Vi prego aiutatemi sto troppo male

Inviata da Disperata · 21 set 2020

Avevo scritto della mia storia qualche giorno fa ma non ho ricevuto risposta.. Io sto male davvero.. Ho di nuovo ansia ed attacchi di panico perché non so quale decisione prendere.. Vorrei lasciare il mio compagno perché penso possa essere la strada per la serenità ma non riesco.. Sia perché lo amo ancora, nonostante tutto, sia perché abbiamo una figlia e devo pensare anche a lei ed infine ho da poco perso il lavoro, la casa è sua e non ha intenzione di lasciarla.. Non so come muovermi.. A volte penso magari è vero che non mi ha tradita ma tutte quelle menzogne, le attenzioni che ha riservato ad un estranea anziché a me che chiedevo solo mi stesse vicino o almeno mi mettesse al corrente di ciò che stava succedendo.. Se ha smesso di amarmi doveva dirmelo anziché confidarsi con una collega, forse solo per avvicinarsi a questa e con me non aveva dialogo ma indifferenza e come si fa a rimanere in silenzio quando la tua compagna sta male e ti chiede chiarimenti? Io penso sia possibile solo quando non si ama più... Forse se non lo amassi più nemmeno io sarebbe più facile continuare a conviverci ma non così.. Ho sempre la paura mi nasconda qualcosa, mi menta e mi rendo conto di essere diventata pesante ed assillante ma lui anziché capire o farmi ritornare la fiducia in lui mi mette più dubbi.. Si altera, perde il controllo, dice che devo fidarmi e basta, a scatola chiusa.. Ha cancellato i msg anziché farmi leggere e farmi tranquillizzare e rendermi conto che fosse solo un amicizia, perché? Sicuramente non era solo un amicizia altrimenti non ci sarebbe stato nulla da nascondere.. Speravo di trovare spiegazioni nella collega ma niente.. Anzi mi ha messo più dubbi.. Elogiava lui, dicendo di stare tranquilla che anche quando lavorano non guarda nessuna, non fa commenti.. Lei queste cose come lo nota? Ha dell interesse per lui? Ho passato dei mesi di inferno, non mangiavo e dormivo poco lui a parte qualche volta che ha pianto con me diceva di smetterla, di andare avanti, di non pensarci che non c era niente con questa.. Comodo per lui andare avanti.. Il fatto è che anche prima già non mi cercava e se lo cercavo io mi rifiutava, dicendo pure che ero fissata e che gli mettevo l ansia.. Ha cominciato a dire che non so baciare (ha provato altre?), che quando ballo o scherzo sono infantile (sono sempre stata così ma lui ha detto che pensava che con il tempo avessi smesso visto che sono adulta, quindi da adulti non si "gioca", non si scherza più?)... In un messaggio che ho letto che si sono scambiati lei le scriveva di fregarsene dell amore che sicuramente mi voleva bene ed anch io e che IO lo rispettava (lui no?), di pensare al bene di sua figlia che dipendeva dal mio benessere e di stabilire delle priorità.. (non so cosa gli ha scritto lui, lui mi ha detto che le ha solo detto che eravamo distanti, ma se fosse così lei come ha dedotto il resto? Questa cosa mi puzza.. Poo perché cambiare chat e cancellare i msg? Io sono gelosa ma niente di patologico eh! Lui invece zero! Forse proprio perché non ha interesse per me! Lui on un altro messaggio scrive scusa, mi faccio pena da solo e lei risponde non ti preoccupare lo capisco, speriamo di non combinare guai con questi msg di notte... (lui mi ha detto che si è scusato perché quando era con lei non voleva che gli altri li vedessero e pensassero male ma mica ha detto a me qualcosa o si è scusato con me! Con lei!)erano andati dopo il lavoro al bar insieme sulla macchina di lui.. Ora.. Sono pazza io a vedere che qualcosa sotto c'è o faccio bene a non fidarmi e visto che non riesco a superare la cosa dovrei lasciarlo? Io mi sento delusa dal suo comportamento, ferita, tradita a prescindere perché 1 gli ha fatto lo stesso regalo che ha fatto a me quando ci siamo conosciuti, 2. Si è confidato con lei e non con un amico e chissà per quale motivo 3. Ha parlato, creato complicità con lei quando io ero lì a chiedere di parlare, avere un dialogo, cercare di risolvere.. Lui in che modo così facendo voleva risolvere? Che poi di questa collega prima che scoprissi le cose me ne parlava.. Mi diceva che era rompiballe, antipatica.. Però evidentemente mentiva visto che poi le fa un regalo (il giorno prima mi ha portata a pranzo fuori), le fa promesse e le confida cose di noi... Aiutatemi.. A trovare la forza di continuare ingoiando il boccone amaro o a lasciarlo. Così non vivo più. Sopravvivo al max. Un altra cosa all inizio della situazione sono andata per un po' a stare dei miei e lui mi diceva di tornare per non allontanarlo dalla figlia (non perché voleva stare con me) ed ora mi dice che vuole stare con me (ma non sa se mi ama e se glielo chiedo si altera) ma secondo me lo fa per la figlia, per la facciata..
Io non mi meritavo tutto questo, sono stata sempre onestà con lui, gli ho sempre raccontato tutto e l ho sempre rispettato..il fatto che lui invece condividesse le cose con un altra mi fa arrabbiare perché se non mi voleva più doveva dirmelo prima di fare i suoi comodi in giro.. Questo lo trovo scorretto come lo è il fatto che non si è preso la responsabilità di parlarmi, di cercare la strada del dialogo. Tutt ora quando dico che sto male mi ignora come prima praticamente.. Non abbiamo più sogni, futuro insieme..

