Spiega il tuo problema alla nostra comunità di psicologi!

Qual è la tua domanda? Psicologi esperti in materia risolveranno i tuoi dubbi.
Controlla se esistono domande simili a cui si è già risposto:
    • Scrivi correttamente: evita errori ortografici e non scrivere tutto in maiuscolo
    • Esprimiti in maniera chiara: usa un linguaggio diretto e con esempi concreti
    • Sii rispettoso: non utilizzare un linguaggio inadeguato e mantieni le buone maniere
    • Evita lo SPAM: non inserire dati di contatto (telefono, e-mail, etc.) né pubblicità

    Se desideri ricevere una consulenza clicca qui
    Come desideri inviare la tua domanda?
    Rimuovere
    Nome (sarà pubblicato)
    Indirizzo email dove desideri ricevere la risposta
    Perchè possano attenderti telefonicamente
    Per selezionare gli esperti della tua zona
    Per selezionare gli esperti gli esperti più adatti
    • 11500 Psicologi a tua disposizione
    • 11700 Domande inviate
    • 56050 Risposte date

    Domande su terapia

    • ? Terapia per Lutto 4 Risposte Inviata da nicky15k. 10 lug 2017
      Miglior risposta

      Salve Nicky Provi a parlare con il/la terapeuta dei suoi bisogni di affrontare questi argomenti per lei fonte di malessere. Lei non è un soggetto passivo all'interno della relazione, ma parte fondamentale, attiva ed è necessario che esprima ciò di cui ha bisogno e che insieme collaboriate per realizzare obiettivi comuni. Resto a disposizione Dott

      Leggi tutto
    • ? Scuse e storia di una Terapia Folle 5 Risposte Inviata da Franco587. 12 mag 2017
      Miglior risposta

      Caro Franco, ogni Paziente si presenta al Terapeuta col suo carico di sofferenza, di paura e di confusione e la prima cosa che ogni terapeuta (a qualsiasi orientamento appartenga) dovrebbe fare è quella di cercare di stabilire con lui un contatto emotivo positivo come certamente avrà saputo fare il tuo primo terapeuta e non evidentemente il Gestalt

      Dott. Gennaro Fiore
      Dott. Gennaro Fiore 12 mag 2017
      Leggi tutto
    • ? Dubbi sull'efficacia della terapia 3 Risposte Inviata da Muma84. 27 apr 2017
      Miglior risposta

      Buongiorno, Se ne parla con il suo psicologo, provi anche a chiedergli che tipo di orientamento segue. L'orientamento è uno strumento del terapeuta che lo adopera e, anche se non esiste un orientamento migliore di altri, se lei ha bisogno di un approccio meno interpretativo e più pratico potrebbe orientarsi su un tipo di terapia cognitivo comportam

      Leggi tutto
    • ? Paura della perdita del terapeuta 3 Risposte Inviata da Anonimo267. 11 apr 2017
      Miglior risposta

      Buongiorno, le consiglio di seguire il consiglio e sperimentare un nuovo terapeuta. Scoprirà degli aspetti interessanti sui quali lavorare, anche alla luce delle sue reazioni a tale evento Buona giornata Dott.ssa Ilaria Albano Psicologa a Roma

      Leggi tutto
    • ? come mi dovrei comportare con il mio terapeuta? 4 Risposte Inviata da Fla. 22 mar 2017
      Miglior risposta

      Buongiorno, se prova ad affontare questi temi con il suo psicologo sono sicura che valutarete insieme il da farsi per queste difficoltà. Buona giornata Dott.ssa Ilaria Albano Psicologa a Roma

      Leggi tutto
    • ? Leggero disgusto nell'approccio sessuale 3 Risposte Inviata da Greg. 27 dic 2016
      Miglior risposta

      Se l'approccio interpretativo e psicodinamico non le ha portato dei buoni risultati, probabilmente è il caso di provare un altro approccio basato più sul raggiungimento dei risultati, non trascurando pensieri e emozioni, ossia la terapia cognitivo-comportamentale o cognitivista. Noterà un tipo di lavoro molto diverso e incentrato sul presente. Buo

      Leggi tutto
    • ? Terapia di coppia sbagliata? 4 Risposte Inviata da Claudia232. 9 giu 2016
      Miglior risposta

      Buongiorno, se prova ad affontare questi temi con il suo psicologo sono sicura che valuterete insieme il da farsi per queste difficoltà. Buona giornata Dott.ssa Ilaria Albano Psicologa a Roma

