Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Terapia individuale o di coppia?

Inviata da Martina · 13 mar 2012 Terapia di coppia

Sono sull' orlo di un baratro fatto di disordine ed incertezze.
Sono sposata da 16 anni: matrimonio perfetto, marito perfetto. Lui è la mia casa, mi ama in maniera incondizionata, mi è stato accanto sempre, mi conosce e mi comprende. E io mi sento un mostro a non sentire più quello che dovrei...e poi, quanto potrò andare avanti prima che se ne accorga? O magari lo sa già, ma lui è troppo buono per affrontarmi a muso duro...ed io sono confusa, il mio cuore è davvero fuggito altrove, dove so che c'è solo incertezza e la fine delle mie sicurezze? Cosa posso fare per riportarlo dove è giusto che stia? Oppure, come arrivare a decidere di affrontare la cosa con lui? Come affrontare le famiglie, sapendo che tutti darebbero la colpa a me? Ma prima di tutto, come posso evitare a lui le sofferenze, senza però nascondere a me stessa la realtà?
Cerco uno specialista che possa aiutarmi, possibilmente con lo studio in provincia di Milano (Sud), Lodi o Cremona.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 15 MAR 2012

Gentile Martina,
Lei ha molti quesiti a cui dare una risposta, ma da quanto scrive sembra che abbia dato una priorità al seguente, ovvero: "Ma prima di tutto, come posso evitare a lui le sofferenze, senza però nascondere a me stessa la realtà?". Probabilmente è utile che prima di fare cose avventate che mettano in difficoltà la relazione Lei rimetta ordine tra le sue idee ed i suoi sentimenti cercando di capire cosa vuole veramente. In questo caso Le potrebbe esser d'aiuto consultare uno psicologo in modo da valutare assieme a lui cosa è possibile fare per risolvere il problema e quindi quale tipo di terapia intraprendere.

Dott.ssa Sardo Sonia Psicologo a Palermo

2 Risposte

6 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 APR 2012

Sono sempre io...a proposito dell'intervento più appropriato le consiglio un intervento di psicoterapia breve diretto agli obiettivo o di coaching.

Dott.ssa Roberta De Bellis Psicologo a Gallarate

231 Risposte

133 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 APR 2012

Gent.ssima Martina,

evitare la sofferenza altrui è un'impresa ardua, poichè non siamo noi responsabili del malessere delle altre persone, ma comprendo bene che trattandosi di suo marito, verso il quale nutre dell'affetto, immagino, a livello comunicativo la cosa potrebbe essere affrontata attraverso una comunicazione indolore e direttiva. Ma prima di arrivare a questo, credo che sia necessario chiarire i dubbi, ovvero confrontarsi con uno specialista appunto che la guidi a definire meglio ciò che desidera per la sua vita e spontaneamente le sue incertezze in merito alla relazione matrimoniale con il marito verranno da sè.
Ciò che vive in questo momento può rappresentare la fine di un sentimento di cui non vuole ammettere l'esistenza oppure un momento di empasse, in cui rivisitare la sua scala di valori, nei termini di ciò che può essere più importante per lei, ora, è senz'altro molto utile.

Buona fortuna
Dr.ssa Roberta De Bellis

Dott.ssa Roberta De Bellis Psicologo a Gallarate

231 Risposte

133 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

19 MAR 2012

Gentile Martina.
la situazione che descrive sembra principalmente creare disagio a lei, nel suo rapporto con se stessa e nella sua paura di sentirsi un mostro nei confronti di suo marito prima che nella relazione concreta con lui; la confusione, il dubbio, l'insoddisfazione che lei sperimenta e che la fanno soffrire sicuramente hanno conseguenze nel rapporto di coppia ma proporre un percorso di coppia in questo momento potrebbe essere prematuro, mentre in questa prima fase potrebbe esserle di aiuto comprendere le ragioni profonde del suo disagio e fare chiarezza dentro di sé su quello di cui ora ha bisogno. Ritengo che un professionista a cui si può rivolgere individualmente potrà poi supportarla nella decisione di coinvolgere o meno suo marito. Un cordiale saluto, dott.ssa Lucia Mantovani, Milano

Studio di Psicologia Dott.ssa Lucia Mantovani Psicologo a Milano

995 Risposte

468 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

19 MAR 2012

Buongiorno,
da quanto espone sembra più un problema inerente non la coppia ma lei, un disagio profondo (forse un vuoto che cerca di essere colmato ma per qualche ragione non trova la pienezza ), si rende conto di quello che ha ma sembra non apprezzarlo, così è più idonea una terapia individuale a orientamento psicodinamico, almeno inizialmente per fare chiarezza in sè e successivamente può trasformarsi anche in una terapia di coppia.

