Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Vita affettiva e sessuale inesistente.. e tutto ciò che ne consegue..

Inviata da Morpheus il 19 feb 2016 Disturbo ossessivo compulsivo

Buonasera psicologi, sono un ragazzo studente universitario di 22 anni e ultimamente mi trovo in un periodo di empasse. Ho dei pensieri ossessivi ricorrenti riguardo la mia sessualità, sono gay e sono sempre stato un ragazzo iper ansioso e preoccupato. Ho provato durante questi anni ad avere degli approcci con ragazzi ma causa timidezza o variabili non dipendenti da me non sono riuscito a combinare niente.. quello che mi preoccupa però è il fatto che tutto ciò sta diventando il perno attorno al quale ruota la mia esistenza.. Io sento che ora mai arrivato a questa età mi manca un pezzo importante di vita ed è inutile negarlo.. Mi manca l'amore, l'affetto di un ragazzo, mi manca una figura maschile e sopratutto mi mancano il contatto fisico con i ragazzi.. Quando sono in giro per l'università o sui mezzi vedo molti ragazzi che mi potrebbero piacere e mi li mangio con gli occhi.. Ho mille fantasie sessuali ma mi sento un frustrato e perdente perché queste non si realizzano mai. Ci penso in continuazione, vorrei fare altro ma non ci riesco.. ho una situazione disastrosa con l'università a causa di questi pensieri che occupano gran parte della mia giornata.. ho smesso di uscire perché nulla mi dà più piacere e sento solo questa mancanza. C'è da dire che io alimento molto questi miei comportamenti con la pornografia.. Ho provato a conoscere qualcuno ma o per colpa o per colpa loro, perché magari hanno in testa qualcun altro o l'ex oppure non gli interesso non si combina mai niente.. e io cado sempre di più in un vortice di demotivazione e abulia.. non riesco più ad immaginarmi in un futuro, non ho neanche più voglia di provare a costruirlo.. E' da così tanti anni che sono solo che non ce la faccio più.. aiutatemi datemi qualche consiglio, io voglio placare questi pensieri ma non ci riesco, sono come una droga...

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Caro Pr
non è possibile considerarsi un perdente in così giovane età e questa è solo una idea sbagliata che lei si è messo in testa.
La sessualità, per ogni essere umano, è qualcosa di unico che si esprime in base alla propria personalità in tempi e modi specifici e nessuno dovrebbe avere in testa questa idea di essere in ritardo o quanto altro.
La cosa da correggere nel suo comportamento è una buona dose di insicurezza, la mancanza di un preciso senso del suo valore e quella "timidezza difensiva" che attualmente le impedisce di instaurare relazioni o anche solo degli approcci di conoscenza rilassati.
Comunque sia io credo che se lei riuscirà anche solo un poco a rilassarsi e migliorare la sua autopercezione, potrà uscire da questa situazione in modo naturale.
Forse con un aiuto terapeutico potrà essere agevolato questo processo evolutivo che ora è un pochino bloccato e narcisisticamente rivolto su di sè.
Un caro saluto
Dott. Silvana Ceccucci Psicologa Psicoterapeuta

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6780 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile lettore,
lei si è dichiarato gay e parla del suo comprensibile disagio relazionale ma, a tratti, è poco chiaro.
Le manca "l'affetto di un ragazzo" oppure "il contatto fisico con i ragazzi"?
E chi le dice che i ragazzi che potrebbero piacerle abbiano analogo orientamento sessuale?
In realtà, il problema vero è una buona integrazione tra affettività e sessualità e non si capisce quale delle due istanze prevalga in lei, posto che a mio avviso si dovrebbe partire dalla prima.
All'uopo, al di là dell'orientamento sessuale occorre aver maturato o desiderare di maturare delle competenze sociali che includono capacità comunicativa, assertività, autostima.
Queste sono caratteristiche di cui lei si riconosce deficitario e che non si improvvisano ma che lei può cercare di acquisire in un percorso di psicoterapia che le suggerisco di intraprendere e che potrà chiarire anche altri aspetti controversi o confusivi di cui sopra.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6674 Risposte

