Strano rapporto di lui con sua madre

Inviata da Chiara · 22 set 2019

Buongiorno,
scrivo qui perché non saprei a chi altro rivolgermi, è da tempo che noto degli strani atteggiamenti tra il mio fidanzato (stiamo insieme da tre anni) e sua madre.
La nostra storia è iniziata male perché dopo poco più di un anno è venuto a mancare suo papà dopo mesi di malattia.
Non so quanto questo possa influire sul loro strano rapporto.
Lui dormiva con sua madre ora da qualche tempo non lo fa più, baci sulla bocca a stampo, pacche sul sedere sia alla madre che alla sorella, la vede in intimo(reggiseno e mutande) anche davanti a me... Gesti che a me non sembrano normali per un uomo di 29 anni soprattutto essendo figlio maschio.
Spero mi possa aiutare a capire se non dovrei vederci niente di male o se invece qualcosa di ambiguo c'è.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 26 SET 2019

Buonasera Chiara, il rapporto che descrive tra il suo fidanzato e la madre è effettivamente singolare, trattandosi di un uomo di 29 anni...
Tuttavia bisogna considerare che ogni famiglia ha una propria "cultura" per quanto riguarda la privacy e l'intimità. Dalle sue parole, sono portata a pensare che nella famiglia del suo partner i confini siano sempre stati labili o poco chiari, generando forse confusione nelle relazioni.
Sarebbe poi da indagare l'evento della morte del padre, che potrebbe aver avuto un impatto disorganizzante sulla struttura familiare.
Ad ogni modo, è un tema molto delicato, che merita di essere affrontato con il dovuto tatto e rispetto. Lei ha già provato a parlargliene per capire il suo punto di vista?
Spero di averla aiutata, almeno a chiarirsi un po' le idee...

Saluti.
Dottoressa Silia Lafortezza.

Dott.ssa Silia Lafortezza Psicologo a Assago

65 Risposte

199 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

26 SET 2019

Buonasera Chiara, il rapporto che lei descrive tra il suo fidanzato e la madre è effettivamente singolare, considerando che stiamo parlando di un uomo di 29 anni.
Tuttavia bisogna considerare che ogni famiglia ha una sua propria "cultura" per quanto riguarda il rispetto della privacy e dell'intimità. Sono portata a pensare che forse nella famiglia del suo fidanzato ci siano sempre stati dei confini personali labili o poco definiti, che possono quindi aver portato ad una "confusione" nei rapporti.
Esiste poi la possibilità che la morte del padre abbia avuto un impatto destabilizzante sulla struttura della famiglia.
Si tratta in ogni caso di un tema molto delicato, che va quindi affrontato con particolare tatto. Lei ha provato a parlarne con il suo fidanzato?
Spero di averla aiutata, almeno ad avere le idee un po' più chiare.

Dottoressa Silia Lafortezza.

Dott.ssa Silia Lafortezza Psicologo a Assago

65 Risposte

199 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

26 SET 2019

Buonasera Chiara, sicuramente il rapporto che descrive tra il suo ragazzo e la madre è anomalo, soprattutto considerando che lui è un uomo di 29 anni...
Detto questo, bisogna considerare che ogni famiglia ha una propria "cultura" per quanto riguarda il rispetto della privacy e dell'intimità. Mi viene da pensare che forse nella famiglia del suo ragazzo ci siano sempre stati dei confini personali poco definiti o comunque labili, che possono aver creato una confusione nei rapporti. E' poi possibile che la morte del padre abbia avuto un impatto destabilizzante sulla struttura familiare.
Si tratta comunque di un tema molto delicato, che va quindi affrontato con particolare tatto. Lei ha provato a parlargliene?
Spero di esserle stata utile.
Dottoressa Silia Lafortezza.

Dott.ssa Silia Lafortezza Psicologo a Assago

65 Risposte

199 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

26 SET 2019

Buonasera Chiara, il rapporto che descrive tra il suo ragazzo e la madre è decisamente singolare, soprattutto perchè stiamo parlando di un uomo di 29 anni... Detto questo, è anche vero che ogni famiglia ha una sua "cultura interna" in fatto di privacy e intimità, quindi può essere che fin dall'infanzia il suo ragazzo sia stato abituato ad avere molta vicinanza con i suoi familiari: probabilmente nella sua famiglia i confini personali sono sempre stati labili o poco chiari.
Non è facile rispondere alla sua domanda perchè, ripeto, ogni famiglia è un mondo a sè. E' sicuramente "strano", ma è un argomento molto delicato, che quindi va affrontato con estremo tatto: lei ha provato a parlargliene? Forse lui potrebbe fornire una chiave di lettura di questo comportamento.
Spero di averla aiutata...
Dottoressa Silia Lafortezza

Dott.ssa Silia Lafortezza Psicologo a Assago

65 Risposte

199 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 22900 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16550

psicologi

domande 22900

domande

Risposte 84150

Risposte