Tristezza e relazione

Inviata da Teresa · 4 gen 2019 Terapia di coppia

Salve a tutti, sono una ragazza di poco più di 20 anni. Ho da cinque anni una relazione stabile con un ragazzo, con il quale attualmente convivo per questioni di studio. Con questo ragazzo ho vissuto tantissime cose, siamo cresciuti assieme. È stato la mia prima esperienza, il mio primo tutto ed è come una parte di me. Frequenta abitualmente anche la mia famiglia, ormai da anni. Mi è stato vicino anche quando ho sofferto di depressione ed ansia e sono stata curata da uno psichiatra e da una psicologa. Insomma, mi ha sempre tenuto la mano e non si è mai tirato indietro. Da un anno circa, però, la relazione ha cominciato a subire dei forti scossoni. Lui mi trascurava e anche dal punto di vista sessuale non mi cercava più. Cosa che mi ha gettato nella tristezza più totale. Io provavo a stuzzicarlo, ma spesso non reagiva nemmeno e quindi addirittura cominciai a pensare che non provasse più le stesse cose di un tempo o che avesse interesse per un'altra persona. In qualsiasi caso, smisi anche io di cercarlo sessualmente. Non volevo elimosinare le sue attenzioni. E più volte gli avevo parlato di questo disagio, di questa mancanza di fisicità che mi faceva soffrire... Ma puntualmente diceva che era solo un periodo di stanchezza e sarebbe tutto passato. In realtà quel periodo non si è mai concluso e ciò mi ha portato ad allontanarmi da lui. Due mesi fa conosco un ragazzo, che non è della mia città. Cominciamo a sentirci come amici, ma presto sentiamo entrambi una forte chimica e finiamo con l'innamorarci pazzamente. In maniera del tutto irrazionale. Con lui ho riscoperto di avere un desiderio sessuale fuori dal comune e mi sentivo benissimo. Ero fermamente convinta di voler lasciare il mio ragazzo e così la relazione con quest'altra persona aveva assunto i connotati di una vera e propria relazione. Ci chiamavamo "amore", ci dicevamo "ti amo". Tutto questo fino a qualche giorno, quando io ho cominciato d'improvviso a provare dei forti sensi di colpa verso il mio ragazzo che non mi ero sentita di lasciare nel periodo festivo. Per la prima volta l'ho guardato con altri occhi e mi sono resa conto che gli stavo facendo del male e che nonostante tutto, non lo meritava. Così gli ho parlato, gli ho detto le cose come stavano, che comunque non riuscivo a separarmi da lui, perché ancora provavo dei sentimenti forti...ma che dall'altro lato vivevo di dubbi. Lui finalmente si è aperto davvero e mi ha detto tutto quello che provava e che anche sessualmente si era "raffreddato" perché si sente risucchiato di ogni energia oltre che costantemente disilluso e amareggiato. Credo, infatti, che soffra di una qualche forma di depressione. Mi ha anche detto che sarebbe andato da uno psicologo. Ci siamo guardati negli occhi e quindi ci è stato chiaro che dopotutto volevamo provare a salvare la nostra relazione. Che potevamo cominciare da capo e dovevamo solo ritrovarci. Il giorno dopo, quindi, ho parlato con l'altro ragazzo e ho chiuso la relazione con mia enorme sofferenza. Perché con lui mi sentivo benissimo, nonostante il problema della distanza e mi faceva stare bene. Lui è stato dolcissimo e comprensivo e mi ha detto che non solo mi ama, ma che nonostante la sofferenza della mia decisione è felice per me.. Perché odia sapermi triste, in dubbio, o tormentata. E così da ieri abbiamo tagliato i ponti, ma io mi sento comunque tremendamente infelice. Lo penso continuamente. Mi manca e l'unica cosa che spero è che possa essere felice anche senza di me... Ero l'unica cosa che gli stava portando serenità e alla fine sono andata via. Ho il cuore spezzato. Per lui, per me e per quello che siamo stati. Ma dall'altro lato, quando poi sono stata ieri sera con il mio ragazzo, mi sono sentita in pace. Non so più dove sbattere la testa. Credo che sia stato giusto dare una seconda possibilità alla mia relazione, ma dall'altro lato sto soffrendo terribilmente per quell'altra persona. Spero solo che un giorno questa ferita si chiuda. Attualmente non riesco a fare a meno di pensarlo, però. Nonostante mi sia tolta da tutti i social network per non incorrere nel suo profilo, nonostante non ci sia pericolo di incontrarlo per strada perché è lontano e nonostante abbia rilegato la sua chat nel fondo dell'archivio... Sto resistendo molto bene alla tentazione di scrivergli. Perché so che ferirei il mio ragazzo con cui ho deciso di riprovarci, e farei del male lui... Ma nella mia testa è sempre presente. È normale sentirsi così? Ho preso di nuovo appuntamento con la mia psicologa, ma nel frattempo che arrivi il giorno dell'incontro, vorrei un parere esterno.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 4 GEN 2019

Cara Teresa,
lei mi sembra una persona molto confusa. Bisogna analizzare cosa questi due ragazzi rappresentino per lei a livello inconscio in modo da fare chiarezza. Ha fatto bene a ricorrere nuovamente alla sua psicologa che spero sia psicoanalista.
MI faccia pure delle domande se lo ritiene opportuno!

Angelo Feggi - Psicoanalista Genova

Dott. Angelo Feggi Psicologo a Genova

473 Risposte

730 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

5 GEN 2019

Gentile Teresa,
sembra che non ci sia stata sufficiente chiarezza sia da parte tua che da parte del ragazzo con cui stai da 5 anni.
Infatti, l'avere intrapreso un'altra relazione prima di aver definito le cose ti ha portato ad avere sensi di colpa e d'altra parte forse lui non è stato sufficientemente sincero quando ha parlato di un periodo temporaneo di "stanchezza".
Ora però la situazione si è complicata soprattutto per te che devi uscire dalla tua crisi decisionale approfondendo il tema con la tua psicologa che avrà tutto il tempo e il modo per farlo.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7088 Risposte

20219 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24150 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17050

psicologi

domande 24150

domande

Risposte 86900

Risposte