Non puoi recarti in nessun centro?
Trova uno psicologo online
Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Vi accorgete se vi prendono in giro?

Inviata da Regina il 25 lug 2018 Psicologia risorse umane e lavoro

Perché io ho fatto la prova presentandomi da psichiatri e psicologi diversi, e sono riuscita a simulare disturbi molto diversi, ricevendo diagnosi differenti. I disturbi d'ansia e di depressione sono le diagnosi più quotate....basta dire che ci si sente sente così stanchi e privi di energie, e che si ha tanto sonno...che si hanno problemi ad addormentarsi che ci si sente a disagio nelle situazioni sociali perché si ha paura di essere presi in giro, e vedi che parte subito la diagnosi....cioè ma non capite se la persona che avete davanti si sta solo divertendo....posso assicurarvi che non ve ne accorgete. Penso che sia molto pericoloso, perché a parte gli scherzi di me che mi diverto così, non penso che sempre un paziente sappia descrivere i propri sintomi....metti che avete una persona che esagera tanto per fare il dramma e cercare attenzioni, e ne è inconsapevole, voi lo curate per l'ansia, mentre questa persona ha problemi completamente diversi. Metti che il paziente è ipocondriaco e conosce i sintomi di vari disturbi, e ve li elenca, gli diagnosticate la depressione, e lo curate per quello? Chi vi dice che chi avete davanti non sappia di psicologia, e conosca tutti i sintomi di tutte le patologie?Male, molto male.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Utente,

lei è male informata. Lo psicologo/psichiatra/psicoterapeuta che dir si voglia è una figura ben diversa dall'investigatore e si basa sulle informazioni che il paziente gli fornisce. Tra paziente e terapeuta infatti si stabilisce un accordo terapeutico il cui obbiettivo non è smascherare l'altro o sfidarlo ma lavorare insieme alla risoluzione del problema.
Se lei dunque non stima queste tecniche le consiglio di non approcciarvisi più. Peccato per queste sue resistenze al trattamento, dal fatto che lei tragga divertimento da queste attività intuisco che ci siano in lei degli elementi disfunzionali su cui varrebbe la pena lavorare.

Cordialmente,

Dott.ssa Silvia Picazio

Dott.ssa Silvia Picazio Psicologo a Roma

343 Risposte

122 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Regina,
trovo il suo modo di “divertirsi”, come lo definisce lei, piuttosto particolare.
In sostanza chiede aiuto ad uno psichiatra/psicoterapeuta e poi “simula” un qualche sintomo per avere una diagnosi, il tutto accompagnato, mi sembra, da un atteggiamento piuttosto critico (“male, molto male”) sull’operato del terapeuta.
In pratica vuole verificare se il terapeuta si accorge che lei sta fingendo.

Personalmente cambierei la sua domanda: da “ma vi accorgete se una persona finge?” a “come mai vado da un terapeuta, invento un disagio e poi lo critico se non capisce che sto fingendo?”.

La invito a riflettere su queste dinamiche, che mi sembrano importanti e meritevoli di un approfondimento clinico.
Di solito una persona chiede aiuto ad uno psicoterapeuta non per “testarlo” ma perchè si trova realmente in difficoltà.

Mi fa un pò pensare alla necessità di mettere alla prova il terapeuta, per vedere se si può fidare o meno. Ma questi sono spunti su cui la invito a riflettere.

Tenga presente che, normalmente, la persona che chiede aiuto ad uno psicoterapeuta lo fa perchè sta veramente male, e non per gioco o per capire se il terapeuta conosce a sufficienza la psicologia/psichiatria.

Come hanno detto bene i colleghi il nostro lavoro non consiste soltanto nel formulare diagnosi più o meno azzeccate, ma nell’aiutare la persona ad affrontare il disagio che sta vivendo, in buona fede e in modo empatico.

Nel suo caso questo bisogno di “divertimento”, un pò “machiavellico”, mi passi il termine, finalizzato a mettere alla prova il terapeuta, e direi anche a svalutarlo, credo che rifletta aspetti del suo mondo interno che potrebbero essere oggetto di riflessione con uno psicoterapeuta.

Cordialmente,
Dott. Alberto Mordeglia

Dott. Alberto Mordeglia Psicologo a Busca

81 Risposte

118 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno,
la persona che 'entra' in terapia ha la motivazione di guarire da un malessere reale che qualche volta non sa descrivere a parole ma che emerge dai sintomi che riporta e che si può verificare attraverso tecniche in un percorso condiviso da terapeuta e paziente. Credo che come un disturbo fisico, quando si va dal dottore, sia importante che il paziente cerchi almeno di dire con sincerità cosa succede.
Ci sono poi diverse tipologie di disturbi psicologici e psichiatrici che vanno affrontati in modo diverso e che richiedono il supporto di figure che sono diverse nella loro professionalità come lo psicologo, lo psicoterapeuta e lo psichiatra.
La guarigione per gran parte di disturbi su basa anche sulla relazione terapeutica che è fatta anche di fiducia che si instaura nell' arco del procedere della terapia.
La fiducia è la base di tutte le relazioni e a volte è indispensabile un percorso psicoterapeutico per ritrovarla.
Cordiali saluti
Dott.ssa Vania Camerin psicologa psicoterapeuta

Dott.ssa Vania Camerin Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Conegliano

26 Risposte

24 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Utente,

A differenza di quello che lei può pensare una delle prerogative di uno psicoterapeuta a prescindere da quello che possa essere il suo orientamento è quello di lavorare in primis con le persone, l'etichette che definiscono un disturbo sono fondamentali cosi come la psicopatologia ma le persone molto spesso portano in stanza le sfumature quindi la sua paura che possa avvenire una diagnosi frettolosa o fuorviante è ingiustificata a mio avviso.

Saluti, Dott. VINCENZO RUBINO

Dott. Vincenzo Rubino Psicologo a Palermo

2 Risposte

1 voto positivo

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Psicologia risorse umane e lavoro

Vedere più psicologi specializzati in Psicologia risorse umane e lavoro

Altre domande su Psicologia risorse umane e lavoro

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16050

psicologi

domande 20750

domande

Risposte 80400

Risposte