Trovare una soluzione

Inviata da Angie · 4 mag 2021

Buongiorno,
Espongo il mio problema.
Convivo da circa 2 anni con il mio compagno, abbiamo sempre vissuto a casa mia. Ad ottobre 2020 ho partorito, e da lì sua madre ha iniziato a rovinarmi la vita.
Possiedo un cane ed un gatto, lei mentre ero in ospedale è andata a casa mia e lo ha convinto che la casa era piena di peli e che avrebbero fatto male al bambino. (passavo l'aspirapolvere 2 volte al giorno)
Il giorno delle dimissioni il mio compagno mi ha portata a casa sua(di proprietà dei suoi genitori) e mi ha detto che d'ora in poi avremmo vissuto lì. ( lasciando però i miei animali a casa mia, secondo lui potevo andare a trovarli giornalmente)
Per me è stato uno shock,non avevo nulla a casa del mio compagno, ho passato le prime settimane di vita di mio figlio a cercare di allattarlo e a fare le corse tra casa mia e la sua per prendere almeno dei ricambi e delle cose essenziali. Mi ero spesso immaginata con mio figlio in casa mia, avevo già preparato il lettino con le lenzuola, i cassetti con i vestitini e non aver avuto la possibilità di vivere quei momenti tanto attesi mi fa venire molta rabbia. Inoltre sua madre ci voleva a pranzo ogni giorno da lei e spesso entrava a casa del mio compagno con me lì senza nemmeno avvisare ed iniziava a fare pulizie.
A metà novembre i miei suoceri hanno avuto il covid.
Da quel momento quando ci si vedeva ho iniziato a chiedergli di indossare la mascherina, ma loro nulla, ho dovuto insistere fino ad arrivare al punto di dirgli che non potevo passare con il bimbo se non si fossero messi le mascherine,mi prendevano addirittura in giro ridendo di me.
Inoltre giornalmente il mio compagno passa a trovare i suoi genitori, stanno insieme circa 2 ore dove mangiano e bevono insieme.
Ovviamente il mio compagno quando torna a casa non ha mai fame e men che meno voglia di parlare o stare con il bimbo.
Sua madre continua ad invitarlo da lei e non ha rispetto per me è pian piano noto che anche il mio compagno sta perdendo il rispetto che prima aveva per me.
Questa situazione sta rovinando il rapporto tra me e lui e con un bimbo così piccolo è un gran peccato.
In casa sua io non posso spostare o arredare nulla come piace a me, deve restare tutto come lo ha lasciato sua madre.
Ovviamente tutto questo mi provoca molto stress e non sono serena e non mi sto godendo il mio bimbo come avrei voluto.
Vorrei cercare di far capire al mio compagno l'importanza della serenità della coppia..spesso gli dico che sua madre è troppo invadente e che io mi sento ferita per come si è comportata.. Ma lui non fa altro che difendere lei e offendere me.
Ovviamente lei ci ha voluti trasferire per averci vicini e poter controllare tutto.
Esiste una soluzione??

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 4 MAG 2021

Cara Angie,

purtroppo fino a che il suo compagno non porrà fine al "matrimonio" con sua madre, voi non potrete considerarvi una vera coppia. Glielo dico chiaramente perchè lui, da quello che scrive, asseconda ogni desiderio di sua mamma, sacrificando costantemente le sue esigenze e quelle di suo figlio. Mi chiedo se ha capito di essere diventato padre, visto che continua a comportarsi da figlio devoto consuma i pasti dai suoi) e allo stesso tempo da partner della madre che asseconda in tutto (i peli degli animali e le imboscate in casa del suo compagno senza alcun preavviso).
Le consiglio di suggerire a suo marito una terapia di coppia in modo che ascolti un terzo punto di vista a suo supporto rispetto al malessere sperimentato in una evidente relazione a tre. Rimango a sua disposizione.
Dott.ssa Francesca Orefice

Dott.ssa Francesca Orefice Psicologo a Bologna

601 Risposte

197 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 MAG 2021

Cara Angie,
la situazione che descrive appare complessa sotto molti punti di vista: sembra essere messo in discussione il suo ruolo di madre e di compagna. L'ambiente che vive sembra penalizzarla e le interazioni che costruisce giorno dopo giorno sembrano rimandarle visioni di sé negative.
Potrebbe essere utile, però, riconfigurare tutto quello che vive, tentando di assumere un ruolo attivo, pur rimanendo in tale contesto poco fertile. Può fare cose diverse, che le potrebbero permettere di posizionarsi in maniera differente di fronte a queste dinamiche relazionali, evidentemente limitanti? Potrebbe essere di giovamento, per questo, condividere il tutto con un terapeuta.
Potrebbe essere utile, al contempo, coinvolgere anche il suo compagno, così da avere una "voce altra".
E' importante per lei e per la serenità che dovrebbe avere nello stare con suo figlio, vivendo insieme questa nuova realtà condivisa.
Un caro saluto,
dott.ssa Francesca Valentini

Dott.ssa Francesca Valentini Psicologo a Perugia

14 Risposte

2 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

5 MAG 2021

Cara Angie,
posso soltanto immaginare il suo stato d'animo, in un momento così importante della sua vita. Lo shock del ritorno dopo il parto in una casa diversa dalla sua, lontana dagli affetti dei suoi animali, dalle sue comodità e da tutto ciò che aveva immaginato e progettato, genera senz'altro stress e malumori. Dal momento in cui non riuscite a comunicare efficacemente, consiglio vivamente una seduta di coppia con un professionista per cercare un punto d'incontro e soprattutto la serenità perduta.
Resto a disposizione
Buona fortuna
Dott. Marco Di Bartolomeo

Dottor Marco Di Bartolomeo Psicologo a Pagani

29 Risposte

80 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

5 MAG 2021

Ciao Angie,
mi dispiace che tu stia vivendo una situazione così complicata.
Tuttavia, Angie, per quanto la madre del suo compagno risulti essere invadente, è importante indagare a fondo le dinamiche relazionali esistenti tra tutti voi.
Può essere semplice ed efficace attribuire tutta la colpa della nostra sofferenza a qualcuno o qualcosa in particolare, però non significa che così facendo riusciamo a stare bene. Per stare bene, come sempre, è necessario un percorso di consapevolezza interiore... Mi verrebbero in mente alcune domande da porti, ma non è questo il luogo.
Io comunque mi occupo prettamente di problemi relazionali, quindi se avessi bisogno di ulteriori informazioni puoi sempre contattarmi. Sono anche disponibile per brevi videochiamate conoscitive gratuite.
Dott. Giorgio Schinco

Dott. Giorgio Schinco Psicologo a Prato

11 Risposte

4 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

5 MAG 2021

Carissima Angie,
da quello che scrive suo marito non ha ancora lasciato il ruolo di figlio per concentrarsi su quello di marito e padre.
Le invadenze che consente alla madre ne sono il chiaro segno e finchè non realizzerà che la sua famiglia è diventata un'altra le possibilità di cambiamento sono veramente al limite.
Una terapia di coppia potrebbe aiutarvi a ritrovare una comunicazione, a capire che l'interazione principale deve essere quella con il bimbo e a ritrovare un equilibrio consentendo anche a lei di recuperare la serenità che adesso le manca.
Sono a disposizione
Un caro saluto
Dott.ssa Stefania Barbaro
Psicologa Clinica, Sessuologa e Consulente di Coppia
(ricevo anche on line)

Dottoressa Stefania Barbaro Psicologo a Milano

704 Risposte

205 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 31350 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 19400

psicologi

domande 31350

domande

Risposte 107600

Risposte