Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Stress al lavoro

Inviata da Tetina il 7 feb 2018 Stress

Salve! Spesso sono messa sotto stress al lavoro..fare cose nel modo più veloce possibile..o fare cose che non mi piacciono... per compensare mangio caramelle a lavoro e cioccolata a casa... Se posso mangio tanti confetti che riescono a farmi sopportare al meglio le brutture delle mie giornate. Al lavoro non ho colleghi con cui parlare... in più sono introversa...cosa posso trovare si alternativo allo sgranocchiare x sopportare meglio le giornate in ufficio? Grazie per l'attenzione. Saluti

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Cara Tetina, capisco la sua situazione. I ritmi di lavoro le causano stress che cerca di gestire con il cibo (caramelle e cioccolata). Pur essendo un modo di gestire stati psicologici negativi (come lo stress) molto comune, il ricorso al cibo rischia di peggiorare la situazione per una serie di motivi. Come ha già compreso lei, occorre trovare una valida alternativa al cibo per gestire lo stress. Non conoscendo bene la sua situazione, risulta difficile fornirle un consiglio mirato. In generale, potrei consigliarle un corso di rilassamento (per imparare a rilassarsi nei momenti di stress) e/o un training emotivo (per imparare a gestire le emozioni e lo stress senza ricorrere al cibo).
Resto a disposizione.
Cordiali saluti,
Dr.ssa Isabella Brega

Dott.ssa Isabella Brega Psicologo a Pavia

31 Risposte

111 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Scaricare sul cibo le insoddisfazioni è una strategia che non funziona.IL senso di colpa che si prova dopo aver ecceduto con il mangiare, peggiora la condizione di stress.
Una delle strategie che attualmente funziona di più è la Mindfulness.
Cerca qualcuno che la pratica vicino a te, costa poco e si impara ad affrontare la vita in modo differente.

Antonietta Lapegna Psicologo a Castellammare di Stabia

32 Risposte

5 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Tetina....stress e' una parola generica, che comprende rabbia, ansia ed altro. Ti sei abituata a sentirti meglio con i dolci. Inizia a fare qualcos'altro prima dei dolci...non so, un te', per esempio. Pian piano, la nuova abitudine sostituera' la prima.

Emozioni Umane - Dott.ssa Papadia Psicologo a Montebelluna

554 Risposte

380 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Tetina,
la sua reazione allo stress quotidiano mi sembra "naturale" dal mio punto di vista: quando bisogna mandare giù "bocconi amari" tutti i giorni è normale cercare di compensare con qualcosa di dolce. i meccanismi di gratificazione con il cibo (sopratutto gli zuccheri) hanno un ruolo importante a livello cerebrale, ormai questo è risaputo in ambito scientifico.
Dal punto di vista strettamente psicologico, secondo il mio approccio, oltre alla gratificazione per compensare lo stress, vedrei il suo comportamento come un adattamento alla difficoltà nell'esprimere la sua parte più "attiva" e "propositiva" soprattuto a livello relazionale. Sebbene l'ntroversione porti dei vantaggi personali potrebbe a lungo andare tagliarla fuori dalla possibilità di sperimentare dei legmai che la sostengano e la facciao sentire accettata. Non la conosco, ovviamente e non so se si ritrova in quello che le sto dicendo. ma se per lei ha senso quello che le ho detto potrebbe chiedersi "come cambierebbe la mia vita se mi sentissi più forte?"

cari saluti

Dott. Roberto Pugliese Psicologo a Roma

69 Risposte

55 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentilissima,
lo stress lavoro correlato è valutato per legge secondo l' art.28 legge 81/2008 e ogni realtà organizzativa ha il dovere di occuparsene. Se la sua è una situazione occasionale le consiglio, anziché superare la frustrazione con alimenti gradevoli ma forse poco consigliati, di decidere ogni giorno come premiarsi al termine del lavoro e farlo. Non prima né durante. I premi, per essere più apprezzati, devono essere legati non solo al cibo, ma ogni giorno diversi, ad esempio passare mezz' ora con una persona simpatica, fare una telefonata che rimandiamo da sempre, scrivere, camminare, preparare un regalo....Ogni più piccolo piacere dopo, né durante né prima. Sempre di genere DIVERSO.
Se ha altre difficoltà, resto a disposizione per un colloquio.
Dott.ssa Alessandra Monticone

Monticone Alessandra Psicologo a Asti

179 Risposte

72 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Tetina,
Un lavoro che non piace è molto stressante, ma dalle sue parole intuisco che il problema è più ampio e forse ha a che fare con la relazione con se stessa e con gli altri. Sarebbero necessarie molte più informazioni per darle dei validi consigli, ma a quanto pare la sua introversione le impedisca di avere delle relazioni significative con gli altri, e lei si chiude sempre più in se stessa, gratificandosi solo con il cibo e peggiorando quindi la situazione. Provi a fare qualche piccolo passo di apertura e a correre dei piccoli rischi anche nelle sue scelte, questo potrebbe già aiutarla. Le consiglio però di farsi aiutare in questo percorso, perche il cambiamento è difficile, e da soli non riusciamo di solito a vedere nuove strade da percorrere .
Cordialmente
Dr.ssa M. Sara Sanavio
Perugia

Dr.ssa M.Sara Sanavìo Psicologo a Perugia

225 Risposte

94 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Stress

Vedere più psicologi specializzati in Stress

Altre domande su Stress

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19350 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15550

psicologi

domande 19350

domande

Risposte 78300

Risposte