Una mamma sola

Inviata da Maria · 8 mag 2018 Psicologia sociale e legale

Buonasera,
Ho 43 anni, una bimba di due, e viviamo da sole. Solo il fine settimana il mio compagno viene a passare il we con noi. Purtroppo per motivi lavorativi viviamo a 400 km di distanza. Il nostro rapporto è in crisi ormai da un anno, niente rapporti e liti continue per futili motivi. Dialogo completamente assente, se non per discutere. Economicamente poi mi sto facendo carico di tutto io, salve qualche rara occasione per pagare una spesa o comprare un vestitino alla bimba. Anche se gli ho fatto presente la cosa, continua a non contribuire. Io purtroppo non ho più mia madre da quasi 30 anni. Morta in un, ancora a mio avviso misterioso incidente stradale, dove alla guida c'era mio padre, che proprio giorno prima l'aveva minacciata di "farla sparire" Mio padre, che mi ha fatto vivere un'infanzia di terrore tra percosse e umiliazioni, ancora adesso che ha 76 anni vive solo, non vede mai nessuno, ha litigato con quasi tutte le persone che lo circondavano e ora ha solo me che lo vado a trovare una o due volte la settimana più per pena che per piacere. Mi chiama spesso, a volte ubriaco, a volte provocatorio perché ha voglia di discutere... Insomma non è né una figura di riferimento ne un padre al quale posso chiedere aiuto. Poi ho una sorella, purtroppo lei ha subito ancora più di me, una vita tra droga e vita sregolata che non ha mai voluto conoscere mia figlia e che non mi vuole vedere. Lavoro lontano da casa, a 70km. Lavoro che un tempo mi dava soddisfazioni ma adesso non ho più la certezza della solidità della società per cui lavoro. La mattina presto porto la bimba al nido, un'ora per arrivare al lavoro, poi quando esco la vado a prendere e la porto al parco giochi, o a fare una passeggiata, poi spesa, cena, giochi bimba al letto, pulizie, stiro... . Tutto da sola. Senza aiuto da nessuno, neanche se sta male, o se stiamo male. Tanto la farmacia ci porta le medicine a casa. Mi sento sola, non ho amici, e questa condizione mi sta deprimendo. Ho fatto dieci anni di psicoterapia per imparare a volermi bene, a non farmi del male, ed ora che me ne voglio, e ho una meravigliosa bimba vicino, è tutto così assurdamente complicato. Vorrei tanto che mia figlia avesse accanto una mamma felice, ma forse più che uno psicologo avrei bisogno di un miracolo anche se sono atea! Almeno anche se virtualmente a qualcuno ho detto quello che sto vivendo..

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 9 MAG 2018

Cara Maria,
Lei descrive una situazione di tristezza e solitudine alle quali sembra essersi rassegnata, ma la rassegnazione è una morte quotidiana! Se ha imparato a volersi bene ora deve provare a dedicarsi del tempo, a trovare qualche spazio di interesse personale e non a vivere solo in funzione degli altri. Cominci a parlare con le persone invece che isolarsi, non si può aspettare che siano gli altri a venirla a cercare se non c'è un suo segnale iniziale. La vita non è stata generosa con lei, ma chiudersi nel vittimismo di ciò che è stato serve solo ad alimentare passività e sofferenza, ed è l'ultima cosa che le consiglio di fare, per il benessere suo e di sua figlia.
Cordialmente
Dr.ssa M. Sara Sanavio
Perugia

Dr.ssa M.Sara Sanavìo Psicologo a Perugia

226 Risposte

97 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Psicologia sociale e legale

Vedere più psicologi specializzati in Psicologia sociale e legale

Altre domande su Psicologia sociale e legale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 23750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16850

psicologi

domande 23750

domande

Risposte 85750

Risposte