Un caso difficile da capire

Inviata da Laura · 9 mag 2016 Terapia di coppia

Salve a tutti

Sono una donna di 49 che da quattro ho una relazione con un uomo di 40 che ogni volta che affrontiamo una discussione lui mi lascia. Io non posso assolutamente lamentarmi di nulla che sia una cosa seria come: a pasqua voleva lasciarmi sola a casa malata, mentre lui voleva fare tre giorni fuori con gli amici....oppure una volta mi ero lamentata che non chiamava più come prima.. in tutte e due casi ha avuto reazioni esagerate e mi ha lasciato. Lui sembra gradire avere considerazione da parte degli altri, attira sempre l'attenzione su di se interloquendo con le persone che non conosce. Si offende per la minima discussione. Quando non lo approvo mette il muso e diventa freddo e fa i dispetti. Nelle discussioni non ammette mai i suoi errori e giustifica il fatto che mi lascia dicendo che è colpa mia. Anche se il torto è evidente come la scorsa estate mi ha tradita e ancora adesso si giustifica in mille modi per quello che ha fatto e da la colpa a gli altri. Si contraddice sempre, spesso è dissociato. Quando stanca sono io a lasciarlo perchè non ne posso più allora lui reagisce prima chiedendomi scusa e poi l'attimo dopo ritira le scuse e mi attacca cercando di cambiare le carte in tavolo. Come fanno i politici. Io non ho capito con chi ho a che fare. A volte mi sembra che lui abbia un disturbo di personalità. Con me ha creato un rapporto simbiotico ha sposato in neanche un mese dopo che ci eravamo conosciuti tutte le mie scelte è diventato vegetariano, fa yoga e meditazione e tante altre cose che faccio io. Lui sembra vuoto e si riempie degli altri. Passa da un interesse all'altro. Spesso è invadente e si comporta come un ragazzo di 15 anni. Io ho maturato l'idea di lasciarlo perchè è inaffidabile. Volevo sapere chi mi trovo di fronte mi aiuterebbe a lasciarlo più facilmente. Grazie

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 10 MAG 2016

Laura
mi sembra che lei abbia una grande consapevolezza di che genere di uomo si tratti e di quali siano i problemi di lui.
Sembra che invece abbia poca consapevolezza di sè e, nello specifico, di che cosa la porta a sopportare un genere di relazione dove lei è, praticamente, sotto "ricatto affettivo" ogni volta che esprime un suo reale bisogno.
Qui sta il punto della questione.
Ogni donna incontra sulla sua strada tanti uomini e accetta alcuni di essi sebbene siano alquanto vuoti e non rispettosi. Come mai?
Come mai nel suo caso?
Sia chiaro che ciò accade anche agli uomini e la domanda è la stessa,: come mai si accettano tali relazioni?
Forse anche la risposta nei due casi è simile e diciamo che accade anche che, in presenza di "scompensi vari" da parte sia di uomini che donne, i due giungano ad attrarsi e a costruire, fatalmente, relazioni infelici.
Mediti un pochino su quanto ho scritto.
Un caro saluto
Dott. Silvana Ceccucci Psicologa Psicoterapeuta.

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6995 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 MAG 2016

Salve Laura,
di elementi per comprendere chi ha di fronte ne ha tanti, li ha scritti tutti qui facendo un quadro completo dell'uomo di cui parla. La sua ipotesi che quest'uomo abbia un disturbo di personalià non è irragionevole. Ciò che conta e che rimane da comprendere invece è come mai, nonostante quello che LEI coglie e ci racconta, continui a rimanere in questa relazione. Credo che spostare il focus delle sue riflessioni su di sè sia importante e necessario per comprendere e aiutarsi a superare la sua difficoltà ad interrompere questa relazione.

Cordiali Saluti,
Marcella Scamporrino

Dott.ssa M.C. Marcella Scamporrino Psicologo a Roma

29 Risposte

43 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 MAG 2016

Salve Laura,
nulla può sostituire un consulto con uno Psicoterapeuta di coppia, se suo marito è disponibile (ma visto il quadro da lei dipinto di certo non lo sarà) e provare a leggere il libro di Umberta Telfner "Ho sposato un narciso".Forse trova qualche risposta alle sue domande.

Claudia Popolillo - Studio Logos Psicologo a Lodi

213 Risposte

223 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 23750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16850

psicologi

domande 23750

domande

Risposte 85750

Risposte