Temo che la mia insicurezza possa rovinare la relaziobe

Inviata da AnsiaNo · 17 ago 2020

Salve, sono una ragazza di 22 anni e sto con il mio attuale ragazzo da 3 mesi circa. La nostra storia in realtà è iniziata un anno fa con un "colpo di fulmine", ma lui dopo 10 giorni è partito per 10 mesi per volontariato. Dopo un mese circa sono nati dei problemi e la cosa è stata molto confusa e complicata, ma al suo ritorno ci siamo rivisti e messi insieme. Le cose in teoria vanno a meraviglia, lui mi ripete spesso che mi ama e quanto io gli piaccia, ma ciò mi sta sempre più facendo render conto che la mia costante e pervasiva paura di non essere abbastanza dipende da me e non da lui. Sono una persona piuttosto insicura e, soprattutto, con un' "ossessione" su questa faccenda del non essere abbastanza che ho un po' sempre avuto, specie nelle relazioni. Non tanto a livello fisico, ma mentale e "interiore"... ho il terrore di essere banale o insipida, e talvolta questa paura mi blocca e fa andare in panico.
Sono terrorrizata, in particolare, dall'idea che possa accadere di non avere più nulla da dirci (quei silenzi di vuoto brutto, non sereno... e questo proprio mi fa paura) o di non "dire la cosa migliore che posso dire", per spiegarla in sintesi. Dal vivo quest'ansia, che mi paralizza e in un certo senso mi "rende apatica" (sul modello delle profezie che si auto avverano) accade di rado, ma quando messaggiamo non riesco a non sentire che mi condiziona decisamente troppo, a scapito della spontaneità. Lui è molto solare, espansivo e scherzoso, mentre io ho delle parti decisamente pesanti e ombrose che temo lo possano in un qualche modo deludere... Mi sto innamorando profondamente di lui e forse è anche questo, oltre al fatto che per la prima volta una relazione vada così bene e sia così intensa, a spaventarmi. Mi sembra che, specie nell'ultimo mese, in cui siamo stati veramente tanto tempo insieme, la relazione sia cresciuta molto velocemente e mi chiedo se non sia troppo velocemente, se non abbiamo "bruciato" qualcosa presi dalla passione. Ho paura di star razionalizzando troppo e avverto che tutte le mie ansie e paure rischiano di rovinare tutto. Ho già provato a parlargliene, ma in realtà ho paura di farlo e quindi mi esce male, oltre al fatto che vorrei evitare di affrontare di nuovo il discorso per non appesantire... Mi sembra di non essere abbastanza intelligente, divertente, socievole o "sul pezzo" per lui e ho paura che se ne accorga. Ci tengo tantissimo e non so come gestire queste paranoie quando si presentano, specie dal vivo, perché so che lui non ama quella me, ma quella vera, o per lo meno quelle altre parti di me... E quando mi assalgono mi sento una persona totalmente sgradevole e inadatta e secondo me lo divento, perché non sono più nella situazione e in sintonia con essa e con lui, ma sono controllata dalle mie emozioni che sento sbagliate e non vorrei avere... Da qui poi un circolo vizioso di ansia e pessimismo. Come posso gestire queste paranoie e impedirmi di sabotare tutto?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 27300 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17850

psicologi

domande 27300

domande

Risposte 94200

Risposte