18716 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buona sera a Lei Pr, è ben comprensibile che, data anche la Sua giovane età e quindi la forza dei Suoi impulsi sessuali, Lei soffra molto per la Sua difficoltà a soddisfarli. Le ragioni possono essere molteplici, a partire dalla timidezza ( che affligge molte persone negli approcci amorosi ) sino a ragioni magari più complesse e profonde. E' assolutamente normale avere intense fantasie sessuali. E' indice di una intensa sana sessualità. Circa la fruizione della pornografia, anche questa è ben comprensibile, magari accompagnata da attività di autosoddisfacimento ( per usare un'espressione "politicamente corretta " ) Perciò non capisco ben cosa intende quando dice che tramite essa Lei alimenta molto questi comportamenti. Quali comportamenti ? La timidezza o cosa altro ? Un consiglio potrebbe essere che Lei consideri che la Sua difficoltà nel concretizzare occasioni di rapporti sessuali è comune a tantissime persone, sia etero che omo sessuali.
E quindi magari anche un ragazzo che Le piace potrebbe essere timido come Lei. Un amico, ( e anche io ) Le direbbe di farsi coraggio. Ma se sente di non riuscirci, bè questo non è un fallimento ma il sintomo di una difficoltà più profonda. Sopratutto quando dice che ormai ne soffre da molti, troppi, anni.
Allora un bravo terapeuta potrebbe certo aiutarLa.
Con simpatia e i migliori auguri. Dr. Marco Tartari, Asti

Dott. Marco Tartari Psicologo a Roatto

714 Risposte

417 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentilissimo,

sta vivendo una condizione che le crea sofferenza. Immagino che sia difficile sciogliere questi nodi. Penso che le sarebbe utile un aiuto. E' difficile poter attivare un intervento immediato così a distanza. un saluto, dr.ssa Bellavia

Dott.ssa Ilaria Bellavia Psicologo a Firenze

6 Risposte

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno,
Da quello che scrive si sente molto la sua sofferenza. Parla di un suo momento di grande difficoltà dovuto alla mancanza di una relazione significativa nella sua vita. Questa mancanza la sente in modo molto forte, parla di pensieri ossessivi frequenti che limitano le sue capacità in diversi ambiti e che la portano a chiudersi. Provi a rivolgesi ad un terapeuta per capire da dove proviene la sua insicurezza. Rimango disponibile per ogni chiarimento. Un caro saluto, dott.ssa Valeria Bugatti

Dott.ssa Valeria Bugatti Psicologo a Roma

105 Risposte

46 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Lettore,
ci ha descritto una situazione di difficoltà e fatica che la porta, ad oggi, a provare demotivazione e, scrive, abulia. Nonostante questo, ha trovato le energie per chiedere aiuto e continuare a cercare una soluzione: cosa le ha permesso di farlo? Dove ha trovato questa energia?

Le storie che ha vissuto sinora non sono andate come lei desiderava, eppure ci sono state. Riesce a ricordare un momento, in una di queste relazioni, in cui le cose sono andate bene? Prima di rispondere, dedichi qualche minuto a pensare a queste storie.
In caso di risposta affermativa, cosa accadde, in questi momenti? Cosa permise al momento di essere positivo?

Resto a disposizione per approfondimenti e riflessioni.
Un saluto
Dott.ssa Francesca Fontanella

Dott.ssa Francesca Fontanella Psicologo a Rovereto

1030 Risposte

2030 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Disturbo ossessivo compulsivo

Vedere più psicologi specializzati in Disturbo ossessivo compulsivo

Altre domande su Disturbo ossessivo compulsivo

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19800 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15700

psicologi

domande 19800

domande

Risposte 79250

Risposte