Un ex ancora presente e un nuovo ma strano

Inviata da laura · 10 mag 2012 Terapia di coppia

Mi chiamo Marissa e ho 22 anni. Un anno fa ho lasciato il mio ragazzo L. perchè credevo di meritarmi di più e non credevo sarebbe piaciuto ai miei. Inoltre stavo sentendo un altro (M.) e abbiamo iniziato a vederci. Dopo due mesi ho capito che amavo e amo ancora L. ma ormai era troppo tardi: lui si era fidanzato e non mi amava più. Il mondo mi è crollato addosso e mi sono sentita terribilmente sola. Gli ho chiesto di vederci, ha rifiutato, e gli ho detto di non farsi più sentire. Ma ha continuato a cercarmi, abbiamo chiarito e ci sentiamo spesso, come se fossimo amici. Spesso però i nostri discorsi vanno oltre la semplice amicizia: dice che mi sogna e che vorrebbe fare l'amore con me ma non mi chiede di vederci (e poi è ancora fidanzato). Comunque frequento tuttora M., lui è molto preso ma io credo di stare con lui solo per non sentirmi sola. M. mi piace ma è immaturo e stare con lui mi annoia. Però lasciarlo mi fa paura, so che mi mancherebbe e finirei per tornare da lui anche se non lo amo. Mi sento fragile e confusa. Vorrei un suo consiglio sia sulla situazione con L. (lui che pensa secondo lei?) che su quella con M. La ringrazio anticipatamente. Marissa

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 14 MAG 2012

Cara Marissa, è vero, dalle sue parole emerge un'estrema fragilità e confusione. Difficile chiedere consiglio a terzi sul da farsi ma sicuramente una persona esterna potrebbe riusce a vedere più oggettivamente la situazione e a farle quelle domande necessarie per chiarirsi lei stessa. Mi permetto di chiederle: si è mai sentita innamorata in vita sua? da che cosa riconosce quel sentimento? Ha dellle analogie con le due situazioni che ha descritto? Come pensa dovrebbe essere l'amore verso una persona? Provi a partire da qui e poi magari valuti la possibilità di un supporto psicoterapeutico; molti psicoterapeuti effettuano un primo colloquio conoscitivo gratuito che potrebbe esserle d'aiuto per chiarire meglio il da farsi. Se avesse bisogno, anche solo per ulteriori informazioni, rimango a disposizione. Cordaili saluti. Dott.ssa francesca Zoppi

Dott.ssa Francesca Zoppi Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Verona

112 Risposte

154 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

17 MAG 2012

Gentile Marissa,
dalla Sua lettera traspare una situazione di confusione nei confronti dei sentimenti che prova relativamente ai due ragazzi. Va detto subito che, riguardo la richiesta che fa alla fine dello scritto, non è compito dello psicologo dare consigli sulle scelte affettive degli individui. Quello che possiamo sicuramente fare è aiutarla ad analizzare la situazione e a fare chiarezza sui suoi sentimenti, in modo che lei stessa scopra da sè quale scelta è la più idonea.
Oltre a questo, la sua paura (o incapacità) a stare da sola è un tema importante che potrebbe sicuramente essere sviluppato ed analizzato: la capacità, in determinate situazioni, di "bastare a sè stessi" è fondamentale poichè permette all'individuo di riflettere ed osservare la propria situazione emotiva/affettiva/sentimentale a 360°, senza filtri esterni o pressioni da parte di eventuali partner.
Detto questo, le consigliamo di contattare uno psicologo, se vorrà farlo, proprio per costruire un percorso che la aiuti a superare questa fase di incertezza e ad arricchire la sua capacità di risposta alle situazioni stressanti (a.e. la solitudine).
Le auguriamo un ottimo proseguimento

Cordialmente

Studio Associato Chrysalis Psicologo a Arese

62 Risposte

100 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 MAG 2012

Cara Marissa,
capisco che tu possa sentirti confusa nel tentativo di gestire la situazione. Il consiglio che mi sento di darti è quello di cercare di fare chiarezza dentro di te anziché tentare di capire cosa pensino gli altri, che siano i genitori, gli amici o il partner. Potresti cominciare a chiederti cosa vuoi davvero e cosa, realmente, ti fa stare bene; e prendere in considerazione un consulto psicologico con un professionista che ti possa aiutare a porti le domande giuste: da dove nasce e come affrontare questo tuo timore di rimanere “sola”, senza una relazione? Se riuscirai, magari con l’aiuto di un supporto psicologico, a fare luce e a sciogliere i blocchi che ti frenano, forse ti sarà più chiaro, di conseguenza, cosa realmente desideri per il tuo presente e per il tuo futuro.
I miei più sinceri auguri,
dott.ssa Ornella Convertino

