Transessualità e dipendenza affettiva

Inviata da Elisa il 7 feb 2018 Dipendenza affettiva

Buonasera, vi contatto in merito ad una problematica. Sono una ragazza di 21 anni, transessuale MtF. Studio all'università e ho molti hobby, tra cui la storia e l'arte. Soffro di dipendenza affettiva: ho una bassissima autostima e, quando conosco un ragazzo, penso di non valere nulla e che quindi devo essere solo grata di questo suo interesse. "Tanto quando gli parlerò della mia storia scapperà via", ciò è un pensiero fisso in me: chi mai potrà amarmi? Io credo nessuno. Quelle, rare, volte in cui entro in una relazione ho un comportamento tipicamente passivo: mi faccio solo cercare, non faccio quasi mai nulla per suscitare interesse in lui. Penso " se fa lui le cose, allora vuol dire che gli piaccio", oppure "se non chiedo nulla, di sicuro non posso essere rifiutata". Alla fine il copione si ripete sempre, vengo lasciata anche da ragazzi i quali all'inizio avevano manifestato un fortissimo interesse nei miei confronti. All'inzio tutto rose e fiori, "mi piaci davvero molto e seriamente", dopo qualche mese "io ti vedo solo come una scopamica". Ciò è accaduto in qualsiasi relazione affettiva nella mia vita. Ora mi chiedo, perchè son stanca di questo, se è possibile "invertire la rotta". Facendo un lavoro duro, orientanto all'aumento della stima in me stessa e della fiducia nelle mie capacità, posso spezzare questo circolo vizioso? Oppure è una condanna a vita, non essere amata ma desiderata solo in quanto dispensatrice di pratiche erotiche? Voi, nella vostra pratica clinica, avete mai visto qulcuno invertire a 360 gradi la rotta del proprio destino sentimentale? Oppure dovrei semplicemente rinunciare alla dimensione amorosa, in quanto "se rinuncio non soffro"? Inoltre, anche se può sembrare stupido, ho contattato per gioco un famoso astrologo affinchè analizzasse il mio tema natale ma la sua risposta mi ha quai traumatizzata, mi ha detto che il mio è un destino segnato, e che nulla può porvi rimedio. Mi considero una persona abbastanza razionale, eppure queste parole hanno letteralmente buttato giù le mie prospettive: e se avesse ragione l'astrologo?
Chiedo perdono se la mia lettera, più che ad una domanda, ha più affinità stilistiche con uno sfogo: mi trovo in un momento di difficoltà e vorrei essere ascoltata e consigliata.
Grazie a chi risponderà :)

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Buonasera Elisa,
non si lasci ingannare da segnali astrologici: lei è l'artefice della propria vita ed ha assolutamente il diritto di amare e di essere amata.
Il cambiamento è sempre possibile. Richiede sforzo, tenacia e volontà di mettersi in discussione e ritrovare quelle risorse che ognuno di noi possiede.
Valuti la possibilità di un percorso psicologico, che la supporti ad aumentare la sua autostima e sviluppare un' affettività e sessualità autentiche, scevre di qualsiasi forma di dipendenza.
Spero che il suo desiderio di essere stata ascoltata, sia stato soddisfatto e si senta un po' più sollevata.
Un caro saluto
Dott.ssa Vanda Braga

Dott.ssa Braga Vanda Psicologo a Rezzato

1280 Risposte

1086 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno, Elisa.
Tutti desideriamo essere accettati ed amati, quando sentiamo che questi aspetti vengono soddisfatti, è probabile che ci sentiremo felici e contenti. Ma cosa siamo disposti a fare per soddisfare questi “bisogni”? Per sentirci bene è possibile solo sentirci accettati de amati? E per sentirsi così, possiamo sola attraverso le conferme degli altri? Noi ci accettiamo e ci vogliamo bene?
Ecco io credo che queste siano domande centrali, da cui, nel Suo caso, partire all’interno Di un percorso psicoterapeutico in cui possa costruire un nuovo rapporto con se stessa e da qui poi con gli altri.
Cari saluti

Dott.ssa Ilaria Gisondi Psicologo a Trezzano sul Naviglio

73 Risposte

14 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Elisa,
Mi dispiace per ciò che vive nella relazione in questo momento. L'autostima piuttosto bassa e le rende difficoltoso il rapporto con gli altri, subisce passivamente il rapporto. Il destino non esiste, è lei responsabile e protagonista della propria vita.
Certamente è possibile cambiare, è un percorso che richiede impegno e motivazione in modo continuativo.
Occorre modificare in qualche modo la dipendenza affettiva e relazionarsi alla pari attivando le molteplici risorse e potenzialità che possiede.
Una terapia psicologica di supporto potrebbe esserle molto utile per arrivare ad una piena realizzazione personale ed emotiva.
Cari saluti
Dott.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2414 Risposte

2044 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Elisa, arriva forte e chiaro il suo bisogno di amare ed essere amata nel modo piú naturale e semplice. Sembra, peró, che questa cosa sia impossibile per vari motivi, e ad oggi si chiede semmai riuscirá o se non ė "degna" di realizzarsi in questo senso. Senza dubbio un percorso di psicoterapia puö essere una buona strada per guardarsi dentro e ritrovare la fiducia in se stessa, per imparare a volersi bene e a realizzare che quello di amare ed essere amata ė un diritto sacrosanto. Un percorso psicologico non fa i "miracoli" se ě quello che vuole sapere: aiuta peró, con impegno e fatica, ad accettarsi e volersi bene intanto per quello che si ě e poi, piano piano, a partire da quello che si ě per migliorarsi. La relazione terapeutica dovrebbe essere un banco di prova per sperimentarsi e capire attraverso di essa come si funziona nelle altre nostre relazioni: tutto questo, peró, in un contesto affettivamente sicuro e di supporto. Allora, la invito a cercare un professionista che a pelle le ispiri fiducia per iniziare un bel percorso alla scoperta di se stessa. Auguri! Dott.ssa Daniela Cannistrá.

Daniela Cannistrà - Psicologa e Psicoterapeuta Psicologo a Seregno

580 Risposte

224 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Dipendenza affettiva

Vedere più psicologi specializzati in Dipendenza affettiva

Altre domande su Dipendenza affettiva

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19650 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15200

psicologi

domande 19650

domande

Risposte 77150

Risposte