Trovare la forza di lasciare mio marito

Inviata da Isabella · 8 feb 2021

Salve,
Dopo anni in cui ero infelice, sono arrivata alla conclusione che voglio lasciare mio marito. Prima di tutto, lui è asessuale e questo mi ha fatto male per molto tempo. Questo purtroppo è un aspetto che c'è sempre e non cambierà, ho 33 anni e non posso né voglio rinunciare al sesso. Ma ho recentemente capito che ci sono tante altre piccole come che non mi vanno bene, su cui non siamo compatibili. Cose caratteriali, lui è una persona molto solitaria e negativa, sedentaria ed è peggiorato con gli anni, mentre io sono tendenzialmente più attiva e ho bisogno di qualcuno che mi spinga e assecondi.
Ho avuto un relazione ultimamente, che mi ha fatto capire che voglio di più, voglio qualcuno che mi voglia completamente e non solo a metà. La relazione è finita, quindi non si tratta di lasciare mio marito per un altro, semplicemente di lasciarlo per sperare di trovare qualcuno più compatibile con me.
Io e mio marito andiamo comunque d'accordo e so che lui mi ama, mi preoccupa l'idea di lasciarlo da solo perché come ho detto è molto solitario. Credo sia la decisione giusta ma non so come trovare la forza, non voglio ferirlo e continuo e pensare alle cose belle che abbiamo passato e sto male perché non riesco a lasciare andare il passato.
Come trovare la forza per fare questo duro passo?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 9 FEB 2021

Gentile Isabella,
è poco frequente che una persona, che si rivolge ad un sito di psicologi, abbia una visione lucida di ciò che desidera fare e chieda un aiuto ben circoscritto.
Capisco che per lei sia doloroso operare una scelta che coinvolge non solo il suo partner, ma soprattutto quella parte si lei che con lui ha condiviso un periodo della vita.
Per permettersi di “lasciare andare il passato”, come lei dice, e conservare le parti buone del vostro rapporto, le consiglio di affidarsi ad un professionista, in modo da comprendere le motivazioni che l’hanno condotta a quella scelta, capire come le sue esigenze si sono trasformate, e infine quale è attualmente la sua situazione affettivo-emotiva.
Questo le consentirà di operare, in futuro, con la serenità che deriva dall’agire in linea con il proprio desiderio reale.
Un augurio sincero
Giordana Milani

Dott.ssa Milani Giordana Psicologo a Biella

116 Risposte

33 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 27300 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17900

psicologi

domande 27300

domande

Risposte 94300

Risposte