Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Vi prego aiutatemi a capire...sono disperata su come devo comportarmi

Inviata da Camonita Alfina il 15 gen 2017 Terapia di coppia

Salve sono jessica,20 anni. Sto con il mio ragazzo da 5 anni ,lui è tutto per me,mi capisce nonostante il mio carattere un po' difficile,mi ha sempre ascoltata e trattata come una principessa,da un po' di tempo abbiamo iniziato a parlare di futuro iniziando a progettare la nostra vita futura insieme,casa e figli,direi che siamo pazzi l'uno dell'altra e abbiamo entrambi trovato la persona con cui passare il resto della nostra vita e giorno dopo giorno ci rendiamo conto che non possiamo stare senza l'uno dell'altra.beh ci siamo proprio ritrovati :) C'è però un grande problema che ci sta impedendo di creare il futuro come vogliamo e sta rendendo la nostra storia una lotta ogni giorno ,parlo dei miei genitori. Loro sono sempre stati contrari alla mia relazione nonostante sembrava lo avevano accettato in casa,e che volevano capirmi non ci stanno riuscendo affatto. A loro non piace la famiglia del mio ragazzo per diverse motivazioni e hanno anche dei pregiudizi su di lui,pensano che non sia fatto per me e che posso meritare di meglio perché purtroppo lui ad oggi non ha ancora una posizione stabile a lavoro e pensano non potrebbe darmi tutto quello che i miei genitori fino ad oggi non mi hanno mai fatto mancare. Sono 5 anni che proviamo ad andare avanti passando sopra a tutte le ingiustizie che dicono sul mio ragazzo,sui pregiudizi che hanno per la sua famiglia e che non si fidano del nostro rapporto che secondo loro non sarà duraturo. Abbiamo provato tantissime volte a parlare con loro ma loro in quest ultimo periodo non vogliono più sentire parlare di lui e mi impediscono addirittura di vederlo perché pensano che la loro idea su di lui non cambierà mai ed è giusto che siano loro a dare una fine alla nostra storia secondo la loro mentalità antica e contorta. Noi siamo disperati pensiamo che tentare di fare passare del tempo per farli calmare un po' sia inutile e ci fa solo del male a noi che ci stiamo lontani. Loro non vogliono capire e addirittura sono arrivati a dirmi che se scelgo di stare con lui io posso dimenticarmi di avere avuto una famiglia perché non lo accetteranno mia in casa loro una persona che non vedono fatta per me . Vorrei un consiglio visto che sono costretta dalla situazione che vivo ogni giorno. Se devo fare una scelta è giusto "abbandonare" la mia famiglia per l'uomo della mia vita? Io voglio stare con lui ,loro non vogliono capire che non sono più bambina e ho bisogno di lui accanto. Grazie in anticipo.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Jessica,
un conto è progettare e sognare la vostra vita insieme e un conto è realizzarla. Non ci dici se tu lavori o no, in ogni caso se tu non lavori e lui neppure, come pensate di portare avanti una convivenza pagando le spese di una casa da soli e una famiglia, mantenendo i vostri figli? è chiaro che se decidi di vivere con lui, i tuoi non ti pagheranno mai le spese, stando a quello che racconti. Probabilmente i tuoi genitori ci pensano a tutti questi aspetti concreti del tuo sostentamento, quando ti dicono di lasciarlo perdere. Mi spiego meglio: se né tu né lui lavorate, come pensi di pagare un affitto, il cibo, elettricitá, acqua, riscaldamento, vestiti, altri generi di prima necessitá e cose secondarie come hobby e tempo libero? Anche volendo ridurre tutte le spese ai minimi termini, considera che almeno 600 euro al mese (ma anche di piú se ti trovi in nord Italia) ti partono per mantenere tutte queste cose.
Pertanto se volete vivere la vostra storia, dovete dimostrare entrambi di farcela con le vostre sole forze e senza l'aiuto dei tuoi genitori. In che modo? prima di tutto costruendovi un'indipendenza economica, ovvero avendo un lavoro che vi permetta di mantenervi.
Discutere con i tuoi a parole, non serve a molto, anzi ha solo come effetto di farli arrabbiare di piú. Piú che di parole, con loro c'è bisogno di fatti concreti: quando entrambi mostrerete loro con i fatti che siete in grado di cavarvela con le vostre forze, probabilmente loro rivedranno la loro opinione su di lui e sulla vostra storia.
Il mio suggerimento quindi è quello di non scegliere subito tra lui e la tua famiglia, piuttosto prenditi tempo per costruire la tua indipendenza da loro. Visto che dici di non essere piú una bambina, sono sicura che non ti sará difficile renderti indipendente da loro per poi costruirti la vita che desideri col tuo ragazzo.
Vi auguro tutto il meglio.

Cordiali saluti,

dott.ssa Elisa Canossa, psicologa psicoterapeuta a Padova e Sustinente (MN)

Dott.ssa Elisa Canossa - Studio di psicologia e psicoterapia Psicologo a Sustinente

712 Risposte

2121 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20100 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15450

psicologi

domande 20100

domande

Risposte 77900

Risposte