Dott. S. Piantanida Roma

Psicologia E Benessere Psicologo a Roma

311 Risposte

194 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 MAR 2012

Gentile signora,
le difficoltà di cui parla sembrerebbero legate ad un suo momento di confusione: dopo tanti anni di matrimonio è naturale che il modo di amarsi cambi, o che si trasformi completamente in altro sentimento, ma questo dipende soprattutto da come entrambi i partners si sono presi cura della coppia. Ci sono fasi del ciclo di vita della coppia in cui cercare un "terzo" che sia una relazione extraconiugale o anche un lavoro che impegna più del dovuto, e far finta che il proprio matrimonio sia felice, è più facile che ammettere con se stessi che la vita coniugale non è più quella dei primi anni di matrimonio. Lei è stata brava a notare queste differenze.
Non mi è ben chiaro però se ora lei cerchi un terapeuta che l'aiuti a capire cosa prova ora per suo marito o se ha bisogno di un sostegno per dire a suo marito come stanno le cose. Da quanto racconta mi sembra più valida la seconda ipotesi, e per questo le consiglio di iniziare una terapia di coppia che aiuti entrambi a superare questo momento della vita che vi porterà alla separazione o ad una nuova vita di coppia.
Spero di esserle stata d'aiuto, la saluto cordialmente
dr.ssa Valentini Valentina

Dott.ssa Valentina Valentini Psicologo a Sorrento

22 Risposte

15 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 MAR 2012

Gentile signora,
solitamente in un percorso di coppia vi è il desiderio dei partner di verificare la possibilità di proseguire la relazione affrontando insieme difficoltà/problemi/conflitti con l'aiuto di un esperto.
Se il suo bisogno è quello di far chiarezza con se stessa, sui suoi bisogni e desideri, probabilmente troverebbe maggior giovamento da un percorso individuale che l'aiuti a far luce sui suoi vissuti e sulle sue risorse per affrontare la situazione. È bene tenere a mente che quando finisce un amore c'è sofferenza ma non c'è colpa. Un saluto.
Dott.ssa Annalisa De Filippo

Dott.ssa Annalisa De Filippo - Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Sesto San Giovanni

58 Risposte

376 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 MAR 2012

Gentile signora, dall'esposizione da lei effettuata sembrerebbe che lei si sia disinnamorata di suo marito, apparentemente non le manca nulla, ma forse ciò che lei cerca è uno spazio tutto per lei; comunque prima di prendere decisioni affrettate sarebbe opportuno fare chiarezza dentro di lei magari andando da uno psicologo, all'inizio singolarmente e poi magari intraprendendo una terapia di coppia.
Cordiali Saluti.
Dott.ssa Angela Virone

Dott.ssa Angela Virone Psicologo a Agrigento

315 Risposte

217 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 MAR 2012

Buongiorno gentile utente,
le domande che si pone abbracciano ampiamente la confusione esistenziale e relazionale di cui lamenta ma forse la comparsa pressante di alcune di esse è prematura in quanto prima di prendere decisioni drastiche e definitive, sarebbe auspicabile un lavoro su lei stessa che l'accompagni a dipanare la confusione, a scoprire il cambiamento interiore che la sta interessando, le motivazioni sottostanti, i nuovi bisogni legati ad una diversa fase della vita e/o quelli non soddisfatti. La Psicoterapia Individuale con uno Psicologo Psicoterapeuta può senz'altro soddisfare questi requisiti.
Cordialmente
Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta

Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Roma

1714 Risposte

2818 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 22400 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16350

psicologi

domande 22400

domande

Risposte 83450

Risposte