studentessa universitaria disperata: dalle stelle alle stalle e come uscirne?

Inviata da Ginevra · 21 mag 2017 Crisi esistenziale

Buonasera, sono una studentessa univeritaria che non riesce a trovare il modo di sbloccarsi da una situazione. Entro nel dettaglio: studio Medicina e Chirurgia, inizialmente ho svolto i primi tre anni con tempistiche ineccepibili e risultati al limite della perfezione; al termine del terzo anno ho avuto dei profondi problemi con la mia famiglia, non economici, non di salute ma psicologici. La profonda frizione fra i miei genitori che nulla hanno fatto per tenermi a riparo da liti, urla, tradimenti, cambi di casa, case usate come alberghi, confessioni, segreti, svilimento personale, indifferenza e superficialità verso i miei progetti e l'impegno profuso mi ha portato ad un blocco, mi sono bloccata su un esame molto grosso per molto tempo. L'ho sostenuto solo grazie a terze persone che mi hanno portato letteralmente di peso in sede d'esame: si tratta del fatto che faccio fatica a memorizzare, a rimanere concentrata e vedere delle progressioni nella preparazione dell'esame entro termini di tempi accettabili, non mi sento mai pronta, mi vengono attacchi di panico, sudorazioni profuse, mangio una volta al giorno, riesco a rimanere chiusa in casa per una intera settimana o più. Ho provato di tutto, ho provato a studiare in gruppo, ho provato a studiare in biblioteca, ho provato a svagarmi durante la giornata andando in palestra, ho provato a rivolgermi ad una psicologa, ho provato ad ignorare i miei genitori, ho provato di tutto, ma il fine ultimo che tutti mi dicono, ovvero anche con meno preparazione presentarsi all'esame, non mi riesce; il pensiero, l'idea mi pietrifica, mi iniziano palpitazioni tachicardia sudore nausea, poi, quando vado a vedere gli esami altrui, avendo provato anche quello, arrivata lì, mi vorrei sedere io. Io non capisco sono confusa, bloccata e mi vergogno molto per quella che sono diventata, visti i presupposti di partenza. Non entro nel merito chiaramente delle amicizie perse, del senso di colpa quando esco, della riluttanza che ho per relazioni sentimentali e relazioni in genere. Sono ossessionata dai risultati di prima confronto alla vita di ora, sono ossessionata dal voler finire questo percorso, non capisco cosa mi sia successo e se mai potrò tornare quella di un tempo: efficace, produttiva, felice e soprattutto serena e orgogliosa di ciò che faccio.

Ginevra

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 21 MAG 2017

Cara Ginevra,
il periodo che stai attraversando certamente non è facile. La demotivazione e l'insicurezza che ti sta accompagnando credo sia proprio il frutto di queste esperienze appena passate: i tuoi genitori che si separano, le bugie, i tradimenti, i cambiamenti non voluti hanno fatto sì che tu ti sentissi così come ti senti adesso. Tu dici di esserti rivolta ad una psicologa ma non dici perchè hai interrotto. Il mio consiglio è quello di cercare un altro esperto che possa accompagnarti in questo difficile periodo.
Cari saluti
Dott.ssa Carla Francesca Carcione

Dott.ssa Carla Francesca Carcione Psicologo a Capo d'Orlando

263 Risposte

419 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 MAG 2017

Cara Ginevra, é chiaro dalla tua dettagliata esposizione che nel momento che stai attraversando sono confluiti precedenti, complessi problemi ed interferenze emotive, che hanno determinato un senso di disorientamento e di profonda insicurezza. La situazione di "esame" che spesso popola i sogni di individui anche adulti, rappresenta metaforicamente l'ansia del giudizio, una crisi di fiducia nel proprio valore ed un senso costante di inadeguatezza a confrontarsi con certe esperienze di vita. Si crea una sorta sì circolo vizioso tra questo sentimento di defettivitá ed aspirazioni elevate, nella ricerca di alti obiettivi, che possano tacitare le proprie incertezze profonde. Nel momento in cui riuscirai a relativare l'importanza di questi obiettivi, arriverai a non drammatizzare le tue prestazioni, diventando sempre più indipendente da certi risultati contingentii Ovviamente dovresti essere aiutata con un percorso psicoterapeutico idoneo.

CESAD - Psicoterapia Genova Psicologo a Genova

2 Risposte

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Crisi esistenziale

Vedere più psicologi specializzati in Crisi esistenziale

Altre domande su Crisi esistenziale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 26400 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17650

psicologi

domande 26400

domande

Risposte 92000

Risposte