Vi prego aiutatemi a capire

Inviata da Laura Rossi · 23 mar 2020 Terapia di coppia

Salve,
Sono una ragazza di 32 anni e ho bisogno di chiarezza verso una relazione che ho dovuto chiudere un mese fa.
La relazione è iniziata un anno fa, ma conosco lui da più tempo essendo il mio collega. Ha avuto dei grossi problemi familiari, ed in quel periodo è stato lasciato dalla sua ex ( una donna bipolare). Successivamente è iniziata la relazione tra di noi. All'inizio non riusciva a dimenticare la sua ex poi si sono aggiunte delle paranoie relative ad un certo "truman show". Sostanzialmente pensava che a lavoro c'era complotto contro di lui, che eravamo tutti attori; una volta siamo andati al mare e si era fissato con questa storia, mi disse "Ti daranno l'oscar vero?".
A questo si è aggiunta poi una gelosia esagerata; dapprima con un mio collega e successivamente addirittura con il padre. Ha confessato tutto anche a loro, rendendo la situazione davvero agghiacciante. Io sono stata definita più volte una "prostituta" nella maniera più volgare che non vi sto qui a citare e ovviamente è scoppiata una grossa discussione sia a lavoro, che a casa con i suoi genitori.
Dice che ho degli sguardi strani, che anche loro (il mio collega e suo padre) hanno gli stessi e che probabilmente o lo tradisco o faccio parte di un complotto. A lavoro quindi studiava ogni mia mossa, una volta addirittura come mettevo le mani pensando fosse un segnale, da dare a chissà chi!
Ora; io sono devastata e gli ultimi due episodi riguardano delle liti in macchina nel mentre guidava: una volta si è preso a pugni il viso, creandosi delle ferite e facendosi uscire il sangue. La seconda e ultima volta dove ho chiuso, è stata quando ha preso a pugni lo specchietto retrovisore, andando a sbandare verso l'altra corsia. Non è accaduto nulla ma non posso rischiare la vita così.
Premetto che ha iniziato da diversi mesi la terapia psicologica e psichiatrica e da quel giorno la gelosia è aumentata (richiedeva selfie per capire se effettivamente gli dicevo la verità; controllo del telefono ecc) ed idem le sue paranoie. Gli è stato detto solamente che ha dei pensieri veloci che non riesce ad organizzare e per ora deve prendere una minima dose di una piccola che viene data per la schizzofrenia. Dovrei preoccuparmi anche per questo?
Io non so che dire, sono sconvolta perché ovviamente la mia famiglia che non sa tutte la varie faccende, sono contro il rapporto con lui. Dopo un anno di pianti, di urla, mi sono impaurita e mi chiedo sempre se questa persona possa arrivare ad una violenza fisica.
Dopo il mio distacco mi ha detto per la prima volta ti amo, regalato un anello e provato a riconquistare in tutti i modi (regali, coccole). Ovviamente si è instaurato in me il dubbio classico: "forse ha capito? forse cambierà? forse è solo un momento".
Successivamente una volta ha continuato ad insultarmi per telefono, dicendo che io sono una capra e una settimana fa, mi ha contattato dopo circa un mese di assenza, dicendomi che si è fatto un tatuaggio dedicato a me, inviandomi una canzone scritta da lui per me e poi dicendomi che è uscito con un'altra.
Ma che comportamenti sono?!?
Io non mi riconosco più, sono un mare di dubbi e gliene ho fatte passare troppe, eppure sono ancora qui che vacillo.

