Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Suocera invadente, io incinta e non ne posso più! Chiedo aiuto!

Inviata da Chiara il 31 mag 2018 Terapia familiare

Buonasera, sono una ragazza di 23 anni che convive con un ragazzo stupendo da circa sei mesi. da pochi giorni ho scoperto di essere incinta! Peccato che tutta la stabilità della nostra coppia e delle nostre decisioni svanisce in un niente appena sua mamma parla! È un continuo “facciamo,fate così,andate,venite a pranzo da me (e se non si va a pranzo partono i messaggi di nascosto a suo figlio con scritto “ricordati che questa è la tua famiglia”)”, inizialmente le ho lasciato spazio perché mi comportavo come faccio con la mia mamma ma da qualche tempo ho iniziato a stare un po’ più sulle mie per evitare queste cose ma nulla è servito! In più lavora con il mio ragazzo quindi L influenza tutti i giorni di lei è tanta! Decide lei ogni cosa, quale ginecologo, che cosa deve fare suo figlio, come si deve comportare e se non è così passa giornate senza parlare e tenendo il muso fino a quando non si scende a compromessi con lei! Purtroppo non so più neanche come rivolgermi al mio ragazzo perché ho provato il tutte le lingue e modi a parlare con lui ma non è possibile affrontare il discorso! Si finisce per litigare ogni volta.. sono distrutta non so più che fare!!! Se non la chiami tiene il muso, se non la scrivi il buongiorno e la buonanotte dopo qualche giorno lancia le frecciatine, la domenica dovrebbe essere L unico giorno che non ci vediamo perché non lavoriamo e se non pranziamo da lei in tutta la giornata come minimo chiama 6/7 volte!!! La mia famiglia inoltre abita fuori regione e non sempre ci possiamo spostare per staccare un po’ la spina.. chiedo aiuto! Sono succube di questa donna!

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Chiara,
sembra evidente che il suo compagno è abbastanza succube della madre che invece è abbastanza invadente.
E' anche evidente che lei al momento non possiede l'assertività necessaria per far comprendere le sue ragioni sia al suo compagno che alla madre.
Pertanto, per acquisire questa competenza, è necessario per lei un percorso di psicoterapia preferibilmente cognitivo-comportamentale.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6726 Risposte

18819 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Chiara,
comprendo la frustrazione che deriva dall'incapacità di trovare una soluzione a quello che può essere considerato un vero e proprio atteggiamento invadente.
Ritengo opportuno che parli con il suo fidanzato, motivandogli la necessità di poter vivere la relazione di coppia senza la costante intromissione di sua suocera, in particolar modo ora che sta vivendo un momento particolare nella vita di una donna.
Se il suo ragazzo avesse difficoltà a confrontarsi con sua madre, chieda per se stessa un supporto psicologico, che le, permetta di individuare strategie e risorse per gestire al meglio la situazione.
Un caro saluto
Dott.ssa Vanda Braga

Dott.ssa Braga Vanda Psicologo a Rezzato

1280 Risposte

1102 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Chiara!
Concordo con quanto detto dalla collega. Siete una coppia giovane, in attesa di un figlio, e state iniziando a costruire la vostra convivenza: è importante che siate voi padroni delle decisioni che riguardano la vostra vita di coppia.


Da quello che ci dice sembra che sua suocera fatichi un pò a separarsi psicologicamente dal figlio, e ad allentare una funzione "normativo-controllante" che sembra un pò caratterizzare il loro rapporto.
Andrebbe forse capita un pò meglio la posizione del suo compagno verso sua madre, come mai le concede così tanto spazio? Che posizione prende al riguardo? Sono domande che forse meriterebbero un approfondimento.
Tenga presente che alcune madri possono faticare a "lasciare andare" il figlio, è facile che queste difficoltà aumentino con il passaggio alla convivenza o con la gravidanza della compagna.

Ad ogni modo, cerchi di mettere dei confini saldi, anche per evitare spiacevoli - future - invasioni nella vostra vita di coppia.

In tutto questo il suo compagno è importante che sia un suo alleato: come dice la collega gli parli, lo metta al corrente del suo disagio e cercate insieme di costruire degli argini che tengano.

Cordialmente,
dott. Alberto Mordeglia

Dott. Alberto Mordeglia Psicologo a Busca

81 Risposte

118 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buonasera Chiara,

Ho letto la sua domanda e capisco la situazione, dovrebbe vivere felicemente la sua relazione e soprattutto la gravidanza e deve convivere con una presenza (sua suocera) molto forte, in termini fisici e psicologici. Sarebbe interessante conoscere la situazione famigliare, al fine di poterla aiutare, tuttavia è importante visto che state per diventare una famiglia parlarne prima ed essere chiare. Magari parli con il suo compagno, in modo chiaro e deciso, senza per forza litigare. Non dovesse andare bene privi direttamente con la suocera. é grande e sta per diventare mamma è giusto che decida lei insieme al suo compagno ciò che è giusto fare.
Resto a disposizione per ulteriori confronti

Cordiali saluti
Dott.ssa Alice Noseda

Dott.ssa Alice Noseda Psicologo a Lecco

1555 Risposte

1143 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia familiare

Vedere più psicologi specializzati in Terapia familiare

Altre domande su Terapia familiare

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20250 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15850

psicologi

domande 20250

domande

Risposte 80000

Risposte