Studio Convertino Psicologo a Monza

34 Risposte

17 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 MAG 2012

Carissima Marissa, la sua giovane età e la sua esperienza confusa mi portano a proporle di riflettere sul significato che lei da all'amore ed alla solitudine.
Spesso cerchiamo negli altri riconoscimenti ed attenzioni che invece di gratificarci finiscono per imbrigliarci in relazioni sbagliate. Consideri la possibilità di chiedere un sostegno psicologico per fare chiarezza in se stessa e vedrà che riuscirà a vivere con maggiore serenità anche le sue relazioni amorose.
Buona vita.
Dott.ssa Marika Fellini

Marika Fellini Psicologo a Pinerolo

30 Risposte

17 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 MAG 2012

cara Marissa provi ad ascoltare le sue emozioni dentro di lei, faccia chiarezza nei suoi pensieri, c'è davvero tanta confusione. Parte con il descrivere la distanza tra lei ed L e poi vorrebbe ricevere una risposta quasi magica sui suoi pensieri per lei!
Si fermi! lasci tutti fuori dalla sua vita e si occupi di lei stessa: si faccia aiutare da un collega a capire cosa veramente è importante per lei e che cosa la renda felice!
Un caro saluto!
dott. Giovanna Ferro - psicologa psicoterapeuta - Savona

Dott.ssa Giovanna Ferro Psicologo a Savona

78 Risposte

33 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 MAG 2012

Cara Marissa, non si preoccupi di cosa vogliano L ed M, pensi a cosa vuole Lei, a chi vuole e a chi potrebbe renderla felice. è molto giovane ed ha aspettative molto elevate rispetto all'amore. Insegua quelle aspettative, cerchi la persona che la fa stare bene, ricerchi l'uomo giusto che la emozioni e la renda felice.
Nell'attesa, può fare qualche colloquio per esplorare la sua solitudine e per capire da dove partire per star meglio. .
Dott.ssa Marianna Vallone. Roma

Marianna Vallone Psicologo a Modena

108 Risposte

61 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 MAG 2012

Salve Marissa,
quello che mi colpisce di ciò che scrive è quanta parte lei ha avuto e ha in tutto questo: lascia L., inizia una relazione con M, continua a frequentare L. in maniera ambivalente (siamo amici, ma ci diciamo cose che vanno oltre)... Forse davvero è il momento di fermarsi e capire che senso ha tutto questo per lei e in questo momento della sua vita. Credo anch'io che più che capire cosa pensa questo o quello, è necessario capire cosa vuole lei e come mai è così difficile pensarsi da sola.
In bocca al lupo!
Dr.ssa Alfonsina Pica, psicologa e psicoterapeuta

Dott.ssa Alfonsina Pica Psicologo a San Miniato

102 Risposte

84 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 MAG 2012

Gentile Marissa, da quello che scrive si sente che è confusa e spaventata. Ma non si sta con una persona solo per paura di rimanere da soli, in un rapporto si possono sperimentare tante belle emozioni che lei mettendosi in questa posizione di forzatura non può provare. pertanto le consiglio di rivolgersi ad uno psicologo che l'aiuti a superare questa sua dipendenza affettiva che la porta a legarsi anche a persone di cui non è innamorata.

Dott.ssa Loredana Galati Psicologo a Santa Cesarea Terme

13 Risposte

9 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 MAG 2012

Buongiorno gentile Marissa,
ho letto attentamente la sua richiesta dove traspare la sua confusione. Nei limiti di un consulto on line vorrei precisare che il lavoro dello psicologo non è quello di sciogliere nodi amorosi ma quello di aiutare la persona che gli si rivolge a ritrovare anche le prorpie risorse interne bloccate da un disagio psicologico e/o esistenziale. Nel suo caso, la sua giovane età si presta ad esperimenti sentimentali e quello che scrive sulle sue relazioni può essere più o meno nella norma ma, nel suo caso, è evidente un giocare con i sentimenti che per forza di cose non produce stabilità affettiva.
Se sente che per lei è importante fare chiarezza, può iniziare delle consultazioni dal vivo con uno Psicologo Psicoterapeuta. Lavorare sulla sua fragilità decisionale e affettiva potrebbe rivelarsi un grande dono per se stessa!
Sinceri auguri
Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta

Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Roma

1714 Risposte

2821 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 MAG 2012

Buongiorno Marisa,
può capitare che si sceglie di restare con una persona pur non amandola per non restare soli. Il fatto che lei l'abbia riconosciuto è già un passo in avanti. Credo che sia importante IMPARARE a stare da soli, del resto noi siamo i migliori amici di noi stessi; ciò fa capire cosa si vuole davvero dalla vita in generale sotto ogni punto di vista e conseguentemente ci fa scegliere con il cuore e la testa e non per timore.
Credo che dovrebbe vagliare questa possibilità; stare con una persona solo per COMPAGNIA, data la sua età non la fà felice, quando al contrario potrebbe iniziare a godersi i suoi hobby, le sue passioni e a frequentare persone che le piacciono. Vedrà che il concentrarsi su sè stessa porterà naturalmente ad una chiarezza.

