Vaginismo, non si più cosa fare

Inviata da Marika. 14 mag 2019 2 Risposte  · Vaginismo

Ciao a tutti, ho 25 anni e soffro di Vaginismo dall'adolescenza. Ricordo che ho sempre avuto una certa paura del sesso, e la prima volta di certo non mi ha aiutata affatto. Da quel giorno ho cominciato ad avere problemi ad avere rapporti sessuali.
È una cosa che non mi ha mai preoccupata, perché non mi interessava particolarmente avere un ragazzo. Ma ora, ammetto che la cosa sta cominciando a darmi fastidio, finisco per rifiutare le relazioni e ho perso molte persone con cui potevo intraprendere una bella relazione.
Ho già letto tutto sul Vaginismo, e finisco per scoppiare in lacrime, sono andata da una sessuologa, al consultorio, ma non mi trovo bene con lei... è come se sottovalutasse la situazione. Non posso permettermi una sessuologa a pagamento e neanche quei dilatatori che vengono per guarire il Vaginismo, non so se dirlo a mia madre, così da aiutarmi magari con le spese.
Non so proprio cosa fare.

paura , madre , ragazzo , relazione

Miglior risposta

Gentile Marika,
comprendo il disagio e la difficoltà nell'affrontare l'argomento ma...
la mamma è la persona piu' indicata per parlare di questo problema, insieme potrete affrontare la situazione e decidere la strategia migliore.
Consultare una professionista e decidere un intervento mirato le consentirà di vivere la sessualità con equilibrio ed armonia.
I miei migliori auguri
Dr.ssa Donatella Costa

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

Buonasera Marika, da quel che riferisce, credo che debba confidarsi con sua mamma per poi, in due, decidere come affrontare la situazione. Posso intuire emozioni quali imbarazzo, disagio e altro nel dover parlare di queste cose a sua madre (naturalmente, lei, può rivolgersi direttamente ad un centro pubblico dove la possano aiutare, tuttavia, sua madre o una persona di sua fiducia, potrebbe non farla sentire sola nell'affrontare questo momento). Il vaginismo (tolte eventuali problematiche organiche) è un sintomo del suo mondo emotivo che sta richiamando la sua attenzione. Per questo, la invito a non evitare di affrontare tale sofferenza ma, con l'aiuto di qualcuno per lei importante, si può rivolgere o a strutture con medici sessuologi (se preferisce, una donna), oppure può iniziare una psicoterapia, prima di sostegno (che l'aiuti ad interfacciarsi con questa sensibilità) e poi una terapia che l'aiuti a delineare più chiaramente i termini di ciò che la fa stare male, comprenderne le cause e trovare le modalità di gestione (emotive soprattutto e poi cognitive e comportamentali).
Buona fortuna
dott. Massimo Bedetti
Psicologo/ Psicoterapeuta
Costruttivista-Postrazionalista Roma

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

14 MAG 2019

Logo Dott. Massimo Bedetti Psicologo/Psicoterapeuta Dott. Massimo Bedetti Psicologo/Psicoterapeuta

652 Risposte

914 voti positivi

Domande simili:

Vedi tutte le domande
da un mese Non ce la faccio più non so più cosa fare, aiutatemi

7 Risposte, Ultima risposta il 24 Luglio 2018

non so piu cosa fare e come salvare la mia storia e non soffrire

4 Risposte, Ultima risposta il 26 Giugno 2017

Non so più cosa fare della mia vita!

4 Risposte, Ultima risposta il 16 Gennaio 2015

Aiuto, non so più cosa fare!

2 Risposte, Ultima risposta il 22 Dicembre 2016

Non riesco più a fidarmi di lui, cosa posso fare?

2 Risposte, Ultima risposta il 06 Marzo 2019

Non so più cosa fare col mio ragazzo

5 Risposte, Ultima risposta il 04 Marzo 2015

Non so più cosa fare nella mia relazione

7 Risposte, Ultima risposta il 19 Dicembre 2016