Non puoi recarti in nessun centro?
Trova uno psicologo online
Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Uguale alle altre?

Inviata da Rosmunda il 25 ott 2016 Terapia di coppia

Ho una relazione con un ragazzo di qualche anno più grande di me da poco più di sei mesi. Essendo più grande ha fatto più esperienze di me in campo sentimentale e sessuale. Ha avuto due storie importanti di due e tre anni. Spesso abbiamo riparlato del discorso "prima volta" in qualsiasi situazione, dal regalare un mazzo di fiori, all'essere geloso, a fare sorprese ecc.
Recentemente mi è capitato di leggere conversazioni di un anno fa che ha avuto con una ragazza con cui si è frequentato per meno di un mese circa, sapevo che erano messaggi che avrebbero potuto darmi fastidio ma non pensavo così tanto. Si esprimeva con lei con un linguaggio molto simile a quelle che usa con me, usando nomignoli e aggettivi che mi attribuisce spesso e anche se non non ne ho la conferma credo che lo abbia fatto sempre con tutte.
Sono sicura di essere innamorata di lui, come lui di me, ma non mi sento trattata in maniera diversa dalle altre. Cos'ho io di speciale? Mi sento una come tante altre. Per me non vale lo stesso perché mai ho fatto o detto cose con altri in passato che poi ho fatto con lui (a partire dai nomignoli). È da qualche giorno che mi sono chiusa in me stessa, non riesco a parlare di questa cosa, forse non c è un modo appropriato per descriverla e far capire a pieno come mi possa sentire. Avrei bisogno di qualche consiglio su come affrontare la cosa.
Grazie

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Cara Rosmunda,
il suo disagio è comprensibile, tuttavia il suo modo di vedere la questione può non essere l'unico. Mi spiego meglio: se per lei il fatto di chiamare lei e le altre ragazze con lo stesso nomignolo significa non differenziare tra ciascuna di loro, per il suo fidanzato potrebbe non essere necessariamente così. Provi a comprendere qual'è il vostro rispettivo modo di vedervi e vivervi come unici, forse non sarà esattamente lo stesso.
Inoltre un confronto con lui su questo tema potrebbe essere interessante e offrire a ciascuno di voi un'occasione per conoscervi meglio.
Rimango a disposizione.
Cordialmente,
Annalisa Anni
Psicologa Psicoterapeuta Padova

Dott.ssa Annalisa Anni Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Padova

505 Risposte

918 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buonasera Rosmunda,
da come pone la questione a me sembra che il suo punto di vista sia un pò troppo sbilanciato verso di lui. Nel senso che si domanda se lui la crede speciale e cerca delle "ancore" esterne per potere avere un'immagine di sè più stabile (ad es., "se mi fa capire che sono diversa dalle altre allora mi sento tale"). Forse, potrebbe esserle maggiormente di aiuto se cominciasse a ricavare un senso di sè più certo a prescindere da parametri esterni. Capisco che sia più facile a dirsi che a farsi (soprattutto se, evolutivamente, è sempre stata abituata a relazionarsi in questo modo) ma questa ulteriore possibilità le consentirebbe di spostare l'attenzione dall'esterno all'interno, sviluppando altri criteri interni, utili come filtro tra sè e l'altro. In questo senso, un sostegno psicologico (anche in strutture pubbliche) la potrebbe aiutare certamente.
Buona fortuna
dott. Massimo Bedetti
Psicologo/Psicoterapeuta
Costruttivista-Postrazionalista Roma

Dott. Massimo Bedetti Psicologo/Psicoterapeuta Psicologo a Roma

690 Risposte

1006 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Rosmunda,
posso comprendere il suo fastidio rispetto al "confronto" con il passato del suo ragazzo.
Il mio consiglio è quello di non pensare troppo al passato, in quanto ciò le pregiudica la possibilità di godersi appieno il presente.
Inoltre, a mio avviso potrebbe essere utile per lei e per la vostra relazione prendere coraggio e parlarne direttamente con lui, tranquillamente e chiaramente.
Gli esponga i suoi attuali timori.

Un caro saluto

Dr.ssa Giorgia Salvagno - Psicologo a Venezia e Online

Dott.ssa Giorgia Salvagno Psicologo a Venezia

119 Risposte

97 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Rosamunda, cosa avrebbe voluto che facesse il suo fidanzato con le altre? Usare nomignoli diversi? Non usare nomignoli con le precedenti?

Lei si domanda cosa ha lei di speciale rispetto a tutte le altre, visto che lui ha usato un linguaggio simile anche con le sue ex. Bene, glielo chieda al suo ragazzo. Di cosa ha bisogno per poterglielo chiedere?

Dott. Antonio Amatulli hipnoterapeuta Psicologo a Lucca

67 Risposte

102 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Rosmunda,
è normale possa sorgere una sensazione di fastidio quando ci confrontiamo con il passato sentimentale del nostro partner. Tuttavia se l'amore, la complicità, la condivisione sono elementi presenti nel vostro rapporto, non mi incaponirei sul fatto di "non essere l'unica" ma mi concentrei più nel godere ogni momento di questo rapporto speciale.
Rimango a disposizione,
Cordiali saluti,
Riccardo Gaglio, psicologo e psicoterapeuta

Dott. Riccardo Gaglio Psicologo a Palermo

27 Risposte

34 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Rosmunda, probabilmente sei molto giovane ed è la prima volta che ti capita di confrontarti con un passato che ti può turbare. E' perfettamente normale che pensare al passato ti dia fastidio ma, potrebbe essere successo anche a te. Nella vita capita ci si innamori diverse volte e diverse volte capita di dire Ti Amo. Ma ogni volte, cara Rosmunda è diverso. Adesso il tuo ragazzo sta vivendo questa storia con te, è innamorato e devi pensare solo a questo.... ogni fiore, ogni pensiero o sorpresa sarà la prima volta con te e sarà diverso da tutte le altre volte. Pensa che se ti è piaciuto, ti è piaciuto anche per la sua sicurezza che ha acquisito anche grazie ad altre esperienze che lo hanno arricchito. Non perdere tempo con la gelosia, è davvero un sentimento inutile e dannoso! in caso potresti fare qualche seduta di sostegno con una psicologa o uno psicologo. Ti aiuterebbe senz'altro a ridimensionare le tue emozioni. Auguri dr. Annalisa Lo Monaco

Dott.ssa Annalisa Lo Monaco Psicologo a Roma

551 Risposte

784 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Rosmunda, se lei è convinta che questo ragazzo la ama sicuramente per lui ha qualcosa di speciale. Perché non glielo chiede? Non ci si innamora di una persona che ai nostri occhi è uguale a tutte le altre.

Dott.ssa Erica Tinelli Psicologo a Orte

234 Risposte

304 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16050

psicologi

domande 20750

domande

Risposte 80400

Risposte