Terrore a iniziare un nuovo lavoro parte 2

Inviata da I. · 31 ago 2015 Orientamento professionale

Salve,
questo è il seguito della mia vicenda relativa al lavoro di notti accanto a una persona anziana.
Purtroppo ieri pomeriggio ho dovuto telefonare per annullare il lavoro. Non ce l’ho fatta.
Voglio precisare che non è perché non mi piacciono le persone anziane anzi, qualche anno fa all’università ho lavorato con gli studenti disabili e fu un’esperienza tra le più arricchenti della mia vita. Il motivo è che ho un sonno difficile e spesso soffro di insonnia pertanto sapere di dovere dormire ogni sera in un altro letto, in un’altra casa e non potermi sentire a mio agio come a casa mia, perché ero lì per lavorare, mi ha fatto andare in tilt. Qualcuno dirà perché hai accettato? Perché non lavoro e credevo di potercela fare. L’anno scorso mi capitò di fare una notte a settimana accanto a un anziana affetta da demenza, per gestire il mio problema dovetti prendere dei calmanti e andò tutto bene, accettai perché ne avevo bisogno e non trovavo altro, ma nella mia mente è rimasta solo la traccia di quell’obbligo di una cosa che non volevo fare ma ero costretta a fare. Mi dicevo che ci sono straniere che non capiscono neanche la lingua eppure lo fanno, mi ripetevo che dovevo provarci che le cose sarebbero andate meglio di come immaginavo, che non dovevo fare la bambina. Quando ho accettato, questa volta, ho iniziato a farmi lo stesso lavaggio del cervello ma il mio corpo stavolta si è auto sabotato facendomi pagare l’imposizione che mi ero inflitta già la prima volta, fin da ieri ho iniziato ad avere un macigno sullo stomaco e una strana inappetenza, ho avuto difficoltà a dormire i sintomi sono andati aumentando piano piano durante l’arco della giornata fino ad esplodere in sudore freddo, palpitazioni, senso di soffocamento in quel momento ho deciso di annullare perché non potevo presentarmi in quelle condizioni. Mi ci sono volute ore per iniziare a riprendermi.
So che è una reazione esagerata mi sorprendo io stessa, ma è come se il mio cervello si fosse rifiutato in tronco di accettare questa costrizione. Alcune amiche mie laureate, selezionano i lavori da scegliere, io le ho sempre disprezzate perché con questa crisi bisogna essere disposti a prendere quello c’è, ma a questo punto capisco che neanche il mio modo di fare è quello giusto.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 31 AGO 2015

Gentile lettrice,
lei ha perso un'altra possibilità per mettersi alla prova ed affrontare questa difficoltà.
Forse non le è chiaro ancora che qui il problema non era tanto fare un lavoro ( per altro provvisorio ) che non le piace ma piuttosto l'abituarsi a non rinunciare sempre di fronte a possibili molteplici situazioni che andrebbero invece affrontate non sapendo lei che gli evitamenti rinforzano le paure e queste si traducono in fobie e attacchi di panico con le relative ripercussioni a livello corporeo che ha già sperimentato (sudore freddo, palpitazioni, senso di soffocamento, senso di stordimento etc. etc.).
A questo punto avrebbe fatto meglio, come l'altra volta ad assumere un ansiolitico e, comunque, andare!
Il fatto poi che avrebbe dovuto adattarsi a rinunciare alla comodità del suo letto e ad altri confort mi fa pensare che non le era nemmeno chiaro che da quella signora ammalata ci doveva andare non per dormire ma per vegliarla e darle un aiuto in caso di bisogno : il sonno l'avrebbe potuto recuperare a casa sua dopo il turno di assistenza!
Adesso che ha rinunciato, si è tranquillizzata ma questa tranquillità durerà molto probabilmente fino alla prossima difficoltà, qualunque sia la situazione in questione.
Se non si entra nell'ottica di lasciarsi guidare quando si chiede il consiglio dell'esperto, diventa ovviamente inutile la richiesta stessa.
Prenda spunto da questo suo comportamento ed accolga l'idea di una psicoterapia se vuole davvero vivere in modo più funzionale e gratificante per il futuro!
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio Campagna (Salerno)



Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

8300 Risposte

22555 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

31 AGO 2015

Cara L., ha preso una decisione e il suo corpo dopo un pò si è rilassato. Qualcosa, in lei, si è sentita riconosciuta nel diritto di non voler fare questo lavoro.

Molto bene, non trova? Naturalmente ora questa sua reazione va monitorata affinchè si tratti di un episodio e di un'importante esperienza per lei e non si verifichi in occasioni in cui sceglierà altre attività con maggiore accuratezza.

Un lavoro va scelto in base alle proprie risorse e ai propri limiti quindi una selezione delle attività che si pensa di poter svolgere va sempre fatta. Detto ciò, naturalmente, non sempre arriva da subito il lavoro che piace di più Ma questa è un'altra storia e mi pare di comprendere che lei sia disponibile a svolgere attività diverse.

Un saluto
Dott.ssa Francesca Fontanella

Dott.ssa Francesca Fontanella Psicologo a Rovereto

1030 Risposte

2152 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Orientamento professionale

Vedere più psicologi specializzati in Orientamento professionale

Altre domande su Orientamento professionale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 36500 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 21250

psicologi

domande 36500

domande

Risposte 124700

Risposte