      Leggi tutto
    • ? Pensieri strani e terapia 6 Risposte Inviata da Nessy. 7 apr 2016
      Miglior risposta

      Gentile Nessy, lei parla della psicoterapia sottolineando il transfert positivo con la sua terapeuta che rappresenta per lei un modello di femminilità e parla della sua pulsione a masturbarsi con maggiore frequenza e piacere da quando ha iniziato questa esperienza. Intanto mi sembra evidente che l'autoerotismo, specie nella post-adolescenza e ne

      Dott. Gennaro Fiore
      Dott. Gennaro Fiore 8 apr 2016
      Leggi tutto
    • ? Mi ha cacciata dalla terapia 5 Risposte Inviata da Happy. 29 feb 2016
      Miglior risposta

      Gentile utente, la relazione terapeutica, al pari di tutte le altre relazioni (di coppia, amicale etc.) non è un obbligo o un dovere ma una libera scelta basata sul consenso e sulla approvazione reciproca. Pertanto, laddove una delle due parti ritiene, per qualsiasi motivo, che questa relazione debba essere modificata o anche interrotta, l'altro no

      Dott. Gennaro Fiore
      Dott. Gennaro Fiore 29 feb 2016
      Leggi tutto
    • ? E se non riuscissi a lasciarmi andare in terapia? 8 Risposte Inviata da R85. 16 dic 2015
      Miglior risposta

      Gentile R., hai già avuto modo di verificare che, col lavoro di psicoterapia, sei riuscita a modificare certi tuoi pensieri e comportamenti disfunzionali sul posto di lavoro. Ora è il momento di trattare temi personali e familiari che sono emotivamente più forti ma il processo terapeutico ( per destrutturazione e ristrutturazione ) è lo stesso e no

      Dott. Gennaro Fiore
      Dott. Gennaro Fiore 16 dic 2015
      Leggi tutto
    • ? Terapia fallita 9 Risposte Inviata da Mary42. 17 nov 2015
      Miglior risposta

      Gentile, se non si sente pienamente convinta, ha tutto il diritto di cambiare terapeuta. Buona giornata Dott.ssa Ilaria Albano Psicologo a Roma

      Leggi tutto
    • ? Rapporto terapeuta paziente dopo la terapia 12 Risposte Inviata da Sergio60. 16 ott 2015
      Miglior risposta

      Caro sergio, e' probabile che lei in questa fase della sua psicoterapia abbia incontrato qualche resistenza e, per questo, sia tentato a non volerla affrontare , magari pensando che non ne vale la pena provare affetto per il suo terapeuta se un giorno non potra' frequentarlo..e' come dire rinuncio a vivere oggi perche' tanto prima o poi devo morir

      Leggi tutto
    • ? Non so se abbandonare la terapia 13 Risposte Inviata da Anonima29. 5 ott 2015
      Miglior risposta

      Cara Lettrice, il problema del binge eating è un problema molto difficile da affrontare. Penso che lei sia stata molto brava e che altri, al posto suo, avrebbero mollato. E' riuscita a seguire le indicazioni del suo terapeuta e ad ottenere buoni risultati e proprio nel momento in cui era soddisfatta e diceva a se stessa che le cose andavano bene..

      Leggi tutto
    • ? Innamorato della mia psicologa 6 Risposte Inviata da Fabio184. 21 gen 2015
      Miglior risposta

      Buongiorno gentile Fabio, ho letto attentamente le sue richieste e desidero porle degli spunti di riflessione: sente che nella sua vita ci sono stati momenti relazionali importanti in cui è emerso che lei fraintendeva i comportamenti, i sentiti, le motivazioni degli altri? In terapia, questo modo di intendere gli altri è emerso? Ecco, sembrerebbe

      Leggi tutto
    • ? Riprendere la terapia? 11 Risposte Inviata da Titti2. 30 gen 2014
      Miglior risposta

      Carissima Titti, sono stata anche io tirocinante in consultorio e alcune terapie si sono concluse, altri pazienti li seguo tutt'ora, altri sono liberi di chiamarmi all'occorrenza. Mi sembra che quest'ultima sia la tua situazione!! Hai affrontato un bel percorso con la tua terapeuta, hai molti strumenti con te per cui riesci spesso a gestire e supe

      Leggi tutto