Tristezza molto intensa dopo la fine di una brevissima relazione

Inviata da Alessandro · 24 dic 2020

Salve, ho 23 anni e scrivo perché sono molto, probabilmente troppo, triste per la fine di una brevissima "relazione" (tra molte virgolette) con una ragazza. In breve, ci siamo conosciuti in Francia ad una cena di classe a inizio ottobre e, dopo una chiacchierata, le ho chiesto di uscire e lei ha accettato. Dopo tre appuntamenti di sole chiacchierate (appuntamenti molto strani, nel senso che la trovavo carina e intrigante ma anche molto strana e difficile da capire), mi ha detto che a fine agosto si era lasciata con un ragazzo che era stato molto importante per lei e che quindi non si sentiva pronta per un'altra relazione, perché pensava ancora a lui. Io ho risposto con calma e cordialità, dicendole che capivo e che col tempo si sarebbe sentita meglio. Lei, colpita dalla mia risposta, ha continuato a parlarmi e dopo dieci giorni mi ha chiesto di uscire nuovamente - qualcosa era palesemente scattato in lei e abbiamo passato una bellissima serata insieme. Dopo pochi giorni, ho dormito da lei e abbiamo passato una notte svegli a parlare e a coccolarci (con livelli di dolcezza che non avrebbero avuto senso se mi avesse voluto semplicemente usare per dimenticare il suo ex). La cosa è continuata per due settimane, durante le quali abbiamo passato del tempo bellissimo insieme, con la dolcezza e il feeling emotivo protagonisti indiscussi (il focus non era sul sesso, che veniva di conseguenza). Ho dormito da lei la notte prima di partire, mi ha accompagnato in aeroporto e ci siamo dati un bacio prima che partissi. I problemi però sono questi:
A) Io undici giorni fa sono tornato in Italia e il mio programma non prevede io ritorni in Francia, quindi c'è una distanza netta
B) Lei ha già accettato tempo fa di partire per il Canada per un dottorato di cinque anni, probabilmente entro i prossimi dodici mesi
C) Per quanto sembrava avesse "superato" la fine della storia con l'ex ragazzo, ovviamente la cosa non è scomparsa e, sebbene di sottofondo, immagino abbia giocato un ruolo
Li chiamo problemi perché ieri ci siamo chiamati e lei mi ha detto che "non vede dove possa andare questa relazione", che "era convinta sarebbe finita quando fossi tornata in Italia e per lei la cosa era ok", che "al momento lei non cerca una relazione e quindi abbiamo probabilmente prospettive diverse".
Io capisco benissimo la decisione di chiudere la cosa, perché protrarla nel tempo avrebbe semplicemente reso più doloroso l'inevitabile addio prima del Canada; quel che però mi sta facendo soffrire molto è che non capisco quanto la sua decisione sia "obbligata" dalle circostanze esterne e quanto invece sarebbe cambiata se fossimo rimasti nella stessa città per i prossimi anni. Immagino che questo mio dubbio derivi da un fatto molto chiaro: non sono mai stato in una relazione seria e duratura, ma soprattutto reciproca. Alcune ragazze sono state innamorate di me, io sono stato innamorato di alcune ragazze, ma mai in maniera reciproca. Di conseguenza, ho molta voglia di mettermi in gioco e non riesco a capire se questa breve relazione sia stata semplicemente sfortunata ma specchio di qualche progresso, o se invece mi sia nuovamente invaghito di una ragazza che non era emotivamente disponibile (anche se a me sembrava lo fosse, e di fatto sono rimasto sorpreso dalla decisione che, a livello razionale, invece condivido).

Premesso che sono intenzionato ad accettare la fine di questa "relazione", vorrei capire meglio come indagare la mia tristezza che, tra ieri e oggi, ha raggiunto picchi davvero alti. E' giustificata dopo un così breve pattern di interazioni? Come dovrei gestirla? Sto effettivamente facendo dei progressi?

Grazie!

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 26 DIC 2020

Gentile Alessandro,
a mio avviso nemmeno in questa "relazione" vi è stata molta reciprocità che invece a lei è parso di vedere.
Probabilmente lei sperava in una maggiore disponibilità della ragazza che però non c'è stata.
Per gestire meglio la tristezza per la perdita di questa relazione d'amore più immaginata che realmente vissuta è consigliabile un supporto psicologico che la aiuti anche a capire l'importanza della sintonia tra razionalità ed emotività.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7411 Risposte

20814 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 DIC 2020

Salve, mi spiace molto per la situazione e del disagio espresso.a mio avviso, sarebbe opportuno che lei non cerchi delle strategie per allontanare il più possibile la tristezza ma imparare a stare con la tristezza e a cercare di capire le informazioni che essa vuole darci. So che può sembrare qualcosa di complesso e astratto, tuttavia ritengo che non sia la durata di un rapporto a giustificare o meno l’emozione intensa ma tutto un insieme di aspettative e pensieri legati alla relazione stessa.sarebbe opportuno a mio avviso che lei rivolga le sue questioni a uno psicologo al fine di trovare le risposte che cerca, onde evitare che tale situazione possa in qualche modo limitare le esperienze successive.
Cordialmente, dott FDL

Dott. Francesco Damiano Logiudice Psicologo a Roma

229 Risposte

106 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

26 DIC 2020

Caro Alessandro,
questa ragazza non cerca attualmente una relazione, per lo meno con lei.
Che abbia o non abbia in testa l'ex non importa, perchè il risultato è comunque un rifiuto di una relazione.
So quanto è doloroso, umiliante e svilente essere allontanati ma bisogna accettarlo.
Accolga la tristezza e tutti i sentimenti che accompagnano la delusione amorosa e diriga il suo sguardo altrove.
Un po' come si fa quando si guarda un aereo che passa in cielo.... ci si sofferma a sognare mete meravigliose ma poi... si riporta lo sguardo a terra.
Cordialmente
Dott.ssa Stefania Scotto

Dott.ssa Stefania Scotto Psicologo a Gallarate

357 Risposte

171 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 28400 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18200

psicologi

domande 28400

domande

Risposte 97500

Risposte