Vengo criticato per ciò che pubblico sul mio stato di Whatsapp

Inviata da Luca · 9 set 2020

Ciao a tutti. Io sono un grande appassionato di anime e di manga e quando leggo i manga o guardo gli anime, di solito, faccio le foto e i video e li metto sul mio stato di Whatsapp. Il problema è che, ci sono due miei amici ( loro non leggono i manga e non guardano gli anime) che mi criticano e mi insultano! L'altra sera, per esempio, io e un mio amico, eravamo andati a casa di uno di questi mie amici e loro due, avevano cominciato a criticare i miei stati di Whatsapp e mi dicevano: " Hai rotto i c******i con questi stati" , " Se pubblichi tanti stati le ragazze si faranno una brutta idea su di te" ecc.... Cosa ne pensate? Premetto che io sul mio stato non scrivo nessuna frase offensiva rivolta a qualcuno, ma scrivo solo le citazioni dei personaggi dei manga/anime e pubblico i momenti che mi colpiscono di più

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 11 SET 2020

Ciao Luca! Comprendo molto bene la tristezza e forse anche la rabbia che può arrivare quando qualcuno ci giudica senza vedere aldilà del proprio naso. Io personalmente apprezzo molto la tua passione ( apprezzo sempre chi ha una passione, è una ricchezza non indifferente) proprio per questo ti consiglio di sentirti libero di portare avanti i tuoi progetti lasciando da parte il giudizio degli altri sopratutto quando questo non porta nulla di costruttivo.
Buona fortuna!
Dott.sa Galasso Giovanna.

Dott.ssa Giovanna Galasso Psicologo a Torino

3 Risposte

1 voto positivo

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 SET 2020

Salve Luca,
Capisco la frustrazione di non essere compresi, ma giudicati dalle persone che riteniamo amiche.
Scrivendo ciò, mi da l'impressione di volersi giustificare e capisco che agli occhi della maggior parte delle persone, i manga vengono associati ad una fase infantile, anche se (delle volte) nascondono significati ben più profondi. Il punto è che deve sentirsi libero di scrivere ciò che crede, senza pensare al giudizio altrui. Provi a non dare importanza alle loro offese e continui a fare quello che meglio crede, non bisogna cambiare per piacere di più agli altri.
Dott.ssa Antonella Bascià

Dott.ssa Antonella Bascià Psicologo a Milano

7 Risposte

6 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 SET 2020

Buongiorno Luca,
alle volte ci troviamo a vivere delle situazioni poco piacevoli, dovute al comportamento di persone che riteniamo amiche. Queste persone però possono ferirci e farci stare male, forse inconsapevolmente. Un valore che secondo la mia opinione ha grande importanza è la libertà personale. Lei sente il bisogno di condividere ciò che più le piace? Per di più, se non è qualcosa di offensivo, perché dovrebbe smettere? Forse per piacere più a loro? Ognuno in fondo ha i propri interessi e non è detto che tutti dobbiamo preferire le solite attività, hobbies, ecc.
Ritengo che la scelta migliore sarebbe di fare come meglio crede e secondo ciò che le suggerisce la sua sensibilità. Se volesse chiarire in questo senso, l'aiuto di un professionista potrebbe senz'altro darle una mano.
Cordialmente, Dottor Savasta.

Dottor Antonino Savasta Psicologo Clinico Psicologo a Pistoia

155 Risposte

138 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 SET 2020

Buongiorno Luca,
ciascuno ha le proprie passioni ed è molto sano pubblicarle, nel senso proprio di comunicarle e quindi magari incontrare altre persone con le quali poter scambiare. Oggi i social sono un'ulteriore nuova modalità di comunicazione e ciascuno li utilizza come meglio crede.
Non si senta a disagio se viene giudicato. Giudizio in primo luogo significa esprimere la propria idea al di là del giusto o sbagliato.
Rimango a disposizione.
Un cordiale saluto.
Dott. G. Gramaglia

