Transfert o innamoramento?

Inviata da Eretica · 18 nov 2019

Buongiorno,

Scrivo qui perché, nonostante io abbia diffusamente parlato con il mio terapeuta del tema, non ho ancora trovato una risposta soddisfacente alla domanda: sono innamorata, oppure è solo transfert? Forse la più classica delle domande, ma non per me che ci sono in mezzo: ho bisogno di portare nuova luce sulla questione perché non sapere cosa mi sta succedendo mi causa preoccupazione e sofferenza.

Ho 34 anni, un lavoro stabile da 6 anni, una relazione monogama stabile da 8 anni con convivenza. Sono in terapia da circa 2 anni e ritengo di aver fatto molti progressi dall'inizio della terapia. Posso constatarlo dai cambiamenti che ho apprezzato nella mia vita: dal mio maggiore equilibrio emotivo, alla maggiore fiducia in me stessa, alle mie relazioni interpersonali che adesso trovo molto più equilibrate e soddisfacenti.

L'unica relazione che non sono ancora riuscita a "digerire" e vivere meglio è proprio quella con il mio terapeuta. Come anticipavo, ne abbiamo parlato diffusamente durante diverse sedute, ma non abbiamo ancora trovato un equilibrio.

Gli ho chiesto di diradare le sedute perché non riuscivo (e tutt'ora non riesco) a gestire il suo repentino cambiamento: da quasi "amante" (abbracci lunghi a fine seduta, complimenti sul mio aspetto, scambi di mail e messaggi personali fra una seduta e l'altra, "self-disclosure" a volte non pertinente ma fatta per il puro piacere della conoscenza reciproca...lui stesso ha ammesso di aver provato qualcosa per me ad inizio percorso ma che poi ha detto di aver risolto quasi subito) ad asettico terapeuta (che evita scientemente qualunque cosa sia un po' più personale della mera terapia).

Mi preme sottolineare che, nonostante un apparente invischiamento, ritengo che il mio terapeuta sia sempre stato estremamente corretto e che quindi non si sia mai spinto oltre quanto deontologicamente consentito. Ha probabilmente solo capito che doveva entrare in confidenza con me per fare terapia, dato che ho grandi problemi di fiducia nel prossimo. Che si sia spinto troppo oltre, ed ora stia cercando di correre ai ripari per non farmi più soffrire? Vorrei tanto credergli quando mi ha detto, rispondendo al mio prevedibile "ti amo", che non prova niente per me se non affetto, perché la nostra relazione "è finta" in quanto esiste solo per un supporto temporaneo...però non gli credo, non mi convince affatto. Oppure non voglio convincermene perché, stimandolo molto come persona e piacendomi molto come uomo, mi brucerebbe parecchio il suo "rifiuto".

Al momento ho interrotto le sedute fino a data da destinarsi, sto valutando ormai da Aprile di quest'anno di interrompere definitivamente, ed il mio terapeuta lo sa. Lui per il momento mi ha detto che mi aspetterà tutto il tempo necessario, perché ritiene che la terapia non debba interrompersi e che siamo proprio nel fulcro di essa.

Concludendo, comprendo che la complessità di un percorso di guarigione non possa essere spiegato in maniera esaustiva in poche righe, ma spero comunque di aver dato un quadro abbastanza completo da consentire una risposta. Ringrazio chiunque di voi abbia letto fino a questo momento, e ringrazio chiunque abbia voglia e tempo di aiutarmi a far luce in questa dolorosa questione, che dura ormai da troppo tempo.

E.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 19 NOV 2019

Salve, l'unico suggerimento che mi sento di darle è di non riprendere la vecchia terapia e scegliere un altro psicoterapeuta (magari anche una donna), di cui si possa fidare in quanto suggerito da persone sicure, medico di base, altri professionisti ecc.; con lui o lei cominciare un percorso nuovo, sia sulle difficoltà per cui si è messa in terapia ma soprattutto sulla relazione complessa che si è instaurata con il suo psicologo. Le sarà utile per capire meglio e per decidere come andare avanti anche con il suo compagno.

Dott. Lorenzo Truffi Psicologo a Perugia

27 Risposte

5 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 23700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16800

psicologi

domande 23700

domande

Risposte 85550

Risposte