università e ansia da prestazione

Inviata da Roberta · 13 set 2017 Ansia

Buongiorno, mi chiamo Roberta e sono una ragazza di 19 anni iscritta al primo anno di Giurisprudenza.
Vi scrivo in quanto sto passando un periodo davvero difficile...
Lo scorso anno mi sono diplomata al liceo delle scienze umane con votazione 95/100, sono sempre stata molto brava a scuola e la voglia di studiare non mi manca! Da Febbraio a questa parte (dopo aver sostenuto due esami nella sessione invernale) mi sono bloccata con gli studi.
Non ho concluso nessun esame della sessione estiva perchè l'idea di dover andare a sostenere un esame orale davanti ad un docente universitario mi fa davvero stare male, mi fa stare cosi male che all'idea inizio ad avertire un forte senso di nausea, palpitazioni oltre al fatto che soffro d'insonnia.
Inizialmente pensavo che Giurisprudenza non fosse la facoltà adatta per me e che probabilmente non andavo a sostenere gli esami perchè più di tanto non mi interessavano, successivamente dopo aver riflettuto ho capito che la facoltà mi piace molto e mi piacciono molto le materie ma purtroppo questa mia paura mi fa vivere l'università in modo davvero angosciante! Non faccio altro che pensare agli esami che devo sostenere e al terrore di avere un colloquio con un docente.
Confido in un vostro aiuto in quanto credo fortemente nella psicologia e nell'aiuto che puó dare! Vi ringrazio in anticipo

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 14 SET 2017

Cara Roberta, capisco la sua situazione.
Mi fa piacere che sempre più persone comprendano l'importanza della psicologia e dell'aiuto che possano fornire psicologi validi.
Credo che sarebbe opportuno approfondire la situazione, in particolare le sue emozioni e i suoi pensieri.
In generale, le consiglierei un corso di rilassamento muscolare progressivo. Quest'ultimo consiste in una tecnica di rilassamento semplice ed indicata per rilassare corpo e mente anche prima di prove impegnative come gli esami universitari.
Resto a disposizione per fornirle ulteriori informazioni.
Cordiali saluti,
Dr.ssa Isabella Brega

Dott.ssa Isabella Brega Psicologo a Pavia

31 Risposte

119 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

19 SET 2017

Buongiorno, attraverso la consulenza breve strategica potrà trovare in breve tempo una modalità per gestire in modo molto efficace questa ansia da prestazione e poter riprendere in mano gli obiettivi interessanti della sua vita.
Alessandra

Monticone Alessandra Psicologo a Asti

240 Risposte

94 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 SET 2017

Buongiorno Roberta, spesso può succedere che l’ingresso all'università non sia così semplice come ci eravamo immaginati, anche se durante il liceo siamo stati dei bravi studenti. Il dare gli esami non dipende solo dalle nostre capacità, ma anche dalle nuove materie, il nuovo ambiente, i nuovi compagni ed i nuovi professori.
Da quanto scrive a mio avviso ci sarebbero due tematiche importanti da approfondire:
1.    Le materie che sta studiando le piacciono, ma la professione che si immagina dopo la laurea?
2.    I sintomi descritti farebbero pensare ad una forte attivazione ansiosa e di rifiuto/avversione all’esame. I sintomi, le emozioni ed i pensieri connessi andrebbero analizzati meglio per comprenderne la vera natura e risolvere così le difficoltà che rendono lo studio più faticoso e soprattutto non le consentono di sostenere gli esami.
Se dovessi darle dei consigli immediati, le raccomanderei di ricordare le sue capacità di studentessa, di pensare al professore come ad un suo pari (ha solo delle competenze in più sulla materia) e di non vivere un’eventuale bocciatura come una catastrofe (fa parte del normale percorso universitario).
In questi casi una breve psicoterapia può permettere di accelerare il processo di comprensione e superamento delle difficoltà.

Associazione Eco Psicologo a Torino

101 Risposte

43 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 SET 2017

Roberta, abbiamo tutti paura delle sfide. Facciamo dipendere da esse il nostro senso di identità e sbagliamo. Bisogna andare a cercare altrove le radici di tali paure, spesso nelle eccessive aspettative dalla famiglia d'origine.
Coraggio!
Silvia Donati