Buona giornata

Dott.ssa Roberta De Bellis Psicologo a Gallarate

231 Risposte

133 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 MAG 2012

Qui il problema è capire cosa vuoi tu Marissa...e non gli altri. Quando avrai capito questo, saprai da sola cosa fare.

Dr. Fabio Boccaletti Psicologo a Mantova

6 Risposte

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 MAG 2012

Cara Marissa, la sento così fragile e confusa. Attaccata a delle relazioni ma la sensazione che mi viene e' che sia piu' alla ricerca dell Amore con la A maiuscola che innamorata di questi due ragazzi. Sento in lei una grande paura della solitudine, un bisogno di ricevere l approvazione dei suoi genitori, degli altri. Mi sento di proporle una riflessione sull intraprendere un percorso di terapia individuale per capire e uscire da questo suo malessere. Un grande in bocca al lupo

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 MAG 2012

Buongiorno Marissa, grazie per aver condiviso questa sua situazione.
Posso dirle che riuscire a capire cosa pensa un'altra persona diventa complesso senza potersi confrontare con la persona stessa. Ciò che in questa sede possiamo fare è forse suggerirle di comprendere meglio ciò che sente per l'uno e ciò che sente per l'altro. O meglio, qual è la sua priorità principale? cosa per lei è più importante? avere qualcuno vicino, e sentire che c'è, oppure cercare una persona con cui stare e sentirsi bene? e pensavo anche ad un'altra domanda, il fatto di pensarsi sola per un certo periodo, in qualche modo diceva che la spaventa o non la fa sentire a suo agio...che cosa, in questo caso, le fa provare questo disagio, nella solitudine? Queste domande potrebbero essere utili per comprendere meglio ed ascoltare se stessa. Magari con il supporto di un collega della sua zona. Un percorso con un collega psicologo o psicoterapeuta potrebbe aiutarla a capire meglio ciò che è meglio per lei, visto che ha già iniziato il primo passo...ovvero quello di chiedersi, per lei, cosa sia meglio fare.
Le porgo il mio più cordiale saluto!
per Strategie Creative dr.ssa Cecilia Mariotto

Strategie Creative Psicologo a Bagnolo San Vito

7 Risposte

2 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 MAG 2012

Gentile Marissa,
io non credo che si tratti di domandarsi che cosa pensa L. o che cosa pensa M. Qui si tratta di capire che cosa pensa e vuole Marissa, quali sono le paure ed i timori che continuano a farla rimanere in un limbo. Le consiglierei di contattare uno psicoterapeuta della sua città per provare a fare un po' di chiarezza sulle motivazioni che la fanno rimanere in una situazione di costante incertezza, perché continuando così, né da una parte e né dall'altra, è evidente che la prima persona ad essere insoddisfatta sia lei.
Co0rdialoi saluti.

Dott. Lorenzo Sartini Psicologo a Bologna

30 Risposte

26 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 MAG 2012

SALVE MARISSA,
ha ragione a dire che si sente confusa perchè effettivamente non c'è molta chiarezza nella sua situazione e temo nemmeno dentro di lei.
L'unico aspetto che mi pare cristallino è il suo timore di rimanere sola.
Non crede che far luce su questa fragilità l'aiuterebbe? ha lasciato L. perchè credeva di meritarsi di più.
é proprio così come ha pensato, ma per arrivare ad avere quel di più deve prima capire cosa desidera e affrontare anche la solitudine.
Le consiglio di rivolgersi ad un collega psicoterapeuta per fare un percorso di consapevolezza che l'aiuti a riconnotare la solitudine come momento di riflessione, autonomia, indipendenza.
Auguri!
D.ssa Strippoli, Fano

D.ssa Valentina Strippoli Psicologo a Fano

47 Risposte

40 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 MAG 2012

Salve Marissa, lei credeva di meritare di più però continua a stare con M. solo per noia e per paura di rimanere sola. L. da un lato la rifiuta e dall'altro la cerca e le manda segnali di avvicinamento.
Lui ha fatto una scelta se dopo 2 mesi ha incominciato una storia che continua tutt'oggi e che non si interrompe nonostante lei abbia fatto richiesta. D'altronde anche lei manda segnali contrastanti gli dice di non farsi sentire più però ascolta le fantasie sessuali di M. perchè la gratificano.
Se davvero ancora pensa di meritare di più cerchi un aiuto per lei, uno psicoterapeuta può aiutarla a comprendere il perchè lei continui una storia che non la soddisfa e da cosa deriva la paura di rimanere sola. I migliori auguri.
Dr.ssa Concetta Lorico Psicoterapeuta Familiare Piacenza

Dott.ssa Concetta Lorico Esposto Psicologo a Piacenza

97 Risposte

88 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 MAG 2012

Volevo dire "è un nuovo ma strano amore"

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 22950 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16600

psicologi

domande 22950

domande

Risposte 84300

Risposte