Gramaglia Dr. Giancarlo Psicologo a Torino

511 Risposte

228 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 SET 2020

Caro Luca,
colgo preoccupazione e timore nel suo breve racconto.
Tuttavia fatico un poco a individuarne l’oggetto: è preoccupato dell’opinione e del giudizio dei suoi coetanei (sia ragazzi che ragazze)? Oppure si sta chiedendo se la manifestazione della sua passione tramite social sia in qualche modo sbagliata o fuori luogo?
Credo che la seconda preoccupazione, se sussiste, sia strettamente legata alla prima.
E’ abbastanza normale che se una propria passione (o valore) viene criticato da terzi, si arrivi a metterla in discussione noi stessi. E può capitare, conseguentemente a ciò, che ci sentiamo in qualche modo “diversi”. Dunque ricerchiamo rassicurazione e conferma in altri del fatto che è tutto a posto, che siamo e stiamo agendo secondo principi legittimi e considerati “normali”.
Ebbene, forse la questione a questo punto non è tanto il chiedersi se siano i suoi amici o lei ad “aver ragione” o meno, ma il soffermarsi a chiedersi come si sente lei in rapporto a chi esprime determinati giudizi su di lei e sulla sua passione.

La ringrazio per la condivisione,
resto disponibile per qualsiasi altra questione.

Dott.ssa Caterina Berti

Dott.ssa Caterina Berti Psicologo a Torino

28 Risposte

26 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 SET 2020

Buongiorno Luca, sia i manga che gli anime sono espressione della cultura giapponese, come lei ben sa meglio di me, all'interno della quale rivestono un ruolo particolare ed hanno un valore diverso da altri contesti culturali. Quindi, il valore ed importanza per i manga e gli anime dipende anche da una certa sensibilità verso questo tipo di espressione artistica. Critiche ma soprattutto gli insulti, sono espressioni che dicono molto in chi le fa piuttosto in chi le riceve. Il punto forse più stimolante e costruttivo per lei, potrebbe essere la possibilità di andare oltre tutto ciò tentando di comprendere cosa cerca di esprimere con il suo stato e a chi potrebbe essere rivolto. Questo punto riguarda la sua dimensione soggettiva, il suo mondo interno, ciò che lei ha chiamato "stato di Whatsapp.
Sereno proseguo, Dr. Massimo Franco

Dott. Massimo Franco Psicologo a Ancona

39 Risposte

13 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 SET 2020

Ciao Luca,
Non mi sembra di leggere quanti anni tu abbia, ma ti immagino un ragazzo giovane.
A volte tra coetanei, soprattutto se si è giovani, quando ci si trova di fronte a persone molto distanti dal nostro modo di fare, questo ci disorienta, ci infastidisce a tal punto da criticarlo amaramente. Forse è questo che fanno i tuoi amici che non condividono la tua passione.
Ti invito però a soffermarti su cosa esattamente ti da più fastidio di quelle critiche. Anche se eccessivamente aggressive, alcune possono essere la fonte di una riflessione.
Ad esempio: nella frase "le ragazze si faranno una brutta idea su di te" c'è qualcosa che ti preoccupa?
Sai confrontarci con gli altri ci permette di riflettere su quale parte delle critiche dei nostri amici ci tocca su un lato che in effetti vorremmo migliorare e cosa invece ci scivola addosso poiché lo riteniamo un mero giudizio inappropriato.
Gli amici sono anche questo. Anche se a volte non li sopportiamo, possono essere un modo per conoscerci meglio e per crescere insieme.
Un caro saluto,



Michaela Mortera

Dr.ssa Michaela Mortera Psicologo a Civitanova Marche

5 Risposte

3 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 SET 2020

Buongiorno Luca,
penso che ognuno sia libero di pubblicare quello che vuole, purchè non sia offensivo. Forse si tratta di capire perchè ai tuoi amici non piacciono quelle foto e quei video. Ma tu, che cosa vuoi trasmettere di te in questo modo? Che cosa toccano e svelano di te quei personaggi?
Dott.ssa Franca Vocaturi

Franca Vocaturi Psicologo a Torino

165 Risposte

100 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 SET 2020

Buongiorno Luca,
da quello che scrive sembra che questi commenti l’abbiano molto ferito; sarebbe importante domandarsi come mai resta in contatto con persone che la fanno sentire criticato e giudicato. L’amicizia d’altronde presuppone un’accettazione reciproca, anche laddove ci fossero differenze o passioni non in comune. Lei come risponde alle offese di questi ragazzi ? Sento che sarebbe importante per lei proteggere la sua posizione e mettere confini chiari, inoltre sarebbe bene domandarsi come mai è così sensibile a questo genere di critica, in quanto spesso il primo giudizio, quello più severo, è proprio il nostro.

Erika Morino Psicologa Psicologo a Genova

10 Risposte

3 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 23700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16800

psicologi

domande 23700

domande

Risposte 85650

Risposte