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 22 SET 2020

Buongiorno, mi dispiace molto per la sua sofferenza e il suo tormento. Purtroppo non troverà qui le risposte che cerca. La situazione che lei descrive è complessa e la decisione non può essere delegata a nessun altro che a lei o a voi come coppia.
Quello che emerge dalle sue parole è certamente il suo tono rivendicativo: lei sente di essere stata trattata male, ferita, tradita e ora vuole in qualche modo giustizia. Non dimentichi che un dialogo è fatto anche di ascolto, di comprensione delle ragioni dell'altro. Quello che voglio dire è che per comunicare non si può partire dall'idea che solo noi abbiamo ragioni valide mentre l'altro è nel torto e basta. Perchè in questo modo l'altro si difenderà e un modo per difendersi è ignorarci. Quando una coppia entra in stato di crisi è la relazione che soffre e la relazione è qualcosa di costruito insieme. Credo che abbiate bisogno di riuscire a fermarvi e parlarvi con calma, dopo avere placato la rabbia, in questo senso potrebbe esserle utile cercare un supporto psicologico. In alcune città, come Torino dove io lavoro, ci sono centri convenzionati con il pubblico che offrono sostegno alle famiglie in difficoltà.
Dott..ssa Franca Vocaturi

Franca Vocaturi Psicologo a Torino

177 Risposte

106 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 SET 2020

Gentile Signora,
comprendo che la situazione è oltremodo difficile ed impegnativa, il suo grado di sofferenza elevato. Occorre fare chiarezza dentro di se e in un momento successivo altresì in coppia.
Quando si sta male nel cuore tutto diventa pesante, l'ansia emerge e l'anima soffre, tuttavia pensare e rimuginare sulle cose passate, su ciò che è accaduto non gioverà alla propria salute psicologica.
Di conseguenza è necessario chiedere aiuto, non si può vivere nel rancore, anche se chiedere aiuto costa fatica ed è difficile e impegnativo.
Il rischio è quello di affezionarsi alla sofferenza, si affidi con fiducia a qualcuno, è un dono che guarisce il proprio cuore,
i miei migliori auguri
dr.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2691 Risposte

2217 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 SET 2020

Salve,
ho letto con attenzione ciò che ha scritto e arriva chiaramente ciò che prova, la suo sofferenza, i suoi dubbi, la sua confusione.
Lei chiede una conferma sul comportamento di suo marito ed un consiglio su ciò che è meglio fare, come dovrebbe comportarsi. Purtroppo però non è qui possibile esaudire la sua richiesta, fare una scelta da esterni sul suo futuro (nonchè di suo marito e di sua figlia) non la alleggerirebbe da tutto il peso che si sta portando dietro e credo vivamente, purtroppo, che sarebbe oltremodo dannoso.
Il mio consiglio è dunque quello di intreprendere un percordo individuale che le permetta di far ordine nei suoi pensieri e nelle sue emozioni, in maniera tale da avere la possibilità e la chiarezza per potere poi prendere in maniera autonoma la decisione più giusta per lei, con il sostegno di cui ha bisogno!
Dott.ssa Sabrin Amer

Dott.ssa Sabrin Amer - Psicologa Psicologo a Campi Bisenzio

8 Risposte

12 voti positivi

Fa terapia online

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 SET 2020

Cara signora,
la sua richiesta di aiuto così dettagliata indica la grande sofferenza che sta vivendo, ma anche la consapevolezza e la motivazione ad uscirne. Utilizzi questa sua forza come motore trainante per risolvere le problematiche facendosi aiutare da un professionista in grado di sostenerla in questo momento di difficoltà, perchè mi creda la possibilità di stare meglio esiste.
Un abbraccio
Dott.ssa Roberta Sossai
Psicologa clinica

Dott.ssa Sossai Roberta Psicologo a Pordenone

18 Risposte

9 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 SET 2020

Be' che dire, la risposta già te la sei data. Se oggi lavoravi ed avevi una casa tua le valigie del tuo compagno stavano fuori la porta. Ormai il rapporto è finito. Ritorna a casa dai tuoi e ricomincia ad organizzare la tua vita.

Dottor Walter Russo Psicologo a Santa Maria Capua Vetere

6 Risposte

3 voti positivi

Fa terapia online

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 SET 2020

Buongiorno, si sente ferita,tradita da un uomo che contribuisce a confondere piuttosto che chiarire la natura dei suoi sentimenti. In questi casi di confusione è difficile scegliere a cosa affidarsi di quello che si sente dentro, ed il rischio, è tradire se stessi. Prima di porsi il problema di cosa fare, cosa scegliere, è necessario fare un'adeguata chiarezza dentro di sè, e questo, richiede l'aiuto di un professionista. E' difficile tentare di affrontare da soli un momento così delicato ed è consigliabile intraprendere un percorso psicoterapeutico.
Cordialmente, Dr. Massimo Franco

Dott. Massimo Franco Psicologo a Ancona

39 Risposte

14 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 SET 2020

Gentile signora,
Le sue emozioni e il suo malessere meritano di essere accolti e gestiti insieme ad un professionista.
Ha tutta la mia solidarietà e le posso dire che il fatto di scrivere qui è già indicativo della forza che può avere per iniziare a stare meglio.
Dr.ssa D'Amico Maria-Francesca

Dott.ssa Maria-Francesca D'amico Psicologo a Selvazzano Dentro

76 Risposte

39 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24150 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17050

psicologi

domande 24150

domande

Risposte 86900

Risposte