Una Parafilia mi impedisce di vivere come vorrei....

Inviata da Alessandro · 28 ott 2018 Problemi sessuali

Salve,
Sono un ragazzo e da quando io ho memoria sono letteralmente perseguitato da interessi sessuali non convenzionali che mi hanno impedito di avere una vita sessuale normale. In breve, ho un forte feticismo per i piedi (lo so, è buffo e imbarazzante). La visione delle zone erogene convenzionali in una donna non mi eccita quanto la visione dell'oggetto del mio feticismo. Per paura di fare figuracce, mi sono sempre tirato indietro dall'avere un rapporto sessuale "convenzionale" poiché ho paura di non poter avere una erezione. Ho paura che se io rivelassi il mio problema a una ragazza la spaventerei o vorrei preso in giro e "sputtanato" da tutte le persone che conosco. Sono consapevole che il mio sia un problema molto grave, e la volontà che mi guida a cambiare è forte. A volte vorrei non essere mai nato, sarei disposto a uccidermi a causa di questo problema, che mi incatena a livello sociale e sessuale nonostante le ragazze mi giudichino molto "piacente" e attraente. So che non posso guarire del tutto, chiedo consiglio da parte vostra su come agire, parole di supporto che possano aiutarmi a superare questa difficile situazione...

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 29 OTT 2018

Gentile ragazzo,

Secondo la nuova recente classificazione internazionale (DSM-5),
le PARAFILIE,
pur essendo comportamenti sessuali atipici verso i quali il soggetto sente una forte e persistente eccitazione erotico-sessuale,
sono "egosintoniche", cioè NON provocano disagio.

Quando invece il comportamento parafilico
- diventa una forma di dipendenza
- e il soggetto accusa un certo disagio ("egodistonia"),
allora si introduce il concetto di DISTURBO PARAFILICO.

Se dunque le parafilie sono in sintonia con il sè,
il "disturbo parafilico" rappresenta un vissuto di disagio;
in questo secondo caso va diagnosticato e curato
da uno Psicologo Psicoterapeuta perfezionato in sessuologia clinica (Albo in fissonline, o in CIS), anche per renderlo compatibile con un consueto rapporto sessuale penetrativo.
Non abbia nessun imbarazzo; il sessuologo per l'appunto si occupa specificamente di tali problematiche.

Saluti cordiali.

Dott.ssa Carla Maria Brunialti Psicologo a Rovereto

215 Risposte

746 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Problemi sessuali

Vedere più psicologi specializzati in Problemi sessuali

Altre domande su Problemi sessuali

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 27700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18000

psicologi

domande 27700

domande

Risposte 95500

Risposte