Superare un tradimento

Inviata da Sissy · 12 giu 2015 Terapia di coppia

Buonasera,
sono sposata da 25 anni e da poco ho scoperto che mio marito mi ha tradito con una ragazza di 20 anni più' giovane. Dopo la scoperta ovviamente lui mi ha supplicato di perdonarlo che non succederà più' e che era stato un momento di debolezza. Avendo io un figlio quindi la responsabilità della famiglia l'ho perdonato e siamo andati avanti. Ovviamente da parte mia fiducia persa totalmente quindi scopro dopo poco che non era finito un bel niente ma continuavano a vedersi/sentirsi , parte l'ultima attua e lui implora me e mio figlio di dare questa ultima possibilità . Neppure questa è servita perché ancora una volta dopo 10/15 gg lui la cerca dice solo per sentirla, nonostante avesse capito che lei fosse solo intenzionata a rovinare il ns matrimonio , quasi imponendogli più' e volte di uscire di casa contro la sua volontà. Lui sostiene che quando la cerca non si rende conto di fare una cosa sbagliata ma che lucidamente non ha mai pensato di uscire di casa e lasciare la famiglia per lei.
Scusate ma non so più' che fare, ho chiesto a lui di andarsene di casa se preferisce lei a me , ma lui non accetta assolutamente , dice di volere la sua famiglia su tutto e tutti .
Ogni volta mi dice che ha capito quanto è maligna quella persona e che voleva solo rovinarlo , ma poi ricade e la chiama.
E' evidente che mio marito è un debole e lei lo ha capito.
Cosa dovrei fare?
Grazie in anticipo.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 15 GIU 2015

Gentile Sissi,
la situazione che descrive è decisamente complessa ed il suo stato d'animo emerge chiaramente da questo suo intervento.
è assolutamente comprensibile il suo desiderio di tutelare vostro figlio e di provare, nei limiti del possibile a tenere in piedi la vostra famiglia...ma da sola è veramente difficile. Potrebbe essere utile un percorso psicologico famigliare nel quale, in un contesto protetto, poter fare il punto della situazione. Un percorso nel quale fare chiarezza sul punto in cui la relazione con suo marito è arrivata e sulle dinamiche disfunzionali che ormai si sono radicate, sui vissuti attuali, suoi bisogni e sulle aspettative reciproche e sulla possibilità (alla luce della situazione attuale e degli ultimi accadimenti) di soddisfarli. Vi trovate in una situazione di empasse perchè sia che lei che suo marito siete tra due fuochi rinunciare o salvare il rapporto che da anni vi lega.

Cordiali saluti,
Dott.ssa Stefania Valagussa

Dott.ssa Stefania Valagussa Psicologo a Concorezzo

251 Risposte

1038 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 NOV 2015

Gentile Sissy,
credo che suo marito sia consapevole che lei è disposta a tutto pur di non rompere il rapporto coniugale e un pò se ne approfitta facendosi passare lui per un debole alla mercè di una manipolatrice ( e lei in questo gli regge, più o meno consapevolmente, il gioco).
Per tentare di uscire da questa situazione le suggerisco di "pretendere" il coinvolgimento di suo marito in un percorso di psicoterapia di coppia in cui analizzare e sciogliere i nodi di questo intreccio.
Se poi lei non ha la necessaria congruenza per ottenere la partecipazione del marito alla terapia, le consiglio un percorso individuale per incrementare assertività ed autostima e decidere dopo il da farsi.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7088 Risposte

