Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Un anno di stallo ed ora la confusione mentale mi fa sentire persa e senza scopi

Inviata da Marcella il 9 dic 2015 Autorealizzazione e orientamiento personale

Buongiorno. Vorrei raccontarvi la mia storia poiché mi sento profondamente in crisi e ho paura di essere entrata in depressione.
Ho 35 anni e ho ogni giorno di più il rimorso di non aver guidato la mia vita nella giusta direzione, ma piuttosto verso le aspettative familiari e la competizione continua nei confronti degli altri, sentendomi sempre inadeguata e senza una vera passione per quello che facevo. Il risultato è che a seguito della mia laurea(molto travagliata e raggiunta faticosamente e con scarsa passione, ma a pieni voti e nei tempi) ho avuto due esperienze di tirocinio che mi hanno molto spaventata in quanto non sentendomi davvero appassionata e tranquilla nei confronti della materia, mi sentivo in colpa e inferiore per la mia inadeguatezza, con la conseguente prevaricazione e scarso rispetto da parte dei miei capi. Successivamente ho fatto un anno sabbatico all'estero nel volontariato per riordinare le idee e imparare il tanto temuto inglese e una volta tornata, di nuovo un senso di smarrimento unito anche all'impossibilità di trovare lavoro (avevo abbandonato milano perché ero al verde e non mi sentivo motivata nel tornare in studio da qualcuno che mi avrebbe sfruttato h24 senza un centesimo come in passato).
Così sono tornata in puglia, mi sono fatta seguire da una psicologa del centro salute mentale locale e da lì ho cominciato a riordinare le idee, capendo che il campo che avevo preso non era davvero sbagliato per me, ma erano le aspettative che sentivo di dover soddisfare e il continuo confronto con la vita degli altri che mi hanno fatto vivere male gli anni universitari e il presente.
Ho cominciato a perdere i chili in eccesso e a diventare più bella, ad avere occasioni di lavoro senza nemmeno cercarle (collaborazioni esterne con aziende) che mi hanno incentivato a mettermi in proprio, a chiedere un prestito ad un familiare x attrezzature e auto nuova e poi ho conosciuto l'amore della mia vita con il quale mi sono sposata e ora aspetto un figlio.
Da un anno però la situazione cambia: la piccola rosa di aziende che avevo cominciato con fatica a coltivare, comincia a ridursi, alcuni per assenza di budget da investire nel mio lavoro, altre perché non erano più interessate alla mia collaborazione (progetto accessori di moda).
Ho passato 6 mesi davanti al pc inviando progetti e ricevendo risposte negative per via di disinteresse o difficoltà aziendali nell'investire, nel frattempo il mio conto in banca diminuiva drasticamente e ovviamente ho ricominciato a deprimermi e ad ingrassare. Il mio sogno di riuscire a lavorare anche stando in una regione del sud italia ha cominciato a svanire e a preoccuparmi.
Per venire fuori da questo vortice che non portava nulla di buono e per guadagnare qualche euro ho incominciato a collaborare con l'attività di una mia zia che organizza addobbi per eventi, ma guadagnando davvero pochi spiccioli e senza opportunità future con lei.
Oggi, dopo un anno di assenza di commissioni, dopo aver fatturato "0", dopo aver accumulato un debito con il mio familiare che non riesco a restituire, per la seconda volta, comincio ad avere le idee confuse e a sentirmi smarrita, senza speranza e immobile.
Inoltre da circa 2 mesi ho cominciato a fare pensieri dolorosi: un grande senso di colpa verso mio marito che porta avanti a fatica la baracca (senza farmelo pesare), io che mi sento inutile, svogliata e senza obiettivi, che ho perso le speranze e la voglia di fare (ho cominciato ad avere conati di vomito ogni volta che prendo ago e filo per creare un bozzetto e ogni volta che accendo il pc per lavorare).
Ogni mattina è sempre più difficile alzarmi e nonostante cerco di arrangiarmi con piccoli lavoretti, sento il peso delle mie scelte sbagliate, per non essermi guardata dentro in passato senza farmi coinvolgere dalle aspettative altrui e dalla nociva competizione universitaria che mi ha spinto a desiderare cose che forse non erano adatte a me.
Ora la confusione mentale è tanta che non so nemmeno cosa mi piace fare nella vita e per cosa combatterei. Sento di non avere energia vitale e mi sento di non riuscire più a guardare dentro me stessa, inoltre il pensiero dei miei debiti mi fa sentire profondamente inquieta (nonostante il mio parente mi abbia rassicurata poiché al momento non ha bisogno di quei soldi).
Cosa posso fare? Dovrei rivolgermi da uno psicologo? E se non posso permettermelo?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Marcella,
lei ha già dimostrato una volta di sapersi risollevare da una situazione negativa sia dal punto di vista lavorativo e pratico che da quello psicologico e quindi lo può ancora fare per cui non si deve scoraggiare.
Deve essere ottimista nella speranza che la situazione di crisi economica generale vada a migliorare sicchè potrà avere di nuovo offerte lavorative per i suoi progetti mostrando gratitudine alla sua parente che non le sta facendo pressioni per il recupero della somma prestata.
Nel frattempo può forse dedicare più attenzione ed energie al progetto della maternità che è in corso e che non mi sembra meno importante, progetto che coinvolge anche suo marito.
Per avere nuovamente sostegno psicologico le consiglio di rivolgersi nuovamente alla psicologa che l'ha seguita in passato e che già le è stata utile.
Un cordiale saluto.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6726 Risposte

18820 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Autorealizzazione e orientamiento personale

Vedere più psicologi specializzati in Autorealizzazione e orientamiento personale

Altre domande su Autorealizzazione e orientamiento personale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20200 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15850

psicologi

domande 20200

domande

Risposte 80000

Risposte