Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Strani sogni e paura

Inviata da Cristiano il 27 dic 2018 Fobie

Mi scuso il disturbo ma vorrei esporre il mio problema con la speranza che lei riesca ad aiutarmi. Sono un ragazzo di 34 anni è sto avendo da qualche mese alcuni problemi. Diciamo che tutto nasce da un episodio di disfunzione erettile con la mia ragazza, la mia vita è cambiata. Ho provato ad avere altri rapporti dopo quell episodio ma sudo e perdo sempre l'erezione. Ho fatto una visita andrologica che ha escluso il problema organico. Io amo molto la mia ragazza ci siamo conosciuti a maggio ed abbiamo sempre avuto una vita sessuale piena, soddisfacente ma in generale non posso lamentarmi ho sempre avuto molte donne e tante storie e il sesso almeno fino ad ottobre non riaultava essere un problema. Preciso che dopo questo episodi ho notato un netto calo del desiderio. A seguito di questo episodio vengo al problema attuale che ritengo il più increscioso. Ho la paura di poter essere o di essere Già diventato gay, è un pensiero che non so da dove sia nato, premetto che non ho mai avuto esperienze o interessi in rapporti con uomini ne la curiosità di averne. Ho avuto ed ho sia in famiglia che in amicizia colleghi gay ma io non mi sono mai posto questa domanda in quando per me era naturale andare con donne . Ad oggi quando mi vengono questi pensieri mi sento come se non stessi più respirando ed ho bisogno di Alcuni Secondi per riprendermi in quanto il malessere si assestw sulla bocca dello stomaco. Inutile dirvi quanto questa situazione mi faccia stare male, non riesco piu a distrarmi nemmeno con il Calcio o la palestra. Nelle ultime due notti ho fatto sogni strani ricorrenti con uomini ma con la mia ex sempre presente ma che vorranno dire? Mi sento molto frustrato confuso e non mi riconosco più in quello che sono sempre stato sembra che qualcuno si sia impossesato della mia mente. Sono molto scoraggiato e depresso e solo quando sto con la mia ragazza riesco a stare meglio perché le voglio molto bene e riesce a distrarmi.lei non sa nulla di ciò che mi sta succedendo. Cosa devo fare per aiutarmi ad uscire da questo tunnel e riprendere in mano la mia vita?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Cristiano,
sarebbe importante comprendere a cosa può essere collegato il primo episodio di disfunzione erettile con la sua ragazza dal momento che in precedenza tutto era normale, se cioè c'è stata qualche dinamica di coppia che le ha causato frustrazione e rabbia oppure magari si è trattato solo di un periodo di stress o ancora hanno inciso altre cause da scoprire.
Certamente questo primo insuccesso ha poi scatenato il resto con ansia da prestazione, calo del desiderio sessuale per paura di altri fallimenti e credo anche (a causa di tutti questi sintomi) il dubbio angosciante di poter essere o essere diventato gay ( cosa che escluderei).
I sogni che poi riferisce (stare con uomini in presenza della sua ex) sono sogni d'angoscia e suggeriscono l'ipotesi che l'episodio iniziale di disfunzione erettile con la sua attuale ragazza possa avere qualche collegamento con la sua precedente relazione sentimentale.
Inoltre, non credo che le sia utile nascondere alla sua ragazza questi problemi anche perchè quest'ultima potrebbe addirittura pensare di non essere più interessante per lei.
Per uscire dal tunnel le suggerisco di intraprendere un percorso psicoterapeutico con un professionista che sia preferibilmente esperto anche in sessuologia.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6609 Risposte

18511 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Cristiano,
la sua problematica si afferma da pochi mesi e tuttavia è molto invalidante. Ed è complessa. Perché non c'è solo la disfunzione erettile ma ci sono anche pensieri sull'orientamento sessuale.
Sarebbe interessante sapere se è successo qualcosa nel momento in cui si sono affacciati questi quesiti. E poi comunque sono dei sintomi e come tali vanno interpretati per arrivare alla causa. Ovvero bisogna indagare nell'inconscio.
Le consiglio pertanto di affidarsi ad uno psicologo o della sua zona o ontano ma che usi Skype.
Mi faccia pure delle domande se lo ritiene utile.

Dott. Angelo Feggi - Psicoanalista Genova

Dott. Angelo Feggi Psicologo a Genova

474 Risposte

712 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Fobie

Vedere più psicologi specializzati in Fobie

Altre domande su Fobie

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19300 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15550

psicologi

domande 19300

domande

Risposte 78300

Risposte