Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Sulla base di che cosa si sceglie uno psicoterapeuta piuttosto che un altro?

Inviata da Marco · 20 set 2019 Coaching

Buongiorno, scrivo questa domanda perché avrei bisogno di confrontarmi con uno psicologo, ma non capisco come dovrei sceglierlo non avendo nessuno che me ne può consigliare uno.
Nella mia zona ce ne sono molti, ma come si arriva a preferirne uno invece di un altro? A parità di competenze (quantomeno sulla carta), tralasciando il prezzo della prestazione

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Marco,
innanzitutto è importante comprendere se lei ha bisogno di un "confronto" su un tema specifico e quindi in tal caso è più corretto parlare di consulenza oppure ha bisogno di risolvere problematiche che comportano sofferenza e malessere profondo ed in tal caso è necessaria una presa in carico per un percorso di psicoterapia che deve avere una durata adeguata (almeno un anno con regolari sedute settimanali).
Un criterio valido è quello di scegliere uno psicologo che sia specializzato in psicoterapia (considerando anche l'orientamento teorico perseguito) e che abbia preferibilmente una buona esperienza professionale in termini di anni di lavoro effettuato.
Come le è stato poi già detto, potrà da un primo colloquio (che non significa scelta definitiva) farsi una idea dell'empatia e della professionalità che servono a creare un rapporto di fiducia e di alleanza terapeutica per il percorso da fare insieme.
Se questo primo impatto è positivo, ha buoni motivi per continuare, altrimenti potrà consultare qualche altro professionista per potersi trovare a suo agio come è giusto che sia.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6790 Risposte

18971 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Marco,

il suo è un dubbio molto comunque, il quale si presenta molto spesso. L'alleanza terapeuta è uno degli aspetti fondamentali in una relazione terapeutica perciò è molto importante sentirsi confortati, capiti e non giudicati.
Provi ad utilizzare il portale e a pelle contattare un professionista

Resto a disposizione
Dott.ssa Alice Noseda

Dott.ssa Alice Noseda Psicologo a Lecco

1582 Risposte

1151 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Marco,
la sua domanda è interessante e penso sia il dilemma di ogni persona quando decide di iniziare un percorso psicologico.
i criteri possono essere diversificati in base all'orientamento metodologico, sulla preferenza del genere maschile o femminile, sul prezzo della prestazione, sulla vicinanza o meno dalla propria residenza.
Tuttavia, in accordo con i colleghi, ritengo che il criterio che possa guidare la scelta sia la relazione che si instaura con il terapeuta, inteso come persona con cui deve sentirsi a suo agio e fidarsi in modo da poter dare libero sfogo alle sue emozioni, senza timore di giudizio, in uno spazio protetto di ascolto.
Un colloquio conoscitivo è sicuramente d'aiuto.
Un caro saluto
Dott.ssa Braga Vanda

Dott.ssa Braga Vanda Psicologo a Rezzato

1312 Risposte

1142 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Marco,
Credo che al di là dell'orientamento teorico, fondamentale è la relazione tra terapeuta e cliente. Un primo colloquio conoscitivo le permette già di sentire a pelle, se la persona le suscita fiducia, responsabilità e professionalità. Il veicolo del cambiamento è rappresentato dalla qualità della relazione.
Poi lei può informarsi ulteriormente, verificare l'iscrizione all'Albo Psicologi, gli aggiornamenti, la supervisione effettuata costantemente dal professionista sono indice di elevata qualità del servizio.
Resto a disposizione per informazioni
Cordialmente
Dr.ssa Donatella Costa
Brescia




Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2542 Risposte

2113 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Marco,
comprendo la Sua difficoltà a orientarsi nel dedalo di offerte disponibili.
Solitamente, i criteri con i quali si sceglie il professionista, sono molto personali: c'è chi ritiene assolutamente fondamentale una lunga esperienza (che può facilmente verificare tramite la visione del CV, o del profilo professionale se il collega è visibile online), chi sceglie in base all'approccio teorico (in letteratura è nota la maggior funzionalità di alcuni piuttosto che altri per specifiche sofferenze), chi si affida alla sensazione "a pelle" trattandosi di un percorso altamente relazionale, chi si affida al passaparola lasciandosi guidare dalle esperienze di amici o di altri pazienti che lasciano commenti (anche su siti come questi) sulla loro esperienza con quel dato terapeuta.

