Un matrimonio alla deriva

Inviata da Bianca · 22 dic 2015 Terapia di coppia

Salve,

Sono una donna di 31 anni con una bambina di 4, mio marito ne ha 36. Io sento che lui mi abbia un po' spinta a bruciare le tappe siamo andati a convivere subito e quando ho scoperto di essere in dolce attesa sentivo d non esser pronta ma lui era felicissimo. Decidendo di tenere relazione e figlia sapevo di perdere il lavoro che tanto amavo ma sono andata incontro al mio destino e mentre io maturavo amore per lui e la nostra creatura lui si allontanava sempre di più sino ad alienarsi e a sprofondare in una sorta di monotona apatia. Nel frattempo io avevo avviato un mio studio e mi davo da fare per provare a migliorarci ma qui le cose non andavano bene problemi problemi problemi e questo lo ha portato a non saper più apprezzare quello che aveva ma a vedere solo che non aveva.

Arriva una buona notizia, gli è stato offerto un buon lavoro in un altro posto e così chiudo lo studio e sono pronta ad un rinnovamento generale comincio a provocarlo a volerlo baciare ma da parte sua non vedo reazione gli chiedo cosa non andasse e mi dice che non sa se mi ama ancora. Superata la premessa ho scoperto che si vede con un'altra, (già si vedeva quando mi ha detto che non sapeva se mi amava) mentre dormivo mi sono svegliata dal suono della sua voce e dalle parole che diceva ad un'altra, io lo sospettavo e glielo avevo già chiesto varie volte ma lui ha sempre negato e poi la confessione d'vanti all'evidenza, lui si vede con una persona a cui tiene molto non ci va a letto e mo lo ha giurato su nostra figlia ma la bacia e desidera molto stare con lei.

Sapevo che il nostro matrimonio non funzionava ma sinceramente pensavo mi amasse ancora, sfasciare una famiglia costruita sull'amore per una conoscenza di 3 mesi, una conoscenza io credo superficiale perché lei non lo conosce come amante, come padre come è con gli amici non lo ha visto in famiglia loro amano quello che di loro raccontano e non quello che loro sono realmente credo se è amore.

Comunque io la sto affrontando bene gli ho detto che io non ho intenzione di buttare un matrimonio con una bimba così piccola, che io lo amo ancora e che ricostruire il matrimonio che mi dispiace essere arrivati a questo ma per me è solo una bomba che in qualche modo doveva scoppiare, ma invece lui è da giorni che non Sto arrivando! che fare lei lo ha ricontavamo dopo una settimana di silenzio e gli ha detto che gli manca e lui me lo ha detto in lacrime e ha detto chissà se lei non è la mia nuova vita ... ho tolto anche la fede ho detto che per me lui deve svegliare quello che vuole realmente che qualsiasi cosa sceglierà io gli permetterò di essere un padre senza fargli guerre gli ho detto che io posso anche restare qui e lui ritorna praticamente single basta che stiamo meglio tutti. ma lui vuole del tempo ha detto che vuole noi ma pensa di essere innamorato di un'altra che però io sono molto di più ma le manca lei che tra l'altro non sa niente di famiglia e figli ha 24 anni e vive con mamma e papà.

Che lui vuole che diamo questa opportunità a nostra figlia di vivere in un posto migliore perché lo abbiamo sempre voluto ma non Sto arrivando! se sarà un marito misero come lo è stato in questi anni che non considera che una "nuova vita" non esiste perché la vita è una e ci saranno sempre nel suo cuore fantasmi e rimorsi e che in questi giorni mi ha desiderata tanto e sa di amarmi ... insomma è completamente confuso. Io so cosa voglio e se non avessi avuto mia figlia gli avrei lasciato il tempo di capire che sta facendo e dvd sta andando ad infilarsi ma io non riesco la mattina a svegliarmi e a guarda in faccia mia figlia pensando che un giorno dovrò spiegargli delle cose, pensando che potevamo essere una bellissima famiglia ma lei ha sofferto perché il padre in soli 3 mesi ha detto di avere forti sensazioni ... e una vita nuova perché noi non eravamo abbastanza. Se guardo mia figlia io penso a noi 2 e non so come potrei riuscire a vivere sapendo che non ce l'ho messa tutta.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 2 GEN 2016