Dott.ssa Silvia Donati Psicologo a Milano

3 Risposte

1 voto positivo

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 SET 2017

Gentile Roberta,
durante l’Università cambiano sia i rapporti con i docenti sia la mole delle informazioni da apprendere, generando a volte ansia da prestazione negli studenti.
Per quanto riguarda il blocco per gli esami orali è un fenomeno ampiamente diffuso nei giovani universitari soprattutto se si tratta delle prime esperienze. Oltre a rappresentare il primo confronto diretto con un docente che non si conosce a sufficienza, viene vissuto come una prova d’esame insormontabile ed emotivamente snervante portando a volte anche a sintomi fisiologici.
Lei si concentri sull’obiettivo finale creandosi una tabella di marcia dettagliata che preveda: ( 1 ) una suddivisione efficace del materiale da studiare; ( 2 ) simulazioni /prove di esposizione orale; ( 3 ) partecipazione a gruppi di studio con altre colleghe/colleghi; ( 4 ) e tecniche di rilassamento per concentrarsi e diminuire l’ansia.
Una volta superata la prova, oltre a sviluppare senso di autoefficacia, si renderà conto che l’esame orale, tutto sommato, non è un suo nemico.
Infine, qualora i sintomi dovuti all’ansia persistano, le consiglierei anche io un breve percorso di cosulenza.

Cari saluti,
Dott. Marco Pilloni

Dott. Marco Pilloni - Psicologo del Lavoro e delle Organizzazioni Psicologo a Quartu Sant'Elena

42 Risposte

102 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 SET 2017

Gentile Roberta,
L'ansia di prestazione negli studi è molto frequente negli studenti universitari. La relazione con il docente viene impostata diversamente rispetto al passato. L'ansia è un segnale di cambiamento richiesto dal se. Come strategia cerchi di avere piena fiducia nel metodo di studio, nel livello di preparazione, si organizzi in modo efficace. Allontani i pensieri negativi, non rimugini continuamente. Si concentri sul proprio respiro, attui qualche semplice esercizio di rilassamento per fare tabula rasa dei cattivi pensieri. Si prenda cura di se.
Un breve percorso di counseling potrebbe esserle utile per diminuire l'ansia se fatica da sola a raggiungere tale obiettivo.
Cari saluti
Dott.ssa Donatella Costa



Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2641 Risposte

2199 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 SET 2017

Gentile studentessa,
negli anni in cui ho lavorato alla Sapienza mi sono occupato di orientamento scolastico e professionale. Forse posso aiutarla a superare questo problema, se vuole mi scriva pure.
Si tratta di "allenarsi" con simulazioni e prove nella gestione dell'ansia da prestazione per esami.

cordiali saluti
dott Alessandro Stirpe

The Profilers Srl Psicologo a Roma

89 Risposte

29 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 SET 2017

Buongiorno Roberta,
l'ingresso nell'ambiente universitario, talvolta mobilità atteggiamenti ansiosi, dovuti al fatto di affrontare la valutazione di docenti diversi, con i quali spesso non si ha avuto il tempo di maturare una rapporto di conoscenza, come poteva accadere nella scuola secondaria.
Consideri i risultati positivi raggiunti: aver fatto un buon percorso al liceo, aver eliminato possibili dubbi sulla scelta della facoltà universitaria e aver sostenuto due esami.
Si chieda se ci sono state persone, eventi o circostanze che possano aver aumentato la sua ansia.
Rimango a sua disposizione
Dott.ssa Vanda Braga


Dott.ssa Braga Vanda Psicologo a Rezzato

1356 Risposte

1207 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 SET 2017

Salve Roberta
Capisco che sia difficile sostenere gli esami, essere sottoposti a valutazione dal docente...
I sintomi che avverte sono la risposta del suo corpo all'emozione prevalente che si innesca all'idea di sostenere gli esami.
Di che emozione si tratta? Cosa prova a questo pensiero?
Sarebbe utile capire come sono andati e come ha gestito le sue emozioni durante gli esami che ha sostenuto.
Se vuole raccontarmi di più, sono a disposizione
Dottssa Fabrizia Tudisco

Dott.ssa Fabrizia Tudisco Psicologo a Como

503 Risposte

949 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 SET 2017

Gentile Roberta,
Sicuramente l'ambiente universitario è molto diverso da quello delle scuole superiori e può essere difficile trovarsi ad affrontare questa nuova realtà. Gli esami sono stressanti di per sè e capisco che tu possa sentirti bloccata. Ti chiedi alcune info per capire meglio la tua situazione
Il blocco riguarda solo gli esami orali o anche gli scritti? Cos'è successo quando hai dato i primi esami? C'è stato qualche evento che può aver influito sul tuo modo di leggere gli esami universitari? Cosa ti succede al pensiero di dover affrontare un esame?

Dott.ssa Elisa Configliacco Bausano Psicologo a Moncalieri

24 Risposte

11 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Ansia

Vedere più psicologi specializzati in Ansia

Altre domande su Ansia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 23000 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16650

psicologi

domande 23000

domande

Risposte 84400

Risposte