Le ricordo inoltre che uno psicoterapeuta, per definirsi tale, deve essere specializzato in psicoterapia con una scuola almeno quadriennale ed essere regolarmente iscritto all'Ordine professionale regionale di competenza. Le consiglierei di diffidare da coloro che non esplicitano questa qualifica.

Il consiglio è quello di informarsi sull'orientamento teorico dei colleghi nella Sua zona e di leggere le recensioni che ricevono. Mi permetto di consigliarLe di non tralasciare elementi, che solitamente vengono lasciati in secondo piano, quali: la chiarezza del professionista nell'elencare regole e modalità del rapporto professionale; la disponibilità al confronto e all'accoglienza delle Sue esigenze specifiche (lavorative, ecc...); la comodità logistica dello studio (può sembrare una banalità, ma andare in psicoterapia è faticoso: se a questo aggiunge ulteriori fatiche non necessarie, sarà per Lei complesso seguire il percorso nel migliore dei modi).

Per ultimo, ricordi che il primo colloquio (né alcuno di quelli a venire!) non è di per sé vincolante. Può contattare un collega e fissare un appuntamento conoscitivo per verificare se ritiene sia quello giusto per aiutarLa. Il percorso potrebbe durare alcuni mesi ed essere non sempre semplice: affrontarlo con qualcuno con cui non riusciamo a sentirci a nostro agio è spiacevole, faticoso, e poco funzionale allo scopo.

In bocca al lupo!
DMP

Dott. Daniel Michael Portolani Psicologo a Brescia

134 Risposte

69 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Consigli per scegliere uno Psicoterapeuta
Buongiorno,
Queste sono le cose su cui mi focalizzerei per scegliere un professionista:
Dovrebbe essere uno psicoterapeuta, un professionista preparato e chiaro che ha fatto un percorso personale di Psicoterapia; non è funzionale per il paziente uno psicoterapeuta non risolto nelle sue dinamiche. Diffidate da chi si presenta come un amico, la giusta distanza professionale è quella che permette alla terapia di essere più efficace, come guru o salvatore, ma semplicemente come persona esperta dei meccanismi del funzionamento umano in grado con la vostra collaborazione di trasformare una condizione di disagio e malessere in benessere.
Essere empatico, ossia mettere a proprio agio la persona sin dal primo incontro.
Deve essere una persona chiara e competente che vi illustra le regole, i tempi e le condizioni del lavoro insieme, chiedendo impegno e serietà sin dal primo appuntamento.
Scappate se vi sembra oscuro, ambiguo e seduttivo, chiedendovi appuntamenti al di fuori del setting terapeutico o se vi propone contatti fisici o sessuali. È naturale se durante la terapia si crea un forte legame con il terapeuta, questo si chiama transfert ed è utile al percorso, non va bene il contrario ossia quando è il terapeuta a essere troppo legato a voi, questo è il caso del controtransfert.
Non è inoltre compito del terapeuta decidere della vostra vita, dicendovi cosa fare o cosa non fare, chi frequentare chi lasciare, assumendo un controllo sulla vostra vita sulle vostre scelte.
Ia Psicoterapia può essere una grande opportunità di cambiamento al fine di superare problematiche che non permettono di vivere serenamente ed è per questo che è importante scegliere bene la persona giusta a cui affidarsi per questo percorso impegnativo e delicato.

