Tutti i miei problemi nascono da una mancanza di soddisfazione personale?

Inviata da Chicca · 6 mar 2018 Autostima

Salve, sono una ragazza di 23 anni, laureata in infermieristica. Mi trovo in una situazione particolare sotto vari punti di vista.
1: non sono per nulla felice della laurea conseguita. Mi spiego meglio: durante gli anni di studio all'università ho avuto moltissimi conflitti con me stessa perchè mi ero accorta di avere sbagliato strada. Ho deciso di terminare lo stesso il percorso, ma comunque di evitare il più possibile di fare il lavoro dell'infermiera in quanto mi fa stare male, vestire i panni dell'infermiera mi fa sentire fuori posto.
2: L'altro aspetto della mia vita che va male è la parte della formazione e studio: sono sempre stata una gran studiosa, una di quelle che si faceva un mazzo tanto alle superiori e che dava e dà molto peso allo studio e allo studiare cose che le interessano davvero. L'infermieristica non mi ha lasciato soddisfatta nemmeno da questo punto di vista. A volte penso che dovrei mettermi a frequentare un corso di laurea che mi possa piacere sul serio tipo Lettere o corsi/accademie sul cinema e simili. Non sono soddisfatta e non mi sento neanche un po' realizzata.
3: L'altro aspetto incasinato è quello delle relazioni, nello specifico amorose: incontro ragazzi, ci sto bene, ma non scatta la scintilla o comunque qualcosa va storto, quando per colpa loro, quando a causa mia.
Nella mia vita è come se tutto non avesse un verso, forse perché la mia testa è incasinata e quindi si rispecchia appunto nella mia vita?
A volte penso che dovrei prendere e trasferirmi in una città. Per iniziare davvero a vivere. Per crearmi una vita. Il luogo in cui abito ora (vivo in collina/montagna), per quanto io lo ami per la tranquillità e la pace, e ci siano nipoti e sorelle a farmi compagnia, a volte sento che non mi dia più stimoli. Nè a livello lavorativo, che di studio, che sociale/amoroso.
E allora mi dico: che resto a fare qui? Con quale scopo?
A volte mi sento "soffocata" dallo stare da 23 anni nella stessa casa, con i miei genitori con i quali condivido molto ma che comunque sono sempre genitori, "soffocata" nell'essere circondata da sorelle che hanno parecchi anni di differenza con me, che sono sposate, hanno figli ed io sono la più piccola delle sorelle e non ci incastro niente con questa realtà. Mi sento "soffocare" da tutto questo. Sono sempre stata molto "casalinga", non ho mai avuto un gruppo di amicizie con cui andare in giro il sabato sera, ma ho poche amiche con le quali a volte esco, ma non mi sento di dire di avere una vita sociale che una persona della mia età dovrebbe avere.
È come se avessi bisogno di cambiare aria, di andarmene, di conoscere persone nuove, di fare un'esperienza di vita nuova, ma ho troppe idee in testa e vorrei avere un programma concreto. Nel senso che sarebbe opportuno avere un'idea pratica di cosa fare.
Trasferirmi potrebbe essere funzionale ad iniziare a vivere davvero e provare a risolvere qualche aspetto della mia vita?
Oppure, semplicemente, dovrei risolvere l'insoddisfazione personale con la quale mi alzo tutte le mattine? Può essere che tutti i miei problemi, le mie insicurezze a livello amoroso, siano conseguenza del mio non stare nè male ma neanche bene? Del mio essere come ho detto insoddisfatta, con addosso un'etichetta professionale che non amo ?
Vi prego di darmi qualche consiglio, grazie!

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 8 MAR 2018

Gentile Chicca,
è molto probabile che l’insoddisfazione derivante da un percorso universitario che è stato insoddisfacente e che non ti permette di trovare uno sbocco lavorativo, sia la causa di un malessere generalizzato che si ripercuote sulle altre aree della tua vita.
Per avere un programma concreto dovresti stilare una lista dei tuoi bisogni. È prioritario : iscriversi ad una facoltà universitaria più consona ai tuoi interessi? Staccarsi dal nucleo familiare e sperimentare una maggiore autonomia?
Un breve percorso psicologico potrebbe aiutarti ad una migliore comprensione di te stessa ed individuare le risorse che ti permettano di attivare strategie di cambiamento.
I miei migliori auguri
Dott.ssa Vanda Braga

Dott.ssa Braga Vanda Psicologo a Rezzato

1360 Risposte

1232 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 MAR 2018

Cara Chicca, arriva forte e chiara la tua insoddisfazione per la direzione che sta prendendo la tua vita, ma ti riconosco anche una buona capacitâ di contatto con te stessa e i tuoi bisogni, e la volontâ di migliorarti anche se ancora non sai bene come. Quando siamo insoddisfatti o viviamo un periodo critico, questo si riflette nella nostra vita, nel nostro lavoro, nelle nostre relazioni. E questo mi sembra quello che sta succedendo a te: non sei felice, e questo si riflette nella tua vita, che a tratti perde di interesse apparendoti monotona e, come dici tu, oppremente. La buona notizia ė che il punto di partenza devi essete tu, non le circostanze esterne: se impari ad accettarti e a scoprire quali sono le tue bellezze anche il contesto cambierâ in meglio. Hai mai pensato di intraprendere un percorso psicologico? La psicoterapia serve anche per favorire la crescita personale e potenziare l'autorealizzazione. Ti auguro, quindi, di cuore di trovare la tua strada e di realizzarti come persona. Dott.ssa Daniela Cannistrâ

Daniela Cannistrà - Psicologa e Psicoterapeuta Psicologo a Seregno

580 Risposte

257 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Autostima

Vedere più psicologi specializzati in Autostima

Altre domande su Autostima

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24850 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17300

psicologi

domande 24850

domande

Risposte 88500

Risposte