Una mia amica sta rischiando una denuncia ed io mi sento in colpa

Inviata da Giovanni il 25 set 2017 Psicologia risorse umane e lavoro

Vi spiego meglio la domanda. C'è una mia amica che vive in una situazione molto disagiata, il marito purtroppo l'ha lasciata dopo averle fatto molti tradimenti ed è scappato di casa lasciandola sola con due bambine da crescere che attualmente hanno 12 e 9 anni. A parte i suoi genitori, la sorella ed il cognato non ha molti appoggi ed ha pochissimi amici (uno di quei pochissimi sono io a quanto lei mi ha detto più volte) che l'hanno aiutata. Viste le mie capacità nel fai da te sono andato di recente a fare diversi lavori in casa sua quando ha avuto bisogno e lei mi è stata grata ed ha apprezzato molto ciò che ho fatto, ma veniamo al dunque: c'è una sua vicina con cui non ha mai avuto buoni rapporti e che si lamenta sempre al minimo rumore che sente ed anche quando lei si diletta a fare qualche lavoretto questa vicina va sempre a bussare alle sue porte e non la lascia mai libera di fare niente tanto che lei è costretta ad usare qualsiasi apparecchio che genera rumore solo in assenza della vicina. I giorni scorsi che le ho fatto dei lavoretti che avevano una certa urgenza, tra cui la riparazione di un armadio che non si reggeva in piedi e poteva crollare da un momento all'altro, portando quindi l'avvitatore a batteria e qualche giorno prima le ho tagliato delle tavole con la sega elettrica tanto per fare un esempio, la vicina ha bussato più volte alla porta della mia amica dicendo che si sentiva troppo rumore. Ora la mia amica non abita in un condominio ma in una casa isolata e tra la sua abitazione e quella della vicina c'è una certa distanza, gli utensili che usavo non facevano rumori che generalmente creassero fastidi, fatto sta che la vicina adesso ha deciso di sporgere denuncia nei confronti della mia amica per disturbi della quiete pubblica. Ora che ho saputo che la mia amica sta rischiando questa denuncia mi sento in colpa di averle fatto tutti questi favori, tanto che avendo usato io gli utensili che la signora vuol citare nella denuncia ho pensato di farmi denunciare io al posto della mia amica oppure qualora venga chiesto alla mia amica un risarcimento in denaro pagarlo a mie spese. Pensavo chiedere alla signora di sporgere denuncia a mio carico anziché a carico della mia amica oppure qualora la signora citasse a giudizio la mia amica in tribunale presentarmi alla querela e dichiararmi responsabile del disturbo che la signora dichiara che sia stato arrecato nei suoi riguardi. Ora la mia amica si sente in colpa per avermi chiesto questi favori, che io le ho fatto molto volentieri perché sono sempre stato dell'idea che il miglior modo per dimostrare di tenere ad un'amicizia sia quello di fare qualche favore all'amico quando ne ha bisogno, anche lei me ne ha fatti diversi quando io ne ho avuto bisogno, come posso agire per evitare che la mia amica si ritrovi a passare un guaio per dei piaceri che le ho fatto io? Nessuno si sarebbe mai aspettato che quella signora, con cui la mia amica stessa mi ha già accennato di aver avuto delle dispute in passato, fosse arrivata al punto di pensare di rivolgersi al tribunale, magari potrei aiutarla a convincere la signora a non sporgere alcuna denuncia, ma la vedo difficile visto che la mia amica mi ha anche detto che questa signora è molto scontrosa con tutto il vicinato ed è andata a lamentarsi anche da altri abitanti di altre case nei dintorni per i cani che abbaiavano o per altri rumori prodotti vicino a quelle abitazioni. La mia amica inizia a convincersi che le sarebbe costato meno se l'armadio fosse crollato addosso a lei, a fronte delle spese che rischia di dover sostenere qualora la vicina chieda il risarcimento danni. Vorrei aiutare la mia amica e parlarle ma non riesco a trovare le parole giuste e non so in che modo agire, avrei bisogno di un suggerimento. Chiedo scusa se mi sono dilungato troppo ma forse è meglio se la situazione è chiara.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Giovanni,
forse lei si sta preoccupando eccessivamente in quanto i rumori da lei provocati sono stati occasionali e necessari e probabilmente non superiori alla soglia di tollerabilità acustica fissata per legge che la vicina di casa non ha certo potuto misurare e documentare.
Lei potrebbe perciò, insieme alla sua amica, spiegare tutto ciò alla vicina cercando di persuaderla ad evitare inutili controversie legali e scusarsi per l'inevitabile disagio momentaneo provocato.
Se la vicina non accetta le scuse lei non si dovrebbe allarmare più di tanto perchè sarà ben difficile che costei possa vincere una vertenza legale di questo tipo.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6501 Risposte

18176 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Giovanni,
Mi sembra lei si preoccupi tanto per questa persona, non deve sentirsi in colpa. Lei ha fatto semplici lavori di manutenzione, non credo possano esserci conseguenze particolari.
La vicina probabilmente è la classica signora cavillosa, ma non può aver di certo misurato il rumore.
Tenterei una mediazione con un riavvicinamento a livello relazionale con questa signora.
Cari saluti
Dott.ssa Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2422 Risposte

2050 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Giovanni,
senza farsi prendere dall'ansia si informi sulle leggi per la regolamentazione dell'inquinamento acustico, anche e soprattutto a livello comunale. Compendo che la sua amica abbia notevoli difficoltà a interagire con questa vicina e che non sia di facile gestione. Può consigliare alla sua amica nel caso di pensare a un supporto psicologico, in primis per la situazione familiare e le difficoltà ad esse legate e poi per come affrontae e gestire la vicina.
Cordiali saluti
Dott.ssa Ambra Caselli (Brescia)

Dott.ssa Ambra Caselli Psicologo a Castegnato

119 Risposte

126 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Psicologia risorse umane e lavoro

Vedere più psicologi specializzati in Psicologia risorse umane e lavoro

Altre domande su Psicologia risorse umane e lavoro

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19800 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15300

psicologi

domande 19800

domande

Risposte 77400

Risposte