Università, lavoro e confusione

Inviata da Damiano · 29 mag 2017 Orientamento scolastico

Salve a tutti,
Ho 21 anni, sono iscritto all'Università e lavoro. Faccio un lavoro di vendita, che con un orario part-time e tanto stress mi permette di guadagnare abbastanza (circa 800). Tuttavia è un lavoro molto precario e con scarse prospettive. Ho iniziato subito dopo la scuola, per iniziare a guadagnare qualcosa e non pesare sui miei genitori, tuttavia le mie aspirazioni erano ben altre. Ho iniziato l'Università con scienze della comunicazione, avevo parecchi amici, ma dopo il primo anno pur avendo dato qualche esame ho scelto di cambiare, per le scarse prospettive lavorative. Sono passato ad economia, ma non ho frequentato le lezioni e non ho conosciuto nessuno, e non ho ad ora dato nessun esame. Per varie questioni rischio di perdere anche quest'anno universitario, trovandomi l'anno prossimo a ricominciare per la terza volta da capo. La cosa mi distrugge, sento che iniziare a lavorare troppo presto e troppo, arrivando oggi a guadagnare discretamente per la mia età ma senza una reale necessità (mi servono i soldi, ma non ho affitto da pagare, né bollette o altro..) sia stato un grande errore. Sento semplicemente di aver dato troppa priorità al lavoro, trascurando non solo l'Università, ma anche tutte le mie passioni (facevo politica, sport, leggevo...), il mondo lavorativo mi ha reso meno appassionato, più stressato, meno sognatore, e attualmente ho tanti dubbi su ciò che voglio fare della mia vita.
Questa incertezza e confusione, legata alla difficile situazione in famiglia mi causa continue e cicliche crisi, che non so se identificare come ansia o depressione, che diventano sempre più frequenti e forti, arrivando da poche settimane sull'orlo del pianto. Il mio umore, le mie ansie, le decisioni che prendo, cambiavano nell'arco di mesi, ormai cambiano nell'arco di una giornata.
Sento di star sbagliando tutto, di star perdendo il meglio dei miei 20 anni, non ho più punti fermi.
Ora, mi deprime l'idea di ricominciare l'anno prossimo con l'Università, non so se tornare dove stavo prima (mi sono pentito un po' di aver cambiato), e soprattutto di avere ormai due anni di ritardo. Mi Spaventa l'idea di lasciare il lavoro o di trovare qualcos'altro che mi occupi poco tempo, anche perché parte dei miei amici e delle persone che vedo ogni giorno appartengono alla sfera lavorativa, e sento come un grosso errore il fatto di non aver stretto amicizie all'Università, vedo molto difficile la possibilità di reintegrarmi socialmente in uni, anche per questo valuto un terzo cambiamento o di tornare indietro, ma anche queste opzioni sono un salto nel vuoto.
Insomma.. Cosa ne pensate?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 30 MAG 2017

Gentile Damiano,
Il passato non è modificabile, accetti la realtà.
Le esperienze seppur negative fanno parte del nostro bagaglio, importante è correggere gli errori nel momento in cui ne abbiamo consapevolezza.
Anche il lavoro durante lo studio è un'esperienza formativa, se ben gestita. Crescono le competenze e il senso di responsabilità.
Lei ha capacità relazionali quindi è in grado di integrarsi in ambienti nuovi da come racconta.
Ora occorre fare chiarezza e prendere la decisione funzionale e adeguata per se stesso.
Presso gli ateni è possibile accedere allo sportello di counseling e sentirsi ascoltati e sostenuti nella scelta oppure opti per un percorso personale di sostegno psicologico con una persona di fiducia.
Forza e coraggio, lei ha le risorse per farcela!
Cordialmente
Dott.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2765 Risposte

2298 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 MAG 2017

Salve, solitamente vengo a visitare questo portale, prima di chiudere la giornata ed ora, tra le varie richieste, mi colpisce particolarmente la tua. Ti vivo come un ragazzo positivamente orientato : l'opzione di studiare e lavorare è quanto di più saggio si possa riscontrare in un giovane in divenire. Al di là di quello che in futuro potrà essere la tua occupazione definitiva, qualsiasi altra va affrontata con nonchalance, in quanto incombe il fenomeno della precarietà che tutti viviamo nel tempo presente ed anche nel prossimo futuro. Il piano di studi precedentemente scelto, dovrebbe restare un riferimento piuttosto stabile, non conoscendo per ora in cosa dovrai diventare esperto più avanti. Anche la socializzazione potrebbe essere favorita dal rimanere collegato ai tuoi compagni di studi, magari scoprendo delle affinità sia dal punto di vista interessi legati al tempo libero e, perché no? anche con le compagne, relativamente alle affinità sentimentali. Potrei continuare, ma rischierei di fare un romanzo ed allora mi fermo qui, con la speranza di suscitare in te qualche reazione creativa.Resto comunque a disposizione, se desideri proseguire. Ti saluto con simpatia
Dott.ssa Carla Panno
psicologa psicoterapeuta in Milano

Dott.ssa Carla Panno Psicologo a Milano

1057 Risposte

678 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Orientamento scolastico

Vedere più psicologi specializzati in Orientamento scolastico

Altre domande su Orientamento scolastico

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 29050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18350

psicologi

domande 29050

domande

Risposte 99350

Risposte