Dott.ssa Olivia Frontoni Psicologo a Roma

5 Risposte

3 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Come scegliere il giusto psicologo, psicoterapeuta o psicoanalista?
Chi sente di avere bisogno dell'aiuto dello psicologo/psicoterapeuta/psicoanalista certo si trova in una situazione d'incertezza e preoccupazione. Comprende che è una scelta delicata. Per questo vorrei cercare di dare qualche, spero, utile indicazione. Esponendo, senza presunzione, il mio personale punto di vista.
Per prima cosa è bene accertarsi che il professionista che stiamo cercando di valutare abbia le dovute credenziali di Legge. Perciò consiglio di visitare il sito dell'Albo degli Psicologi della propria Regione ed esaminare la scheda dello psicologo che ci sembra affidabile.
Occorre verificare che abbia l'abilitazione all'esercizio della psicoterapia. Infatti la psicoterapia, compresa la psicoanalisi, può essere legalmente praticata solo dopo un lungo percorso di preparazione personale e accademica. Per diventare psicoterapeuti occorre laurearsi con laurea quinquennale in psicologia. Poi effettuare un tirocinio presso le strutture pubbliche o convenzionate per 900 (novecento) ore e successivamente superare l'esame di Stato.
Poi seguire una scuola di specializzazione in psicoterapia dalla durata di quattro anni e superare l'esame relativo. Come si vede è un percorso che, nella migliore delle ipotesi, impegna come minimo dieci anni. A questo punto viene ottenuta la obbligatoria abilitazione, certificata dall'Albo.
È chiaro che chi intraprende questo lungo e impegnativo cammino, quanto meno dimostra dedizione, impegno e convinzione verso questa delicata professione.
Il passo successivo, fondamentale, è quello di comprendere che la base per una fruttuosa ed efficace alleanza terapeutica è la fiducia nella persona a cui ci si affida.
Occorre "sentire" che il terapeuta che stiamo valutando sia la persona giusta, quella che non ci promette di "curarci" ma di "avere cura" di noi. Ci ispira un senso di accoglienza e un sincero interesse verso la nostra sofferenza.
Un bravo terapeuta/psicoanalista non giudica, ci ascolta senza pregiudizi, si assume la responsabilità di cercare di aiutarci con impegno, prima di tutto personale, poi con tutto quello che lo studio e la sua esperienza gli hanno insegnato.
Questo senso di potersi fidare di lui è la base necessaria per poter intraprendere insieme il percorso verso la libertà dal dolore e dalle catene che ci impediscono di vivere pienamente e felicemente, come è diritto di ogni essere umano.

Resto a Sua disposizione e La saluto cordialmente
Dr.Marco Tartari, Roatto Asti

Dott. Marco Tartari Psicologo a Roatto

721 Risposte

423 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buon giorno Marco, le invio uno scritto che ho elaborato in risposta alla Sua domanda. Spero Le possa essere di aiuto.:
chi sente di avere bisogno dell'aiuto dello psicologo/psicoterapeuta/psicoanalista certo si trova in una situazione d'incertezza e preoccupazione. Comprende che è una scelta delicata. Per questo vorrei cercare di dare qualche, spero, utile indicazione. Esponendo, senza presunzione, il mio personale punto di vista.
Per prima cosa è bene accertarsi che il professionista che stiamo cercando di valutare abbia le dovute credenziali di Legge. Perciò consiglio di visitare il sito dell'Albo degli Psicologi della propria Regione ed esaminare la scheda dello psicologo che ci sembra affidabile.
Occorre verificare che abbia l'abilitazione all'esercizio della psicoterapia. Infatti la psicoterapia, compresa la psicoanalisi, può essere legalmente praticata solo dopo un lungo percorso di preparazione personale e accademica. Per diventare psicoterapeuti occorre laurearsi con laurea quinquennale in psicologia. Poi effettuare un tirocinio presso le strutture pubbliche o convenzionate per 900 (novecento) ore e successivamente superare l'esame di Stato.
Poi seguire una scuola di specializzazione in psicoterapia dalla durata di quattro anni e superare l'esame relativo. Come si vede è un percorso che, nella migliore delle ipotesi, impegna come minimo dieci anni. A questo punto viene ottenuta la obbligatoria abilitazione, certificata dall'Albo.
È chiaro che chi intraprende questo lungo e impegnativo cammino, quanto meno dimostra dedizione, impegno e convinzione verso questa delicata professione.
Il passo successivo, fondamentale, è quello di comprendere che la base per una fruttuosa ed efficace alleanza terapeutica è la fiducia nella persona a cui ci si affida.
Occorre "sentire" che il terapeuta che stiamo valutando sia la persona giusta, quella che non ci promette di "curarci" ma di "avere cura" di noi. Ci ispira un senso di accoglienza e un sincero interesse verso la nostra sofferenza.
Un bravo terapeuta/psicoanalista non giudica, ci ascolta senza pregiudizi, si assume la responsabilità di cercare di aiutarci con impegno, prima di tutto personale, poi con tutto quello che lo studio e la sua esperienza gli hanno insegnato.
Questo senso di potersi fidare di lui è la base necessaria per poter intraprendere insieme il percorso verso la libertà dal dolore e dalle catene che ci impediscono di vivere pienamente e felicemente, come è diritto di ogni essere umano.
Resto a Sua disposizione e La saluto cordialmente

