Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Storia meravigliosa, ma aspetto l'amico di cui mi sono innamorata 7 anni fa

Inviata da Martina · 23 giu 2014 Terapia di coppia

Il mio problema ha un nome e cognome. 7 anni fa ho conosciuto un ragazzo (M.), e da allora ci siamo scambiati attenzioni e messaggi affettuosi, ma lui non ne voleva sapere di una storia seria: mi contattava in chat solamente. Nonostante abitassimo abbastanza vicini ci si vedeva il sabato sera (io con le mie amiche, lui con il suo gruppo),oppure a scuola o sull autobus, ma come sempre faceva un passo avanti e due indietro. Mi spiego: mi inviava messaggi tipo "Amore", "Tesoro", poi altri come: "Non posso stare con te", "Hai rotto", e poi di nuovo: "Amore, mi manchi","Se ci vediamo chissà poi cosa succede", e nuovamente: "Io non sono niente per te" , "Dimenticami", "Non ci vediamo perchè prevenire è meglio che curare","Non voglio affezionarmi a te".
Non ho mai capito cosa volesse realmente, forse non lo sapeva neanche lui. Conoscendo tutta la nostra pseudo-storia tutti i suoi amici hanno cercato di convincerlo a farsi avanti, a parlarmi, ma lui niente!
Frequentava gli stessi locali che frequentavo io, sapeva da amici che andavo alle feste e casualmente lo trovavo sempre là. Mi guardava, mi ignorava, mi guardava e mi ignorava. Ho fatto di tutto per lui, come scrivere sul vetro della sua macchina con il rossetto, oppure al freddo e gelo andavo a vedere le partite di hockey per vederlo. Poi, dopo periodi di odio e amore mi sono rassegnata e ora sono fidanzata da 2 anni con un ragazzo fantastico, sto bene con lui, non serve aggiungere altro.
Il problema è che non ho mai smesso di sentire M. . Sto cercando ancora dopo 7 anni di trovare il modo di chiarire con lui, di capire perché si comporta così, ma non ne vuole sapere di spiegarmelo. Ho cercato in tutti i modi di trovare un dialogo anche a costo di parlare solo io e la risposta è sempre stata: “possiamo anche parlare scrivendoci”.
Tutt ora mi scrive, e a volte chiedo di vederci ma lui è sempre restìo, mi dice che ha paura di quello che può succedere tra di noi. E altre volte lo convinco e usciamo insieme ad un amico in comune (perchè appunto ha paura di restare solo con me, nonostante non sia successo mai niente tra di noi) e io sto bene con lui, mi sento felice, ho tutto quello che volevo. Il problema è che il mio ragazzo non lo sa che lo vedo e non voglio buttare all aria 2 anni di storia per qualcosa che so per certo che non avrà MAI una conclusione, ma a volte sento il bisogno di vederlo, di parlare con lui, di stare sola con lui.
Lo vedo come un amico però quando sono con lui dimentico tutto e vorrei dargli ogni giorno la possibilità di farsi avanti. Lo sto ancora aspettando anche per il fatto che mai mi ha detto un NO definitivo e continua a scrivermi.
Sto usando il mio ragazzo per colmare un vuoto affettivo probabilmente?
Che razza di problemi ho? :D Oppure è M. ad avere problemi seri di comportamento?

Grazie mille.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 24 GIU 2014

Buongiorno gentile Martina,
dalla sua richiesta emerge una difficoltà a lasciare andare il passato che andrebbe attenzionata con metodo e sensibilità. Si denota, inoltre, una confusione nella scelta di definire cosa sia bene per lei nonostante affermi che la sua relazione attuale sia fantastica. Non crede sia sufficiente per il suo benessere emozionale? Se il suo amico storico in sette anni non si sia ancora deciso ad incontrarla, non crede che possa bastare così? Le suggerisco di lavorare interiormente sulle sue aspettative e sul valore di se stessa come persona e vedrà che le risposte verranno. Resto a sua disposizione per ulteriori orientamenti.
Cordialmente

Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Roma

1714 Risposte

2818 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 GIU 2014

Ciao Martina,
da quel che tu scrivi, non credo ci siano problemi seri né in te e credo nemmeno in M. Non riporti la tua età e nemmeno quella di M. per cui è più difficile rispondere in modo personalizzato alle domande che porti, tuttavia rilevo un po' di confusione da parte tua circa i tuoi reali obiettivi e quali siano le persone che per te contano realmente. E' come ci fosse una vita "reale", con il ragazzo con cui sei fidanzata da due anni, e una vita "immaginata", con M. Solitamente utto ciò che è un po' oscuro, misterioso, e che non riusciamo a spiegarci, ha un grande potere seduttivo. Ed M sembra rappresentare per te proprio questo.....l'attrazione per il misterioso, per ciò che non si è rivelato ma che potrebbe essere assai deludente e vuoto una volta conosciuto. Da quel che tu riporti, M. ha manifestato sempre molta ambivalenza: "non posso stare con te", "mi manchi" ecc. Non pare una persona matura, capace di stare in un rapporto, sembra aver bisogno sempre di una distanza di sicurezza....che gli permetta di controllare la situazione, le emozioni e i sentimenti. Dal momento che sei tu a scrivere e sei tu che poni il problema, concludo con un suggerimento/consiglio: prova ad osservare, come fossi allo specchio, la tua vita affettiva e domandati: cosa è importante per me?, Cosa e chi soddisfa il mio bisogno di amore? La storia di due anni con il mio fidanzato mi fa star bene? Funziona? Quali miei bisogni M potrebbe soddisfare? Soddisfa il bisogno di rischio, di mistero? Interrogati insomma e prova a fare un piccolo bilancio.
Buona riflessione
Dott.ssa Anna Codazzi

Dott.ssa Anna Maria Codazzi Psicologo a Torino

13 Risposte

13 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 GIU 2014

lei ha un compagno con cui vive una bellissima storia (stando a quello che dice) ma cerca ancora un uomo,che l'ha rifiutata sette anni, in una storia non bella, incompiuta e fatta più che altro,di attese? complimenti! in realtà dietro quest'immagine di uomo dall'atteggiamento duplice (da una parte le diceva "tesoro" e dall'altra "non mi,scocciare") si nasconde l'immagine paterna, il quale le ha negato l'amore, forse per via di problemi con sua moglie e aveva con lei lo,stesso atteggiamento, da una parte le dava affetto e dall'altra la scacciava, esattamente come questo ometto insicuro ed incapace di amare. lei non attende quest'uomo, ma attende che finalmente suo padre accetti di amarla definitivamente ed incondizionatamente. maturi, suo nè suo padre, nè uomini come lui cambieranno nè le daranno l'affetto che doveva avere nell'infanzia. dice di stare bene con il suo attuale compagno, e allora perchè pensare che con una persona che l'ha trattata male potrà avere di più? non accadrà mai. con una persona del genere sarà infelice.

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

25 GIU 2014

Gentile Martina,
probabilmente non è facile chiarire questo rapporto con M., rapporto che sicuramente ha comunque un discreto/forte fondamento, considerata la sua durata.
La cosa migliore sarebbe un consulto/terapia da parte di M. di uno psicologo che riuscisse ad attenuare o eliminare le sue paure, di modo che almeno possiate parlarvi più liberamente e in modo meno contraddittorio. E' consigliabile anche allo scopo dare del tempo a questo ragazzo, anche se sono già passati anni e lei, Martina, potrebbe un giorno stancarsi anche di questa sorta di "amicizia".
In ogni caso mi sembra una situazione ambigua che, perdurando potrebbe dare anche gravi problemi.

Valentina Sciubba Psicologo a Roma

1054 Risposte

718 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 GIU 2014

Gentile ragazza,
lei non ci dice quanti anni ha lei e quanti ne hanno gli altri protagonisti della sua storia.
La storia con M. ha tutte le caratteristiche di un "amore ideale" e, tipicamente adolescenziale.
Sicuramente c'era e c'è attrazione da entrambe le parti, ma, se lui non ha mai preso una posizione, probabilmente non c'è sufficiente desiderio di stare con lei. L'amore romantico, sospeso, fatto di presenza solo promessa e mai mantenuta, può andar bene per un pò, per un periodo. O nell'adolescenza.
Ma dopo 7 anni mi sembra chiaro che non ci sia sufficiente coinvolgimento.
Dovrebbe accettare questo. Se riuscisse a "convincerlo" che sareste una bella coppia, avrebbe ancora dubbi su di lui. Ma lei, cara ragazza, è convinta di questo, che stareste bene insieme?

Piuttosto, le domande che dovrebbe porsi sono: sta bene col suo fidanzato "vero" di adesso? Si sente appagata? Lui le dimostra concretamente di voler stare con lei?

Se la risposta è sì, provi a tenere M. nello scrigno dolce dei ricordi.

