Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Storia finita da un anno ma sento di avere un problema

Inviata da S. il 3 giu 2019 Terapia di coppia

Salve, vi scrivo per ricevere dei consigli in merito al mio stato attuale.
Inizio raccontando della storia con la mia ex, iniziata dopo una frequentazione intensa ma poco seria, storia poi durata circa tre anni e conclusa ad agosto 2018. Una storia che per me fu come una rinascita da un periodo molto triste ma una storia poi molto travagliata, combattuta, una storia in cui i litigi, anche violenti, erano spesso all’ordine del giorno per mancanza di comunicazione ma soprattutto di fiducia da parte mia. Lei mi confessó dopo mesi di storia in cui entrambe eravamo molto prese, che nei nostri mesi iniziali di frequentazione era andata a letto con diverse persone. Da lí iniziazi ad avere sempre dubbi su di lei, la lasciai diverse volte ma alla fine non la lasciavo mai andare e tornavamo assieme. Lei invece in questi tre anni, mi ha lasciato andare diverse volte e non appena io mi distaccavo per ricominciare da me, lei tornava da me. Così in media succedeva ogni estate per tre anni. La nostra è stata una storia costellata da alti e bassi continui ma da forti emozioni, soprattutto perché la paura di perderla in me cresceva sempre di più in una maniera probabilmente non sana. Ma è come se sentissi che con lei abbi uscito la parte peggiore ma anche la migliore di me.
Ad agosto alla fine, mi ha lasciata lei dopo che io ho sollevato gli ennesimi dubbi per mancanze che avvertivo da parte sua e sta volta è stata definitiva, anche perché non ho più avuto intenzione di sottostare a certi meccanismi malati e anche quando ha provato degli approcci blandi via sms io non le ho mai dato modo. Non stiamo insieme da quasi un anno quindi, e nel frattempo ho frequentato delle persone, con cui non ho legato davvero perché in un modo o nell’altro la mia mente ritornava da lei. Finalmente a gennaio, conosco una persona, una bellissima persona. Iniziamo a parlare ed è come se ci conoscessimo da sempre, ed io mi dimentico di tutto e sono completamente immersa finalmente. La incontro ed è tutto magico. La nostra frequentazione va avanti, nonostante dopo un mese mi sembri di tornare coi piedi per terra e inizio ad avere dubbi devastanti e senso di colpa nei confronti di questa persona così aperta e disponibile a me. Ci frequentiamo ancora e il mio umore è sempre altalenante ed io non riesco mai ad essere convinta della possibilità di questa nuova relazione. Non capisco se sono troppo abituata a provare paura in una relazione dopo la mia ultima esperienza, e se quindi, in assenza di paura oggi, con una persona disponibile a me, premurosa e comprensiva (tutte qualità che non appartenevano alla mia ex) io non mi senta abbastanza coinvolta. Sento di avere un legame con la mia ex che non riesco a sciogliere e non mi permette di andare avanti in questa nuova frequentazione. Non è voglia di tornare con lei, non voglio più farmi del male, a volte è nostalgia ma molto lieve ma lo descriverei più come un pensiero intrusivo silente e costante. Non so come uscirne e ho molto timore di non innamorarmi più, di non riuscire a provare qualcosa di forte e vero verso questa nuova persona. Mi sento spesso in difetto. Non sto bene e non riesco a vivermi il presente. Non so cosa fare, come agire, non so cosa sia normale e cosa no e cosa sia giusto fare. Scusate lo sfogo sicuramente un po’ confuso e cavilloso, ma credo rispecchi in un certo senso il mio stato interiore attuale.
Grazie in anticipo per qualsiasi risposta
S.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile S.,
credo che in parte lei sia stata traumatizzata dalla esperienza emotivamente forte, ma che alla fine si deve comunque considerare negativa, con la sua ex ed in parte ha anche lei mostrato in questa relazione delle incoerenze e delle fragilità.
Sembra che analoghe incoerenze stiano emergendo anche nella relazione attuale nonostante questa nuova persona sia molto diversa dalla prima.
E' ipotizzabile che la sua confusione, i suoi dubbi e di conseguenza il suo malessere siano da attribuire alla incompleta elaborazione del lutto per la fine della precedente relazione.
Pertanto una opportuna psicoterapia potrebbe esserle di aiuto per uscire dalla confusione e ritrovare equilibrio ed ottimismo.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6726 Risposte

18820 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20250 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15900

psicologi

domande 20250

domande

Risposte 80000

Risposte