Dott. Marco Tartari Psicologo a Roatto

721 Risposte

423 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno, sono daccordo con le risposte dei colleghi rispetto all'empatia e alla fiducia alla base di un rapporto terapeutico, per cui conviene provare e rendersi conto di persona.
Aggiungo alle risposte precedenti un'altra discriminante che potrebbe aiutarla nella selezione, provi a pensare se si troverebbe meglio a parlare di sè con un uomo, una donna, più giovane o di età più avanzata. È chiaro che una persona è una persona, e un professionista è un professionista al di là di questo ma pensarsi a proprio agio è un buon punto di partenza.
Un saluto.
Dr.ssa Francesca Brabanti

Dott.ssa Francesca Brabanti Psicologo a Prato

37 Risposte

14 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buonasera Marco,
ha posto una questione molto importante. Posto che ciascuno è psicologo di se stesso e conosce cosa sia meglio per sé, tra professionista e paziente deve scattare il transfert.
Letteralmente significa trasferire pensiero. Nella pratica significa instaurare un rapporto di fiducia e amore.
Quando parliamo di psicologia è facile confondersi. Esistono molti approcci diversi e districarsi per comprendere quale sia la strada più giusta da seguire per risolvere il proprio problema può essere complicato e creare sfiducia.
Per questo è importante che un professionista sia in grado di spiegarvi le differenze e proporvi il percorso più adatto.
Lo psicoterapeuta può affidarsi a diverse correnti a seconda della sua formazione e l’intervento presuppone l’aiuto che può servirsi anche di altri strumenti con varianti molto diverse tra loro.
All’interno della psicoterapia troviamo anche la psicoterapia analitica, che va a concentrarsi sulla parola e la storia del soggetto e l’approccio dipende dalle condizioni di partenza in cui il soggetto si trova.
Lo psicoanalista invece lavora esclusivamente al ritrovamento della propria costituzione individuale e alla possibilità di ritrovare il bimbo non ascoltato presente in ciascuno.
Rimango a disposizione.
Cordiali Saluti
Dott. G. Gramaglia

Gramaglia Dr. Giancarlo Psicologo a Torino

399 Risposte

151 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buonasera Marco, posto che ognuno ha i suoi personali criteri di scelta, una prima caratteristica su cui può basarsi per scegliere lo psicologo potrebbe essere l'orientamento con cui lavora(psicoanalitico, sistemico-relazionale, cognitivo comportamentale...), optando per quello che sente più affine al suo modo di pensare e il più adatto al suo caso. Altri criteri potrebbero essere di tipo "anagrafico" (uomo/donna, età...), sempre in base alle sue preferenze. Poi comunque la relazione terapeutica è innanzitutto una relazione umana e quindi bisogna "provare" per vedere se ci si trova bene, a proprio agio, se sente di potersi fidare... Le auguro di trovare la persona giusta a cui rivolgersi. Buona serata. Dottoressa Silia Lafortezza.

Dott.ssa Silia Lafortezza Psicologo a Buccinasco

65 Risposte

199 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Caro Marco,
Andrò controcorrente: l'orientamento è senza dubbio un elemento fondamentale. Provi a curiosare qua e là tra libri e siti per capire di cosa sente il bisogno lei. E poi, scelga. L'incontro è sempre imprevedibile e le scelte comportano in ogni caso una quota di rischio.

