Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Uscirò mai da questo tunnel oppure no?

Inviata da Francesca il 11 ott 2016 Depressione

Salve a tutti,
ho 33 anni e da 10 anni soffro di depressione, ansia e fobia sociale (penso sia fobia sociale ma non ne sono sicura). Tempo fa assumevo una terapia farmacologica (affiancata a una psicoterapia iniziata molto prima della terapia farmacologica) che poi è stata interrotta per mio volere, senza essere seguita da uno specialista. È seguito un periodo di semi benessere per poi ricominciare a star male dopo qualche anno. Decisi allora di intraprendere nuovamente un percorso terapeutico che mi porto dietro ancora oggi con qualche modifica. Oggi come oggi la maggior parte del mio tempo la passo a dormire. Questo è uno dei sintomi che salta fuori? Si guarisce dalla depressione? Quanto tempo impiegherò a togliere i farmaci? A volte inoltre mi sembra che le persone e gli amici ridano o sparlino di me. Cosa significa questo? Cosa mi succede? Questa è fobia sociale o paranoia? Grazie mille della vostra risposta.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Francesca,
è difficile rispondere alla sue domande sapendo poco o niente di lei e della sua storia. In questo senso, lo psicoterapeuta che l'ha seguita avrà senz'altro una visuale migliore. Detto questo, i sintomi della depressione possono essere quelli da lei citati, come il dormire eccessivo e la poca voglia di uscire e frequentare altre persone. La cura farmacologica potrebbe essere interrotta ma, ovviamente, sotto stretto controllo medico e in virtù di una psicoterapia che la affianchi e la sostenga in questo iter. Mi spiego meglio: sia il medico che lo psicoterapeuta devono essere d'accordo sulla eventuale e graduale eliminazione ( o quantomeno riduzione) dei farmaci.
Una cosa che ha detto mi ha colpita: lei ha volutamente interrotto la psicoterapia senza il parere e il "benestare" del suo psicoterapeuta: solitamente questo è un atto inconsciamente aggressivo e mostra come ci siano ancora delle cose irrisolte in lei. Se non le affronterà, non lasciarà mai andar via la sua depressione, con la quale cerca probabilmente di narcotizzare tutta la rabbia che si porta dentro. Io le consiglio vivamente di riprendere una buona psicoterapia ad indirizzo psicodinamico (non so cosa aveva fatto in precedenza).
Resto a sua disposizione per eventuali chiarimenti. Cordiali saluti

D.ssa Cristina Giacomelli
Lanciano (CH) - Pescara

Dr.ssa Cristina Giacomelli Psicologo a Lanciano

294 Risposte

545 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Francesca, Lei afferma di soffrire di depressione ma i sintomi che descrive, il fatto che abbia interrotto una precedente terapia, e che ora l'abbia ripresa presumibilmente con altro terapeuta, fanno sospettare che non si tratti di "semplice" depressione. Non è ovviamente possibile una diagnosi on line sulla base di questi pochi dettagli. Inoltre mi chiedo perchè, pur essendo seguita da un terapeuta, senta il bisogno di chiedere informazioni sulla Sua situazione su queste pagine. Perchè non ne parla con il terapeuta che la segue ? Insomma credo che la situazione sia più complessa e che vada affrontata con molta determinazione da Lei e dal Suo terapeuta. Comunque dalla depressione si esce e se ne esce meglio e definitivamente con la terapia che con i farmaci.
Resto a Sua disposizione e La saluto cordialmente. Dr. Marco Tartari, Asti

Dott. Marco Tartari Psicologo a Roatto

721 Risposte

421 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Francesca,

alla cura farmalogica deve essere affiancata una cura psicoterapeutica.
Non ho ben compreso se quest'ultima c'è; in caso contrario individui un collega della Sua città con il quale poter inizare una psicoterapia.
Se invece ha già iniziato una psicoterapia, confidi questi timore al collega. Sono parte integrante della terapia stessa.

Dott.ssa Cristina Fumi
psicologa psicoterapeuta
milano

Dott.ssa Cristina Fumi Psicologo a Milano

233 Risposte

228 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Segua il suo Psicoterapeuta e il suo Medico specialista. Non e' un dovere, andarci, ma se ci va, faccia tesoro delle sedute di analisi e non guardi l'orologio per fare passare il tempo ed essere a posto con la sua coscienza.

Dott. Francesco Testa Psicologo a Napoli

123 Risposte

90 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Francesca,
la instabilità espressa sia nella cura farmacologica che psicologica dimostra che lei è una persona che difficilmente costruisce un rapporto di fiducia e questo va in linea col pensiero paranoico che le persone e gli amici sparlino di lei.
Agli psicofarmaci (che non sono privi di effetti collaterali) si ricorre quando la depressione è grave e non basta la sola psicoterapia a debellarne o attenuarne i sintomi.
Sicuramente si può guarire dalla depressione e più facilmente se si acquisisce un atteggiamento di umiltà che protegge dalla rigidità e dalla rabbia che molto spesso covano al di sotto della depressione stessa.
Chi è umile quasi mai diventa depresso!.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6723 Risposte

18819 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Francesca, la depressione è una patologia seria, causa di sofferenza per l a persona che a volte può percepita, come lei stessa suggerisce, come un tunnel da cui sembra impossibile uscire. Fortunatamente non è così. Oggi esistono una serie di studi scientifici che dimostrano come, attraverso una serie di tecniche utilizzate ad esempio in terapia cognitivo-comportamentale, è possibile intervenire CON EFFICACIA sui sintomi e sulla compromissione nell'essere aree di vita causata dalla malattia. Uscirne e ricominciare a vivere non è una speranza vaga, è un obiettivo concretamente raggiungibile a patto di rivolgersi a persone a specializzata che potranno fornirle in primis una diagnosi esatta sostenuta da un adeguato assessment e da test validati e standardizzati e in un secondo momento un percorso che abbia tappe e obiettivi chiari che la porteranno fuori dal tunnel.
Le auguro in bocca al lupo e resto a disposizione per qualsiasi cosa.

Dott.ssa Claudia Petrilli
Psicologa e Psicosessuologa ad orientamento cognitivo-comportamentale

Dott.ssa Claudia Petrilli Psicologo a L'Aquila

21 Risposte

10 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Francesca,
da quanto mi sembra di aver capito lei sta seguendo tutt'ora una psicoterapia affiancata alla terapia farmacologica.
In questo caso credo che nessuno meglio della sua/suo terapeuta possa aiutarla a rispondere a queste domande, dal momento che senz'altro la conosce meglio di noi.
Qualsiasi tipo di diagnosi fatta online potrebbe rivelarsi quantomeno azzardata in quanto servono una comprensione e una conoscenza molto piú ampie della persona di quelle che si possono ottenere in poche righe.
Ad ogni modo, sí dalla depressione si puó uscire, tuttavia non per tutti la strada é la stessa... Forse nel suo caso c'é ancora qualcosa che mantiene questo disagio su cui potete ancora lavorare con il/la collega.
Rimango a disposizione.
Cordialmente,

Annalisa Anni
Psicologa Psicoterapeuta Padova

Dott.ssa Annalisa Anni Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Padova

505 Risposte

916 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Depressione

Vedere più psicologi specializzati in Depressione

Altre domande su Depressione

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20200 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15850

psicologi

domande 20200

domande

Risposte 80000

Risposte