Una trappola senza via d'uscita

Inviata da Angela · 8 ott 2018 Problemi sessuali

Salve, sono una ragazza di 21 anni, scrivo perché ormai da moltissimo tempo alcuni pensieri mi tormentano e non mi consentono di vivere serenamente. È vivo dentro di me il ricordo di quando, da piccola, mia madre mi rimproverava e puniva nel momento in cui mi coglieva nell'atto della masturbazione. Ricordo che non mi parlava per giorni, mi guardava con disprezzo, era molto rigida con me, mi puniva e mi minacciava di dirlo a mio padre. Da allora guardo alla sessualità come a qualcosa di sporco, peccaminoso, punibile. Io mi sono sempre sentita sporca, diversa, sbagliata, inferiore. Da un po' di tempo mi sono riavvicinata all'autoerotismo con tanta sofferenza e con tanto disagio. Quando accade, precipito in una profonda tristezza, non mi sento a mio agio e penso di custodire un terribile segreto. Se qualcuno sapesse, che cosa penserebbe di me? Vivo costantemente in ansia perché il pensiero di aver fatto ciò che non avrei dovuto fare mi tormenta come un'ossessione. Quest'ansia si somatizza, sto male dal punto di vista fisico: avverto sempre una tensione, tanta stanchezza, nausea, la sensazione di non essere mai rilassata, ma sempre rigida e nervosa. Vivere diventa una fatica! Alcune volte ho una sensazione di cedimento. Per ogni pensiero o azione ho bisogno che qualcuno mi tranquillizzi, ma di queste cose proprio non riesco a parlare con qualcuno. Mi sento sempre sbagliata, come quella volta in cui ho avuto la curiosità di vedere alcuni filmati su youtube. Da allora non riesco a guardarmi allo specchio perché mi sento una persona sporca, nonostante sia consapevole di non essere l'unica a farlo. Non riesco ad uscire da questa trappola, per me sta diventando un vero e proprio incubo. Ho fatto delle sedute da una psicologa: se un primo momento riesco a ritrovare la serenità, subito dopo sono invasa da questi pensieri ossessivi che mi ricordano che brutta persona sono! Se lo sapessero i miei genitori, mia sorella, per loro sarei una delusione.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 9 OTT 2018

Gentile Angela,
queste esperienze infantili hanno connotato in senso negativo la propria sessualità, dimensione peraltro naturale dell'animo umano. I sensi di colpa la opprimono costantemente e ha paura che il suo segreto trapeli in qualche modo.
Dopo aver consultato una specialista tutto sembrava procedere per il meglio poi tornavano i pensieri ossessivi. Tuttavia lei non specifica se ha fatto solo qualche seduta o un lavoro continuativo su se stessa. In questi casi occorre un lavoro profondo su stessi di ristrutturazione della personalità per cui una psicoterapia sarebbe la via privilegiata ed auspicabile. Infatti la sessualità è una dimensione molto importante della persona, da non trascurare vista anche la giovane età che lei presenta.
I miei migliori auguri
Dr.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2687 Risposte

2216 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 OTT 2018

Gentile Angela,
dalle sue parole si percepisce un profondo malessere ma anche la voglia di uscirne, nonostante la fatica.
Il senso di vergogna e di colpa che prova sembrano derivati da un'educazione forse un po' rigida e un'immagine di sè che sembra essersi strutturata in maniera negativa: su questi aspetti è importante lavorare, per aiutarla a rendersi conto che la masturbazione nei bambini non è altro che un modo innanzitutto per conoscere ed esplorare il proprio corpo, e in secondo luogo una forma di auto-consolazione, di coccola e rilassamento soprattutto in momenti in cui l'ambiente relazionale che c'è attorno non sembra rispondere immediatamente a questi bisogni. Tutto è partito da lì, non c'era nulla di sporco o di sbagliato in lei da piccola, così come non c'è nulla di sporco o di sbagliato in lei ora.
Ha già fatto un grande passo nel rivolgersi ad una psicologa, non desista, è la strada giusta! E' comprensibile d'altra parte la difficoltà nel parlarne di persona con qualcuno, perciò valuti anche la possibilità di una consultazione inizialmente via web (skype o chat o mail) per poi passare a incontri di persona una volta che si senta più tranquilla.
Se lo desidera rimango a disposizione.
Un cordiale saluto,
drs Lucia Mantovani, Milano

Studio di Psicologia Dott.ssa Lucia Mantovani Psicologo a Milano

995 Risposte

471 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Problemi sessuali

Vedere più psicologi specializzati in Problemi sessuali

Altre domande su Problemi sessuali

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17000

psicologi

domande 24050

domande

Risposte 86700

Risposte