. Insomma, pensa a mollare la scuola se proprio non ci sono alternative, come ultima spiaggia.
A proposito della scelta della scuola, aspetta a giudicare se è stata una scelta buona o sbagliata. Anch’io ho fatto lo scientifico ed anche a me, non so fino a che punto mi sia stato utile. Però è grazie a quel periodo che sono qui adesso: felice di poter dare una mano quando serve.
È giusto cambiare idea, fare dei cambiamenti, ma già che sei al quarto anno, prosegui.
Tra non molto, considerato che hai 17 anni potrai prendere la patente, magari trovare un’auto con cui uscire e trovare degli amici fuori dalla zona in cui finora ti sei mosso. A me la vita ha insegnato che quando tutto sembra essere buio, poco a poco torna la luce. Ci vuole un po’ di pazienza per gestire i momenti peggiori, ma chissà come, poi passano. Sono d’accordo con i colleghi sul fatto di chiedere il parere dei tuoi genitori, di confrontarmi con qualche tuo coetaneo che ritieni a te più vicino. Potresti scoprire che la tua esperienza è condivisa dagli altri. Alle volte basta una telefonata ad un amico o amica per far tornare il sorriso. Abbi fiducia sul fatto che le cose possano tornare ad essere luminose. Trova qualcosa che ti piace fare e dedica del tempo a te stesso. Quando ci facciamo delle domande, le risposte arrivano. Se ti chiedi, “cosa posso fare per divertirmi?” oppure: “a chi chiedo di uscire per stare spensierato per una sera?”.
Studia con qualcuno se pensi ti possa far stare più sereno, insomma cerca il modo di godertela per come ti è possibile. Vedrai che le cose cambieranno. Se proprio le cose non cambieranno in qualche settimana, riscrivi, se ne può sempre riparlare. Se ti fa piacere contattami. Anche solo per lamentarti…
Le tue riflessioni lasciano intuire la tua grande intelligenza e sensibilità. Non lasciare che questo momento ti renda eccessivamente triste. Forza e coraggio! Le cose miglioreranno!

Dottor Antonino Savasta Psicologo Clinico Psicologo a Pistoia

144 Risposte

114 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Mah,
pur riconoscendo che in adolescenza spesso la volubilita prende il sopravvento per una serie di note variabili dipendenti da i repentini cambiamenti psicofisiologici e suggerendoti di attendere il periodo delle prossime vacanze per staccare e recuperare la tua forma psicofisica, mi viene da considerare che alcuni ragazzi con una personalità più pratica, sviluppano un senso di insoddisfazione nei confronti dei diplomi dato che alla fine possono rivelarsi inutilizzabili in quanto non richiesti dal tipo di lavoro che riescono a trovare. A tanti, per esempio, interessa chiudere prima possibile con la scuola e mettersi alla ricerca di un lavoro.Può darsi che diventi il tuo caso. Non ci avevi mai pensato?
Dott.ssa Carla Panno
psicologa-psicoterapeuta

Dott.ssa Carla Panno Psicologo a Milano

1057 Risposte

620 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Michael
riprendi un po' lo spirito positivo che hai completamente abbandonato.
Qualunque sia la tua decisione (o di continuare in questa scuola o di cambiar scuola) le energie dentro di te per affrontare il percorso che dovrai fare dipendono anche da quello che ti suggeriscono i tuoi pensieri.
In questo momento i tuoi pensieri mi sembrano essere negativi quasi su tutto: non ti piace il posto dove stai, non ti piace la gente, non ti piace la scuola, non sai cosa potrai fartene del diploma.
Scusami ma, sinceramente secondo me, stai assumendo una visione troppo nichilista: niente va bene!
Se riuscirai un poco a tornare un pò più possibilista forse ti torneranno anche le energie sopite.
Queste energie sono lì che aspettano te!
A mio parere sei stato in gamba fino ad ora! Sei riuscito ad arrivare al quarto anno. Io non butterei a mare tutti questi sforzi fatti ma proseguirei con maggior calma il percorso. Chiederei un aiuto ad insegnanti e compagni e mi metterei con intenzioni positive di andare avanti e finire l'anno.
Fermarti non ti servirà molto è solo rimandare il problema.
Rifletti bene.Parla e confrontati coi tuoi genitori senza innescare litigi.
Rasserenati un poco, sei tanto stressato e questo non ti aiuta. Adesso però, ci saranno le vacanze di Natale e potrai riposarti un pò.
Fatti aiutare da uno psicoterapeuta se ne hai possibilità.
Un caro saluto.
Dai, riprenditi, magari è una crisi momentanea.
Dott. Silvana Ceccucci Psicologa psicoterapeuta

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6735 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Michael,

purtroppo è abbastanza comune che a 14 anni non si abbiano le idee sufficientemente chiare per scegliere la Scuola Superiore. E quindi capita spesso che ci si penta della decisione presa, nel corso del tempo.
Ma se questo ti causa così tanta sofferenza dovresti parlarne innanzitutto con i tuoi genitori, se non l’hai ancora fatto, e valutare insieme a loro la cosa migliore da fare per te, per il tuo benessere.
Loro sapranno supportarti. Ricorda che non c’è niente di male a cambiare idea, può succedere a chiunque, ed è sempre un bene riconoscere di essersi sbagliati piuttosto che far finta di niente.
Quindi non aver timore di questo e va avanti per la tua strada, hai tutto il tempo.

In bocca al lupo,
Michela Vespa

Dott.ssa Michela Vespa Psicologo a Roma

74 Risposte

293 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Michael

Prova a parlare di questi dubbi e incertezze con i tuoi genitori o con qualche adulto di cui ti fida (insegnante, allenatore, etc)

Parlarne e confrontati con qualcuno può essere il primo passo...
Trova il coraggio: chiedi aiuto!

In bocca al lupo!

Dott.ssa Cristina Fumi
Psicologa/Psicoterapeuta - MIlano

Dott.ssa Cristina Fumi Psicologo a Milano

232 Risposte

228 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Crisi adolescenziali

Vedere più psicologi specializzati in Crisi adolescenziali

Altre domande su Crisi adolescenziali

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19250 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15550

psicologi

domande 19250

domande

Risposte 78200

Risposte