Gentile Bianca,
dalla storia che ha raccontato, sembra che suo marito abbia cominciato ad allontanarsi contemporaneamente alla sua gravidanza come se fosse un evento che non accettava nonostante si fosse mostrato inizialmente "felicissimo".
A questo evento forse si sono aggiunte anche altre incomprensioni esistenti tra di voi nella vita matrimoniale.
Attualmente sembra esserci una grande confusione in entrambi perchè lui non sa che cosa fare e lei sembra oscillare tra la voglia di lottare per mantenerlo e per mantenere un padre per sua figlia e la voglia di lasciarlo libero di fare le sue valutazioni e prendere la sua decisione.
Personalmente penso che sia difficile che lei possa educarlo a fare il padre e questa è una cosa che solo lui può valutare. Per il resto, concordo sul fatto di lasciargli il tempo e la libertà di fare la sua scelta senza troppi drammi.
Qualora però lui dovesse decidere di rientrare in famiglia sarà bene che lei proponga un percorso di psicoterapia di coppia per una analisi approfondita di tutto quanto è accaduto in modo da uscirne rafforzati nel riprendere la relazione e non ricadere negli stessi errori di prima.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7280 Risposte

20576 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 DIC 2015

Carissima signora,

È evidente il dolore nelle parole che scrive, così come la confusione, il dispiacere, le aspettative i desideri. Perlomeno i suoi. Ed è molto evidente anche che in qualche modo un legame con suo marito esista, aldilà delle scelte sentimentali irrazionali che forse ad oggi lui sta compiendo.

Detto però questo, credo sia fondamentale per lei, cominciare a riflettere su di se, su ciò che davvero desidera, su come si sente, tralasciando un pochino le scelte "sentimentali altre" che hanno portato suo marito lontano da lei (e da sua figlia); può farlo tramite un bravo collega (psicologo/a & Paicoterapeuta) o da sola, con l'aiuto magari di amici o familiari a sostenerla, ma non si annichilisca nel DOVER SALVARE (lui, voi, il matrimonio) che siamo padroni solamente delle nostre scelte e della nostra vita, mai di quella altrui. E se proprio deve pensare al benessere di qualcuno, alla confusione di qualcuno, alle scelte di vita di qualcuno, si occupi di quelle della vostra bambina, che ha davvero bisogno che qualcuno pensi a LEI (i bambini percepiscono e subiscono le crisi di coppia anche già in gravidanza, non sono mai tanto piccoli da non "sentire", non verbalizzano e non comprendono, ma sentono tutto); sia forte per essere un "cuscinetto" fra la sua crisi coniugale e la bimba, che sicuramente è una impresa alla sua portata, sulla confusione di lui invece, poco può agire, se non essendo se stessa e offrendogli ogni giorno la fotografia di "ciò che può perdere SE sceglie (Lui) altro". Non può fare altrimenti.

Le suggerisco la terapia di coppia, qualora superata l'indecisione e scelta la strada del RITROVARE VOI (da parte del marito), avrete sicuramente da chiarire molte cose, Da "Soffrire" in ambiente neutrale un dolore che magari vi sembrerà senza parole e profondissimo. Allora avrete bisogno di ricostruire lavorando come coppia e credo potrà esservi utile un percorso in coppia.

Un augurio di trovare presto un po' della serenità perduta, perlomeno con se stessa e la bimba. Saluti,

Dott.ssa Elena Bellia
Psicologa & psicoterapeuta
Savona Provincia e Ge città

Dott.ssa Elena Bellia Psicologo a Albenga

67 Risposte

58 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 DIC 2015

Cara Bianca,
mi sembra che dobbiate entrambi fare un po di chiarezza in questo rapporto. Hai ragione a dire che non si può buttare all'aria una famiglia per una semplice conoscenza di pochi mesi, ma non si può neanche stare insieme ad un uomo che dice di amare un'altra. La relazione di suo marito potrebbe essere una conseguenza di difficoltà che il vostro rapporto celava da tempo e che non siete mai riusciti ad affronatare.
Le consiglio di rivolgeri ad un terapeuta di coppia che possa esservi di aiuto per farvi stare meglio.

Un saluto

dott.ssa Miolì Chiung
Studio di Psicologia Salem
Milano

Anonimo-125892 Psicologo a Milano

220 Risposte

919 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 DIC 2015

Carissima
in questa tua sofferenza e in questa situazione di confusione da parte sua e, ora, anche tua, l'unica cosa da fare è farsi aiutare da uno psicoterapeuta che possa farvi riflettere con calma su tutto.
Tutto quello che si lascerebbe e tutto quello a cui si andrebbe incontro.
Quindi non eistare a proporre la psicoterapia di coppia che, anche nel caso che la relazione non dovesse essere rimediabile, sarebbe comunque utile ad attuare una separazione meno conflittuale e acquisire comportamenti genitoriali idonei ad affrontare un cambiamento del genere.
Speriamo però che la relazione possa riprendersi tra di voi.
Un caro saluto e un augurio
Dott. Silvana Ceccucci Psicologa Psicoterapeuta

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

7205 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 27300 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17850

psicologi

domande 27300

domande

Risposte 94200

Risposte