Tic nervosi da ansia e insoddisfazione

Inviata da Marisa Lucchese · 8 feb 2021

Buongiorno mio figlio 11 da quando ha iniziato la prima media con obbligo costante di mascherina dalle 8 alle 14 essendo tra l’altro in un contesto che non facilita socialità ed avendo quotidianamente a che fare con ragazzo autistico piuttosto invasivo sta manifestando una serie di tic nervosi che ora sono sfociati in discinesie vere e proprie. Dice che non riesce a respirare e che non sopporta andare nella sua classe perché continuamente disturbato da manifestazioni isteriche del ragazzo autistico. Inoltre dice di sentirsi meglio nell’ambiente domestico perché più libero di fare le cose che desidera senza bavaglio.Cosa posso fare per aiutarlonsenza ricorrere a psicofarmaci. Grazie

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 9 FEB 2021

Gentile utente,
forse la mia risposta la sconcerterà, però credo mio dovere informare di quello che so. Molti brillanti avvocati, tra cui spiccano l'Avv. Mauro Sandri ed Edoardo Polacco hanno vinto una azione legale per impedire l'uso della mascherina fino agli undici anni, per adesso solo per i genitori che hanno aderito. Occorre quindi che vi attiviate di più. Perché? Non esiste alcuna prova scientifica, in nessun Paese, che le mascherine siano efficaci nel ridurre i contagi, invece ci sono diversi studi che mostrano che sono veramente dannose perché riducendo, pur minimamente, l'ossigeno, possono provocare la morte delle cellule nervose ed altri disturbi.
Non mi stupisce minimamente, pertanto, che suo figlio manifesti disturbi anche gravi. Si tratta di una prescrizione illegittima ed anticostituzionale. E' chiaro che se voi genitori non fate la vostra parte, diffidando i dirigenti scolastici, la situazione non potrà che peggiorare. Trova facilmente in rete il sito dell'Avv. Polacco con tutte le info. Resto a disposizione.
Un cordiale saluto
dr. Leopoldo Tacchini

Dott. Leopoldo Tacchini Psicologo a Firenze

1003 Risposte

408 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 FEB 2021

Gentile,
è comprensibile che questo ragazzo si senta oppresso.
Io non ricorrerei ai farmaci.
Intanto, va aiutato a sciogliere la tensione che ha accumulato e che accumula ogni giorno.
In questo caso la cosa migliore, a mio avviso, sarebbe quello di aiutarlo a parlare con voi genitori in primis, e, se poteste, anche con uno/a psicoterapeuta esperto/a in infanzia ed adolescenza. In casa si trova meglio, quindi lasci/lasciate che instauri un dialogo sano ed aperto con lei/voi e se questo non bastasse, allora potrete valutare di contattare un professionista che gli costruisca un percorso ad hoc.
Poter parlare delle sue emozioni e semplicemente anche di cosa succede in classe, già allenterebbe molte delle sue tensioni interne, lo aiuterebbe a tollerare di più il confronto quotidiano con ciò che lo opprime e gli consentirebbe di rielaborare i suoi vissuti, facendogli assumere un punto di vista più oggettivo e distaccato della situazione che vive.
Inoltre, potreste valutare qualche attività extrascolastica, soprattutto sportiva o creativa (secondo le due attitudini).
Spero che potrà stare meglio.
Restando a disposizione per eventuali chiarimenti e informazioni, la saluto cordialmente.
Dott.ssa Verusca Giuntini

Dott.ssa Verusca Giuntini Psicologo a Firenze

116 Risposte

104 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 FEB 2021

Carissima, credo che suo figlio dovrebbe seguire un percorso terapeutico che lo aiuti ad imparare a gestire le situazioni che li creano ansia e agitazione, quindi imparare a gestire situazioni stressanti come quella del ragazzino autistico in classe o ancora del dover mantenere la la mascherina per diverse ore. Penso che con un buon percorso possa riuscire a superare le sue difficoltà, però questo percorso lo deve fare lui, penso che lei personalmente possa fare ben poco. Io sono disponibile qualora lo volesse anche per qualche incontro on-line.
Cari saluti.
Dottoressa Barbara De Luca

Dott.ssa Barbara De Luca Psicologo a Catanzaro

583 Risposte

285 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 FEB 2021

Buongiorno Signora, immagino non sia facile gestire queste situazioni e le preoccupazioni collegate. Ha provato a parlare con gli insegnanti per vedere di alleggerire il carico di tensione che suo figlio sta vivendo a scuola? Ansia ed insoddisfazione possono sfociare tic nervosi, io aspetterei prima di ricorrere agli psicofarmaci xché è come se il ragazzo pensasse di essere lui quello che ha maggiormente bisogno di aiuto. Forse uno spazio neutrale dove poter portare tali preoccupazioni e incentivare le sue potenzialità, potrebbe essere una buona soluzione pet il suo ragazzo. Cordiali saluti Anna Salvadori

Dott.ssa Anna Salvadori Psicologo a Seregno

3 Risposte

1 voto positivo

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 27750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18000

psicologi

domande 27750

domande

Risposte 95700

Risposte