Vi ringrazio di cuore

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 24 MAR 2020

Cara Laura,

nella sua lettera parla di una relazione in cui sin dall'inizio ha vissuto importanti problemi e difficoltà con l'uomo che ha poi deciso di lasciare, dopo un episodio in cui ha avvertito il rischio per lei stessa, perchè eravate in auto insieme.
I comportamenti descritti e messi in atto dal suo ex esprimono una forte instabilità e mancanza di controllo. In questo momento poi in modo particolare, è come se tra voi ci fosse un elastico che porta lui a cercare di avvicinare lei quando prende le distanze, e poi, una volta avuta vicina la allontana di nuovo offendendola e ferendola.
Da quanto scrive di fronte a gesti eclatanti di lui, come ad esempio sentirsi dire "ti amo" oppure ricevere un anello, la domanda che le salta alla mente è se possa essere cambiato.
Mi auguro che il suo ex riesca a risolvere le sue difficoltà attraverso il lavoro fatto con lo psicoterapeuta e lo psichiatra; nel frattempo è però importante che anche lei possa prendersi cura di sè, a maggior ragione perchè dice di non riconoscersi più. E' importante che possa rielaborare insieme ad un terapeuta i tanti avvenimenti che ha vissuto in questo ultimo anno in cui l'amore si è mischiato alla sofferenza, alle offese, alla paura ed aggressività. Così facendo avrà modo di ritrovare il filo, di sentire quanto riesce ad essere al sicuro accanto a questo uomo e cosa prova per lui una volta fatto ordine tra i vari avvenimenti. Ciò potrà aiutarla ad uscire da un turbinio composto da dubbi, incertezza e speranza di cambiamento.


Un caro saluto.

Dott.ssa Marta Pedreschi Psicologo a Castelnuovo di Garfagnana

7 Risposte

25 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

25 MAR 2020

Gentile Veronica, lei sembra avere una dipendenza psicologica da quest'uomo. L' unica cosa che dovrebbe fare è
cominciare a prendersi cura di sé stessa. E'bene chiarire che lei personalmente non potrà aiutare in nessun modo
quest'uomo al quale si è legata, persona con grosse problematiche di natura, a quanto sembrerebbe emergere da ciò che
riferisce, di natura psichiatrica. Dunque si tolga dalla mente l'idea di poterlo salvare, non ne ha le competenze ed inoltre non è
questo il suo ruolo. Non si torturi per cercare di capire se lui la ama oppure no, ma piuttosto intraprenda un percorso di
psicoterapia che la possa aiutare. Questa è la via maestra per avere le risposte che cerca. Cordiali saluti.

Dottoressa Noccioli Daniela Psicologo a Cascina

105 Risposte

51 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 MAR 2020

Gentile Veronica,
lei non dovrebbe vacillare ed ha fatto oviamente bene a chiudere la relazione un mese fa anche per salvaguardare la sua salute fisica e mentale.
Il ragazzo ha bisogno di valide cure anche farmacologiche e non può essere lei a curarlo.
Anzi, per essere tranquilla e non sviluppare inappropriati sensi di colpa, anche lei farebbe bene a chiedere un sostegno psicologico.
Cordiali saluti.
Dr Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6934 Risposte

19257 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 MAR 2020

Cara Veronica,
La situazione del suo ex compagno è abbastanza complicata ed è forse il suo stesso comportamento altalenante che crea il lei questa impasse.
Le consiglierei una terapia per poter capire di cosa ha bisogno, ma anche che cosa la tiene legata a questa persona e in che modo ciò sia legato alla sua storia personale
Un caro saluto
Cristina Dordolo

Dott.ssa Cristina Dordolo - Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Udine

8 Risposte

4 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 MAR 2020

Veronica lei vacilla? Mi sembra che la situazione per come la descrive le sia ben chiara.

Anonimo-178303 Psicologo a Ciampino

97 Risposte

34 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 MAR 2020

Gentile Veronica,
la situazione che lei descrive rispetto al suo partner è complessa. Lui sta attraversando un momento difficile della sua vita e ha bisogno di tempo per trovare una certa stabilità emotiva e psicologica. Gli atteggiamenti che lui ha e ha avuto nei suoi confronti sono un'espressione della sua sofferenza e sono indipendenti da lei e dal rapporto che tra voi eventualmente si è stabilito.
Sarebbe importante anche per lei rivolgersi ad un professionista per poter superare questa fase e prendersi il tempo necessario per fare scelte consapevoli.
Resto a disposizione.

Cordiali saluti.

Dott.ssa Barbara Furlano
Psicologa, Psicoterapeuta
Specialista in Psicologia Clinica
Asti (AT), Alba (CN)

Dott.ssa Barbara Furlano Psicologo a Asti

75 Risposte

143 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 22950 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16600

psicologi

domande 22950

domande

Risposte 84250

Risposte