20219 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 AGO 2015

Buongiorno,
ecco il seguito in poche righe della mia storia. A distanza di mesi sono ancora qui a fronteggiare una situazione che ogni volta sembrava risolta mentre poi risaltava fuori. Mio marito continuava a mentire ed a rendersi sempre più dipendente della persona malefica con cui mi aveva tradito. Non mi spiegavo questa cosa perché lui è una persona buona legata alla famiglia e a me. A quel punto ho cercato di capire meglio documentandomi, anche perché avevo chiesto a lui di uscire di casa ma poi mi sono ricreduta perché vedevo lui molto sofferente, confuso e ho capito che è vittima di una manipolatrice malata, con disturbi di personalità, borderline, che lo aveva tirato con le sue menzogne e incapacità di sentimento in una trappola distruttiva. Lo ha capito anche lui ora e da un lato è incredulo per quante menzogne abbia potuto credere e dall'altro nonostante la consapevolezza di essere stato manipolato, la paura di essere tentato di cercarla o rispondere agli eventuali contatti che la persona maligna potrebbe tentare ancora nonostante lui si sia allontanato. Io faccio un altro mestiere che non è quello dello psicologo ma ho letto che queste persone malate (bugiardi patologici) possono davvero distruggere la vita alle loro vittime senza che neppure si accorgano. Ora io non posso far altro che pregare che mio marito si liberi la mente da questa dipendenza affettiva e ritorni ad essere un buon padre e marito come è sempre stato. Come ci si può difendere da queste persone maligne che all'apparenza sembrano normali? E poi come uscirne per chi ci si trova in mezzo?
Grazie .
Sissy

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 GIU 2015

Cara Sissy, è comprensibile la sua delusione dopo 25 anni di matrimonio una scoperta simile risulta devastante per chiunque. Il suo perdono ripetuto sembra non essere servito a nulla per cui è evidente che sia necessario per entrambi un lavoro di coppia in cui entrambi potete esprimere liberamente le vostre emozioni i vostri sentimenti e cosa è accaduto nella vostra relazione dopodichè assieme decidere su quali basi poter eventualmente ricostruire se chiaramente c'è la volontà di farlo da parte di entrambi. Per ulteriori chiarimenti sono a disposizione.
Cordialmente
Dott.ssa Rosas Maria Giovanna

Dott.ssa Maria Giovanna Rosas Psicologo a Como

19 Risposte

21 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 GIU 2015

Innanzitutto grazie per le risposte.
Si mio figlio è al corrente in quanto lo abbiamo scoperto insieme ma non degli ultimi contatti e neppure dei messaggi che la persona ha inviato a me . Ho cercato di proteggerlo per quanto possibile, anche perché è molto risoluto ed ha dato anche lui l'ultimatum al padre (ha 18 anni mio figlio) .
Infatti la cosa peggiore è la tensione che si era creata in casa, alla quale nessuno era abituato perché fortunatamente non avevamo mai avuto nessun tipo di problema , quindi famiglia molto unita e serena. Ovvio è che alla fine dell'opera ho forzatamente voluto riportare almeno apparentemente serenità e tranquillità in famiglia che io ritengo assolutamente necessaria per affrontare la quotidianità e la vita in generale a prescindere dal cervello di mio marito che funziona a giorni alterni.

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 GIU 2015

Cara Sissy, indipendentemente dalle "debolezze" di suo marito occorre che Lei pensi a ciò che e' meglio per Lei. Se il comportamento di Suo marito non Le piace deve esprimerlo e "agire". Non bisogna tentare a tutti i costi di far funzionare un rapporto che non funziona. La terapia di coppia può essere utile solo nel caso in cui la coppia sia bloccata da problematiche personali difficili da sciogliere, non per cambiare le persone in base ai nostri desideri. Inoltre si chieda: "nei momenti in cui sono con mio marito come sto?".
Cordiali saluti
Dott. Alessandro Bertocchi (Bologna)

