Terminare il percorso terapeutico!

Inviata da Coccinella · 12 ott 2021

Salve a tutti, vi scrivo perché ho un dubbio. Premetto che faccio psicoterapia da più di 10 anni, ho 40 anni e vivo ancora con i miei, solo per un anno ho vissuto fuori da sola. Questa situazione mi crea nn pochi disagi interni. La mia terapeuta sostiene che il mio percorso di terapia può terminare perché è diventato una dipendenza. Io a questo proposito ho dei dubbi, perché sento ancora qualcosa di irrisolto, non mi sento sicura. A questo punto mi chiedo: è davvero dipendenza o devo solo cambiare approccio terapeutico? Grazie mille

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 13 OTT 2021

Buonasera Coccinella,
sentire di aver bisogno di un supporto può senz'altro essere un indicatore che legittima l'uso della terapia. Il cambio di approccio potrebbe essere una possibile strada
Le auguro il meglio e resto a disposizione
Dott.ssa Oriana Parisi

Dott.ssa Oriana Parisi Psicologo a Bari

1295 Risposte

719 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 OTT 2021

Buonasera, Lei descrive un momento molto delicato di un percorso terapeutico. Penso sia giusto mantenere vivo il dialogo con la sua terapeuta rimanendo in armonia anche se le posizioni dovessero restare differenti. Anche il suo pensiero è importante e verrà certamente ascoltato e metabolizzato, auspicando una decisione il più possibile concorde. L'importante è che rimanga un atteggiamento reciprocamente sereno anche se vi dovesse essere la fine della terapia. A volte “staccarsi” all'inizio è molto faticoso, ma è proprio l'unica occasione per comprendere che si è diventati capaci di camminare con le proprie gambe. Tutto il lungo lavoro che ha fatto vedrà che è solidamente radicato dentro di Lei. Diversamente, può essere che la terapeuta riveda le sue idee, soprattutto se Lei riuscirà ad esprimerle aprendosi delicatamente e in profondità. In fondo entrambe state cercando, con fatica perché non è cosa semplice, quella che è la soluzione migliore per Lei. Un po’ come quando si tolgono le rotelline alla bicicletta: all'inizio si ha un po’ di paura, ma poi si va.

Anonimo-180981 Psicologo a Bologna

11 Risposte

9 voti positivi

Fa terapia online

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 OTT 2021

Buon pomeriggio Coccinella.
Fidarsi e affidarsi ad un terapeuta comporta anche l'ascoltarne la voce: al momento la terapeuta ha messo sul campo un ingrediente nuovo, il fatto cioè che il percorso possa terminare. in 10 anni avrete senz'altro costruito ciò che serve per cucinare un buon piatto, e comprensibilmente, ora, la mancata sicurezza percepita per il fato che si possa cucinare da sola può giocare una parte importante. Cerchi di esplicitarle il suo "disagio interno", di modo che possa diventare un aspetto interattivo e condiviso, in grado di offrirle nuove visioni sulla situazione attuale, e non per ultimo su di lei. Si fidi/affidi di nuovo in questa circostanza.
Quello che sente come irrisolto, inoltre, può essere affrontato con le armi che ha costruito in questi dieci anni? Cosa potrebbe fare, per lei, un nuovo approccio terapeutico ed una nuova terapia? Cosa potrebbe fare lei, Coccinella, per risolvere l'irrisolto?
Un caro saluto,
Dott.ssa Francesca Valentini

Dott.ssa Francesca Valentini Psicologo a Perugia

14 Risposte

3 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 OTT 2021

Cara Coccinella,
dopo 10 anni di terapia, se uno dei due soggetti non condivide o non comprende a fondo determinati interventi, credo innanzitutto possa essere utile parlarne in seduta, direttamente con il terapeuta e successivamente potrà prendere anche Lei stessa una decisione, sul continuare o meno e sul cambiare o no approccio terapeutico.
Sono disponibile, qualora decidesse di contattarmi, ma Le consiglierei comunque prima di parlarne in seduta con l'attuale terapeuta.

Dott.ssa Michela Dicosta

Dott.ssa Michela Dicosta Psicologo a Como

72 Risposte

9 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 OTT 2021

Carissima Coccinella,
il rapporto con il suo terapeuta è molto importante e significativo e avrà sicuramente motivazioni ponderate e serie per averle suggerito di chiudere. Un altro approccio potrebbe aiutarla a risolvere quei nodi che di cui ancora parla ma prima definisca meglio la sua precedente terapia e vede come si sente senza.
Sono a disposizione
Un caro saluto
Dott.ssa Stefania Barbaro
(ricevo anche on line)