Dott.ssa Marta Cricelli Psicologo a Rho

20 Risposte

7 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Marco,
la scelta appartiene al motivo del suo bisogno, alla vicinanza, e alla relazione empatica che si stabilisce con il professionista sin dal primo incontro.
Se vuole un consiglio, credo debba considerare alcuni aspetti: se vuole iniziare un lavoro psicologico debba orientarsi su uno Psicoterapeuta, l’esperIenza, la vicinanza aiuta e le sue impressioni, sensazioni nella lettura dei profili. Proverei a muovere un primo incontro per iniziare e considerare il tutto.
Disponibile per approfondimenti.
Dr.ssa Elisabetta Ciaccia

Dott.ssa Elisabetta Ciaccia studio di psicologia Psicologo a Milano

314 Risposte

84 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Marco,
Rivolgersi a un professionista per un percorso psicologico è sicuramente un momento importante, potrebbe valutare sulla base delle esperienze professionali specifiche dello Psicologo più attinenti con la motivazione del suo consulto.
Cordialmente,
Dott.ssa Nicoletta Nicastro

Dott.ssa Nicoletta Nicastro Psicologo a Prato

2 Risposte

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Marco,
Credo che al di là dell'orientamento teorico di riferimento giochi un ruolo fondamentale il rapporto di fiducia empatica che si sviluppa in seduta. Il colloquio conoscitivo iniziale può aiutarla nella scelta da compiere.
Resto a disposizione per informazioni
Dr.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2542 Risposte

2113 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Marco, non è affatto semplice scegliere un professionista a cui affidare noi stessi!
Credo che una strategia potrebbe essere quella di selezionarne qualcuno a partire dalle competenze (sulla carta), ambito di intervento, approccio utilizzato, sito web, zona dello studio, ma anche dal viso (ci può ispirare più o meno).
Successivamente si possono contattare quelli selezionati e a partire dalle loro risposte selezionare ancora.
C'è anche da dire che un colloquio non è per sempre! Vale anche la pena provare.
La saluto
Dott.ssa Lucia Moglie
Psicologa Psicoterapeuta
Ancona

Dott.ssa Lucia Moglie Psicologo a Ancona

110 Risposte

60 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Marco, ottima domanda. Scegliere lo psicologo più adeguato non è certo una banalità, in ogni caso non esiste una procedura specifica a parte verificare che sia uno psicologo regolarmente iscritto all’albo. Occorre innanzi tutto avere chiaro il motivo che ci porta a richiedere un aiuto ad un professionista e quindi magari andare a ricercare colui che si occupa in particolare modo di quel tema/difficoltà. Altra cosa è il tipo di orientamento, che capisco, per i non addetti ai lavori, è un po’ complicato da comprendere. E poi la cosa più importante, il nostro impatto. Tanti miei clienti mi riferiscono che sono arrivati da me perché “ho ispirato loro fiducia”, che poi è alla base del trattamento, quindi è possibile fare un primo incontro conoscitivo con quello che ci ha più ispirato di più e poi vedere l’effetto che ci fa dal vivo, se ci sentiamo a nostro agio, se riusciamo ad affidarci, se ci sembra professionale.. Spero di essere stata di aiuto. In bocca al lupo per la scelta!

Anonimo-121670 Psicologo a Montecatini-Terme

8 Risposte

2 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Salve Marco, non esiste un approccio psicologo migliore di un altro; molto dipende dal tipo di difficoltà, dalla sua personalità e da quella del terapeuta. Le consiglio di provarne uno e valutare come si sente in relazione con quel terapeuta.
Saluti, dott. D'Angelo

Dott. D'Angelo Salvatore Psicologo a San Donato Milanese

22 Risposte

10 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

La scelta dello psicologo è molto legata alla alleanza che puo crearsi da subito terapeuta e paziente io per esempio proprio per aiutare i pazienti in difficolta talvolta faccio un breve colloquio di valutazione e li spesso il paziente si rende conto se voler proseguire meno. Dott ssa Sanna

Dott.ssa Sanna Maria Cristina Psicologo a Cagliari

3 Risposte

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Marco non c'è un modo migliore. Può cercare quale orientamento le è più affine ma poi il meglio è privare chi la ispira maggiormente e vedere com'è dandosi il tempo di capire se è wuello giusto per lei

Dottoressa Greta Melli Psicologo a Cremona

12 Risposte

5 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Coaching

Vedere più psicologi specializzati in Coaching

Altre domande su Coaching

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20850 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16100

psicologi

domande 20850

domande

Risposte 80600

Risposte