Dott. Alessandro Bertocchi Psicologo a Bentivoglio

93 Risposte

147 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 GIU 2015

Salve,
Mi rendo conto che lei si trova in una situazione gravosa, dove le emozioni,tante, si scontrano con la necessità di prendere una decisione a sangue freddo. Quello che le suggerisco è di porre suo marito di fronte ad una scelta: se vuole davvero continuare a stare con lei dovrà impegnarsi in una terapia di coppia, all interno della quale emergeranno i problemi o le caratteristiche del vostro sistema familiare che renderanno entrambi consapevoli di cosa è successo e perché. Sicuramente potrebbe suonare come un ricatto, ma non lo è: si tratta solo di ammettere, da parte sua, che la vostra coppia ha bisogno di una "cura", e suo marito potrà dimostrare di interessatamente concretamente solo così, non solo affermandolo a parole e mantenendo un comportamento disfunzionale per il sistema familiare (continuare a sentire l amante).
Restando in ascolto sarò lieta di avere aggiornamenti in merito alla vicenda.
Saluti

Dott.ssa Sabina Marianelli Psicologo a Roma

122 Risposte

63 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 GIU 2015

Cara Sissy,
Sembra che suo marito abbia difficoltà in questo momento a fare un rinuncia, sia questa orientata alla sua famiglia o ad un'altra donna. Ugualmente lei si trova in bilico tra due poli emotivi opposti, difficilmente gestibili e coniugabili.

Probabilmente sarebbe necessario rivolgersi ad un terapeuta familiare affinché possiate chiarire a voi stessi e al vostro partner ciò di cui avete bisogno. Avrete modo inoltre di chiarire quale forma prenderà il vostro rapporto, elaborando quelle che sono le aspettative di entrambi e le scelte che sarete disposti ad affrontare.

Una ridefinizione del vostro legame è auspicabile affinché possiate affrontare con più serenità l'evolversi della vostra storia familiare, qualunque forma essa prenda.

Cari saluti,
Dott.ssa Sabrina Buttu

Anonimo-149648 Psicologo a Iglesias

5 Risposte

4 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 GIU 2015

Gentle sissy,
le consiglierei di consultare un terapeuta di coppia e, qualora suo marito non fosse disponibile, di recarsi lei da uno psicoterapeuta, perchè spesso le relazioni possono essere migliorate e modificate anche agendo su soltanto uno dei partner.
L'importante per lei infatti non sarebbe soltanto che suo marito interrompesse la relazione extraconiugale, ma anche che ritrovaste il piacere di stare assieme.
cordiali saluti

Valentina Sciubba Psicologo a Roma

1054 Risposte

723 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 GIU 2015

Cara Sissy,
direi che la decisione sembrerebbe destinata a toccare a lei. Intanto, mi piacerebbe sapere se suo figlio è al corrente della situazione. Io non so cosa ne pensa lei, ma io credo che si possa superare costruttivamente un tradimento, anche se è una cosa alquanto complessa per il tradimento in sé, ma anche per le dinamiche che può scatenare. E per riuscire in questa impresa, occorre la volontà di entrambi e il rispetto necessario dell'altro, nonchè la possibilità di poter reinvestire in stima e fiducia verso suo marito. Credo che un impostazione fatta da un bravo collega che segue le coppie, potrebbe essere determinante.
Un saluto

Dott.ssa Torti Elisabetta Katia Psicologo a Sampierdarena

25 Risposte

46 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 GIU 2015

Cara Sissy,
la sua richiesta può essere vista in due modi: come superare il tradimento, la delusione e recuperare fiducia in se stessa e, se possibile, nella relazione e cosa fare, ora, per ricevere da suo marito una chiarezza nei fatti e non solo nelle parole.

In questo momento si trova in un ruolo davvero complesso che mi ricorda quello di una madre paziente ma preoccupata e irritata nei confronti del figlio ribelle.

Data la difficoltà di suo marito nel prendere una direzione, vi suggerirei di rivolgervi ad uno psicologo per un lavoro con la coppia. Potrebbe essere difficile per entrambi, ma vi aiuterebbe a fare chiarezza sui vostri bisogni, desideri ed intenzioni e vi offrirebbe strumenti per vivere e gestire questo momento faticoso.

Un saluto
Dott.ssa Francesca Fontanella

Dott.ssa Francesca Fontanella Psicologo a Rovereto

1030 Risposte

2064 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24200 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17050

psicologi

domande 24200

domande

Risposte 86900

Risposte