Dottoressa Stefania Barbaro Psicologo a Milano

703 Risposte

212 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 OTT 2021

Salve, difficile rispondere alla sua domanda non avendo conoscenza di ciò che l'ha portata a richiedere aiuto e dell'importante lavoro svolto in questi 10 anni.
Provi a capire, tramite l'aiuto della sua terapeuta, quali possono essere gli elementi che vi portano, entrambe, ad avere opinioni diverse in merito al proseguimento o cambio di terapeuta. Attraverso una collaborazione costruttiva sono sicuro che si troverà una soluzione che concili entrambe le posizioni.
Resto a disposizione, anche online.
Cordialmente, dott FDL

Dott. Francesco Damiano Logiudice Psicologo a Roma

1423 Risposte

438 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 OTT 2021

Buon giorno coccinella
Dalle poche righe che scrive noto la sua associazione al fatto che vive dai suoi genitori e che non è d'accordo con la sua terapeuta che vuole terminare il percorso fatto insieme. 10 anni di terapia sono tantissimi e avere dei vissuti che c'è ancora qualcosa di irrisolto può starci. Forse sono le sue paure a spiccare il volo con le sue ali o vissuti abbandonici che (come può darsi sia successo con la sua famiglia) adesso sta evitando di percepire anche con la sua terapeuta. Credo che in un percorso così lungo ci debba essere anche la possibilità di effettuare queste comunicazioni, chieda delle spiegazioni e sono certa che la collega può argomentare sia la sensazione di dipendenza sia questa decisione.. in ogni step della terapia si attraversano delle fasi e anche questa può essere significativa se letta alla luce della sua storia di vita.
Rimango a disposizione
Cordialmente
Dott.ssa Simona Longo

Dott.ssa Simona Longo Psicologo a Riccione

32 Risposte

9 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 OTT 2021

Buongiorno Coccinella, è difficile stabilire se sia una dipendenza oppure no. Forse se dopo 10 anni sente che c'è ancora qualcosa di irrisolto dovrebbe cambiare approccio. Potrei consigliarle l'approccio transpersonale.
Resto a disposizione.
Dott.ssa Rosella D'Avola

Dott.ssa Rosella D'Avola Psicologo a Cardano al Campo

50 Risposte

17 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 OTT 2021

Salve a Lei. La Sua è una domanda lecita. La inviterei a pensare cosa sente ancora di irrisolto dentro di Lei e come mai trova difficile terminare un percorso psicoterapeutico in cui avrà avuto modo di toccare ed approfondire tanti aspetti di sé. Infine, La inviterei a riflettere sulla possibilità di un nesso tra la situazione familiare e quella terapeutica.
Rimango a Sua completa disposizione, porgendoLe i miej più cordiali saluti.
Dottoressa Ilaria Falbo

Anonimo-184068 Psicologo a Napoli

3 Risposte

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 OTT 2021

Buongiorno.
L'aspetto interessante è che è lei stessa a fare un'associazione: il dubbio di non aver mai lasciato casa dei genitori ( se non per un anno) e il terminare il percorso terapeutico su proposta della sua terapeuta. Se lei sente qualcosa di irrisolto e fa fatica a chiudere la terapia sarebbe utile che ne parli con la sua terapeuta per capire cosa significa ciò che sta provando. Forse la domanda che la sua terapeuta, io e anche lei ci stiamo ponendo è: lasciare la terapia è anche un po' lasciare casa e separarsi dalle future di attaccamento? Non lo so naturalmente, perché non sono io il suo terapeuta, ma quello che penso è che il termine di una terapia porta con sé tantissimi aspetti si cui lavorare, compresa la possibilità che la relazione terapeutica possa essersi bloccata e non ha promosso un vero cambiamento. In quel caso potrebbe trovare una collocazione di significato il suo chiedersi se dovrebbe cambiare terapeuta o meno. Parli tanto con la sua terapeuta, e spero che la sua terapeuta faccia altrettanto in questo momento delicato della terapia.
Per qualsiasi dubbio o necessità
Resto a disposizione
Un caro saluto
Dott. Gabriele Fichera

Dott. Gabriele Fichera Psicologo a Torino

99 Risposte

100 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 OTT 2021

Buongiorno Coccinella, ci sono poche informazioni per dire se la tua sia o meno una dipendenza. Posso dirti che se senti di avere ancora qualcosa di irrisolto puoi provare a rivolgerti ad un altro terapeuta con un differente approccio. A volte la terapia esclusivamente narrativa non arriva al nocciolo del problema, potresti provare la terapia Emdr.
Spero di essere stata d'aiuto
Resto a disposizione
Saluti
Dr.ssa Manola

Dott.ssa Lorena Manola Psicologo a Trivignano Udinese

25 Risposte

6 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 OTT 2021

Cara Coccinella,
Vogliamo fissare un appuntamento per fare una consulenza online?
In questo modo potrei cercare di capire meglio la situazione e cercare di capire cosa poterti consigliare.
Cordiali saluti.

Dott.ssa Margherita Romeo

Dott.ssa Margherita Romeo Psicologo a Roma

1683 Risposte

484 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 34000 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 20300

psicologi

domande 34000

domande

Risposte 116050

Risposte