Un caro saluto,

Dr.sa Ferretti Giselle

Anonimo-133421 Psicologo a Civitanova Marche

7 Risposte

13 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 GIU 2014

Carissima,
presumo che se vi siete conosciuti sette anni fa e tutt'ora parli di scuola, siate ambedue nella fase adolescenziale. In tale fase è nella norma essere , come si dice,'un giorno sul pero ed un giorno sul melo'. Le storie d'amore non possono essere mai definitive quando iniziano oppure, come nel vostro caso non iniziare mai e tendere al platonismo in coloro nei quali permane una insicurezza nel carattere. Il ragazzo in questione molto probabilmente vive un disagio evolutivo diversamente da te che invece hai stai addirittura sperimentando una sana storia con il tuo attuale ragazzo . Il problema per te nasce dal fatto che a causa della sua ambivalenza, non hai mai cessato di sperare in lui e senza rendertene conto lo stai idealizzando. A causa di un problema suo, è nato un disagio tuo. Come fare? Non è per niente facile prendere una direzione con la garanzia che si riveli giusta. Ti stai chiedendo se stai usando il tuo ragazzo per colmare un vuoto affettivo ed io ti rispondo chiedendoti quali sono le qualità per le quali hai deciso di stare con lui e continui.Ti suggerisco di non mantenere un atteggiamento di disponibilità nemmeno come amica ma di assumerne uno più deciso, nel senso che lui non abbia più la possibilità di crogiolarsi in una situazione che finora non gli ha mai dato lo stimolo per prendere una decisione in un modo o in un altro. Solo così potrai verificare se vale o no la pena di investire ulteriore energia su di lui.Se gli mancherai del tutto e se veramente sei importante per lui, reagirà adeguatamente, altrimenti, credo che non sia più il caso di dargli importanza. Spero di essere stata sufficientemente chiara, comunque rimango a tua disposizione per ulteriori chiarimenti se lo riterrai opportuno. Auguri
Dott.ssa Carla Panno
psicologa-psicoterapeuta

Dott.ssa Carla Panno Psicologo a Milano

1057 Risposte

636 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 GIU 2014

Carissima Martina
immagino non sia facile vivere ciò che racconti ogni giorno della tua vita, soprattutto stando accanto ad un ragazzo al quale indubbiamente vuoi bene ma avendo la testa spesso altrove. Non amo molto etichettare le difficoltà delle persone come "problemi", piuttosto il tuo atteggiamento nei confronti di M.,che porti avanti ormai da sette anni, dovrebbe esserti utile per iniziare a porti qualche domanda sul tuo modo di funzionare..ovviamente sarebbero molte le domande che mi verrebbe da porti a riguardo, ma per il momento ti invito a pensare al "come mai" scegli di stare ancora dietro ad un ragazzo che sembra non essere molto predisposto nei tuoi confronti, almeno in modo non definitivo. Quale tuo bisogno, ovviamente inconsapevole, viene ad essere soddisfatto nel fare così? Un' ipotesi tra le molte che potremmo fare potrebbe essere quella legata al fatto che tu non ti senta una persona degna di amore e che di conseguenza lo stare dietro ad M. vada esattamente a confermare questo tuo modo di vederti e di vedere te stessa e le relazioni con gli altri..ma ripeto è soltanto un'idea giusto per darti idea della direzione nella quale potresti sviluppare una riflessione. Le relazioni d'amore, lo sappiamo, sono per tutti molto difficili da gestire, specie quelle contrastate come quella che mi riporti...ma vedrai che spingendoti oltre nella conoscenza di te stessa riuscirai a svincolarti da quelle dinamiche che sembrano al momento insormontabili.

Un abbraccio.
Marco.

Dott. Marco Ceccarini Psicologo a Firenze

9 Risposte

16 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 GIU 2014

Gentile Martina
a volte accade che si tende a idealizzare le persone che non si riesce a capire o che hanno dei comportamenti contraddittori, questo però impedisce anche di vedere nella giusta luce o di dare il giusto valore alle persone che ci stanno accanto. Per questo Martina è importante per lei capire ciò che vuole veramente. Così le chiedo: cosa succederebbe se M. domani cambiasse inaspettatamente atteggiamento nei suoi confronti e le chiedesse di iniziare insieme una storia seria e importante? Quando avrà fatto un po' più di chiarezza riguardo ai suoi sentimenti riuscirà a leggere più chiaramente anche i sentimenti e i comportamenti degli altri. Non esisti a chiedere una consulenza psicologica che potrebbe aiutarla in questo percorso. A volte bastano pochi colloqui anche on line, in video conferenza.

Dr.ssa Maria Giovanna Zocco Psicologo a Modica

162 Risposte

264 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 22500 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16400

psicologi

domande 22500

domande

Risposte 83650

Risposte